LE MIGLIORI MARCHE PER I TUOI PICCOLI ANIMALI

Country Shop: a Torino (2 negozi), Rivoli (2 negozi), Alpignano, Avigliana, San Mauro, Nichelino, San Maurizio Canavese, Osasco, Chiusa San Michele. www.countryshop.it


Promoser Serigrafia - Via Nino Bixio, 16/b - Borgaretto, Beinasco (TO) - Tel. 011 3583242


HIGHLIGHTS PERTUSA-RAPID TORINO 1-4: OSPITI IN PROMOZIONE

GUARDA I GOL SU FACEBOOK (clicca qui)! Lunedì altri aggiornamenti

dom

30

apr

2017

Calcio Piemonte, tutti i verdetti! Eccellenza A, playout con Rivarolese-Cerano e Settimo-Pavarolo

VERDETTI: CHERASCHESE, CANELLI E CENTALLO DA PLAYOFFS

Playout Eccellenza: Olmo-Cavour, Riva-Cerano, Settimo-Pavarolo

Feste scudetto: i numeri del Rapid / Arona in Eccellenza

Prima: Mirafiori a +12, salta il 1° turno playoffs? Collegno, Pianezza e Valdruento, aritmetica qualificazione agli spareggi nel girone D! Ancora dentro anche il Pinasca nel girone F (-9 dall'Atletico Racconigi)

Cheraschese ai playoffs in Eccellenza!
Cheraschese ai playoffs in Eccellenza!
Centallo ai playoffs in Promozione!
Centallo ai playoffs in Promozione!

30 aprile 2017


ECCELLENZA A - CAMPIONATO TERMINATO

Clamoroso spareggio per il titolo: Juve Domo-Borgaro (mercoledì 3 maggio). La squadra perdente salterà il 1° turno playoffs in virtù del +12 su Alpignano e Biellese
Playoffs (inizio 7 maggio): unico match del primo turno Borgovercelli-Aygreville (locali avanti per scontri diretti a parità di punti)
Retrocesse: Charvensod e Borgomanero in Promozione
Playout (14 maggio): Rivarolese-Cerano e Settimo-Pavarolo

ECCELLENZA B - CAMPIONATO TERMINATO

In serie D: Castellazzo già campione
Playoffs (inizio 7 maggio): Tortona-Cheraschese e Saluzzo-Fossano.
Playout (14 maggio) - ultime 4 in griglia senza retrocessioni dirette a causa delle sparizioni di Acqui e Novese: Olmo-Cavour e Colline-Valenzana.
L'Albese si salva in virtù di una migliore differenza reti nei confronti dell'Olmo (in campionato 1-1 e 2-2, decisivo il 3° criterio).

PROMOZIONE B - 90 MINUTI DA GIOCARE

In Eccellenza: Union Susa già campione.
Playoffs (inizio 21 maggio): ad oggi niente playoffs. San Maurizio 64, Lascaris 52 (è a -12 per cui niente partita playoffs), dietro Nolese 45, Vanchiglia 45.
Retrocesse: Santhià.
Playout (turno unico 21 maggio): Ivrea 38 (salvo), Mathi 34, Gassino 33, Venaria 33, Ivest 25, Caselle 21, Santhià (retrocesso) 16.

Ad oggi unico match Venaria/Gassino-Ivest. Successo importantissimo del Mathi di Binandeh che affonda (non ancora aritmeticamente) in Prima il Caselle (3-0): ora il Mathi affronterà in trasferta il Gassino, un punto dietro, in un'altra gara infuocata. Il Caselle per andare ai playout dovrà vincere col Vanchiglia e arrivare a non oltre 9 punti di distacco da Gassino o Venaria.

PROMOZIONE C - 90 MINUTI DA GIOCARE

Corsa al titolo: Denso 60, Pedona 57. Denso campione con un punto.
Certe dei playoffs (inizio 21 maggio): Pedona 57, Revello 52, Giov. Centallo 52, Piscinese 49. Lotta per il 3° posto (prima partita in casa) tra Centallo/Revello.
Retrocesse: Boves e Villar Perosa.
Playout (turno unico 21 maggio): Moretta 39 (salvo), Villafranca 38 (salvo), Carmagnola 36 (salvo per il distacco nei confronti del Boves), Carignano 35, Trofarello 32, San Sebastiano 28, Boves 19, Villar Perosa 12. Ad oggi Trofarello-San Sebastiano ai playout.

PROMOZIONE D - 90 MINUTI DA GIOCARE

Lotta al titolo: Atletico Torino 58, Lucento 57, Savio 54.
Playoffs (inizio 21 maggio): ad oggi un unico match tra Savio e Canelli. Fuori tutte le altre perchè a -11 dal Lucento, sempre a 90 minuti dal termine. Lucento 57, Savio 54, Canelli 51, Asti 46, Santostefanese 45, Cbs 44.
Playout (turno unico 21 maggio): Cassine 30, San Giuliano 25, San Giacomo Chieri 24, Nuova Sco 20, Pozzolese 13 (retrocessa). Ad oggi unico match playout tra San Giuliano e San Giacomo (Nuova Sco a -10 dal Cassine).

PROMOZIONE A - 90 MINUTI DA GIOCARE

Arona (61) in Eccellenza.
Certe dei playoffs (inizio 21 maggio): Piedimulera 55, Cavaglià 54, Accademia 48, Oleggio 48.
Playout (turno unico 21 maggio): Castellettese 35, Città di Cossato 35, Ponderano 28, Fomarco 25, Briga 25, Sinergy 24.

PRIMA D - 90 MINUTI DA GIOCARE

In Promozione: San Mauro (64) già campione.
Certe dei playoffs (inizio 21 maggio): Collegno Paradiso 55, Pianezza 53, Valdruento 52
In corsa per i playoffs: River Mosso 48, Esperanza 48. Battaglia punto a punto, spera ancora l'Esperanza di soffiare il 5° posto al River.

Retrocessa: Bvs.
Playout (turno unico 21 maggio): Cnh 37 (salvo), Real Leinì 36 (salvo), Bussoleno 32, Villarbasse 32, Olympic 28, Rosta 20, Bvs 14. Il Rosta vince col Caselette 1-4 e spera ancora di accorciare il distacco all'ultima giornata nei confronti della quintultima (Bussoleno o Villarbasse).

PRIMA E - 90 MINUTI DA GIOCARE

In Promozione: Rapid 69
Playoffs (inizio 21 maggio): Mirafiori 64, Cit Turin 57, Carrara 52, Villastellone 52. Al Mirafiori basterà un punto nell'ultimo turno per evitare il 1° turno playoffs: a quota 65, infatti, avrà certamente almeno 10 punti di distacco dalle quinte. Atletico Santena (48 punti) fuori dai giochi: resta da decidere l'ordine della griglia dal Mirafiori al Villastellone.
Playout (turno unico 21 maggio): Bacigalupo 37, Kl 36, Baldissero 25, Orione 21, Cambiano 18, Filadelfia 13. Ad oggi unica partita tra Baldissero e Orione. Cambiano a 16 punti di distacco dal Kl, un piede e mezzo in Seconda.

PRIMA F - 90 MINUTI DA GIOCARE


In Promozione: Infernotto già campione.
Playoffs (inizio 21 maggio): Atletico Racconigi 59, Racconigi 58, Perosa 56, Pinasca 50. Pinasca ancora qualificato ai playoff perchè a -9 dall'Atletico a 90 minuti dal termine dopo l'1-1 in casa dell'Aurora Piossasco.
Playout (turno unico 21 maggio): San Secondo 36, Airaschese 30, Borgaretto 27, Vigone 27, Bruinese 23, Luserna 2 (retrocesso). Ad oggi Airaschese-Bruinese e Borgaretto-Vigone.

SECONDA E - CAMPIONATO TERMINATO

Il Venaus (2° posto dietro al super Cafasse) è in Prima Categoria per effetto della vittoria del campionato dell'Ivrea, finalista come i rossoblù di Coppa Piemonte!

> APPROFONDIMENTO E INTERVISTA A BAH DALLA COSTA D'AVORIO

dom

30

apr

2017

L'Atletico Torino torna in vetta! Clamoroso in Promozione D: 0-0 Lucento, Savio ko. E domenica...

TORNA DAVANTI L'ATLETICO TORINO!

Gambardella e Sansone bis: controsorpasso al Lucento

30 aprile 2017

 

Ancora fuochi d'artificio in Promozione D: la vetta cambia di nuovo padrone! Ora esulta l'Atletico Torino di Piazzoli!

E' 0-3 in casa Nuova Sco (2 Sansone, Gambardella), mentre pareggia 0-0 il Lucento con la Santostefanese e viene addirittura sconfitto 1-0 il Savio Rocchetta dal Villanova già salvo. Adesso il match point è dell'AtleticoTorino che chiuderà contro la già retrocessa Pozzolese: un'occasione unica per brindare all'Eccellenza!

 

A breve altri aggiornamenti dal girone.

 

PROMOZIONE D: 90 MINUTI DALLA FINE!

 

 

Squadre P G VC VF PC PF NC NF GF GS
ATLETICO TORINO 58 29 7 10 3 2 4 3 57 38
LUCENTO 57 29 9 7 2 2 4 5 62 30
SAVIO ROCCHETTA 54 29 9 7 3 4 2 4 58 29
CANELLI 51 29 9 5 1 5 5 4 47 32
ASTI 46 29 10 2 2 5 3 7 37 30
SANTOSTEFANESE 45 29 7 4 2 4 5 7 46 29
CBS 44 29 10 2 2 7 2 6 38 29
CENISIA 44 29 6 6 2 7 6 2 34 32
ARQUATESE 43 29 8 4 3 7 4 3 29 28
BARCANOVA 39 29 6 4 5 5 3 6 36 46
VILLANOVA 38 29 7 2 3 6 5 6 39 40
CASSINE 30 29 6 1 3 10 5 4 36 36
SAN GIULIANO N. 25 29 3 2 3 11 8 2 36 53
SG CHIERI 24 29 5 2 8 11 2 1 36 53
NUOVA SCO 20 29 4 1 7 12 4 1 28 75
POZZOLESE 13 29 2 0 10 10 3 4 29 68

dom

30

apr

2017

Spareggio Juve Domo-Borgaro in Eccellenza A! Clamorosa vetta a pari punti negli ultimi 90'

CLAMOROSO: CROLLO JUVE DOMO, SARA' SPAREGGIO!

Il Borgaro rimonta tre gol al Baveno: gara secca per la D!

30 aprile 2017

 

Clamoroso crollo della Juve Domo in Eccellenza A! I segnali c'erano tutti: 6 punti in 8 gare per i granata, che davanti al traguardo hanno completamente mollato.

Oggi Juve Domo avanti 1-0 col Cerano e poi sconfitti 1-2. Il Borgaro fa l'impresa: 4-3 al Baveno dopo un parziale di 0-3. Al 45' segna Ferrarese, poi la pazza rimonta con tre gol tutti negli ultimi 12-13 minuti con Parisi, Pierobon e ancora Parisi!

Significa chiudere il campionato a pari punti con la Juventus Domo: servirà uno spareggio per decretare chi andrà in serie D!

 

VERDETTI

Clamoroso spareggio per il titolo: Juve Domo-Borgaro

Playoffs: unico match del primo turno Borgovercelli-Aygreville (locali avanti per scontri diretti a parità di punti)

Retrocesse: Charvensood e Borgomanero in Promozione

Playout: Rivarolese-Cerano e Settimo-Pavarolo

 

CLASSIFICA FINALE

 

Squadre P G VC VF PC PF NC NF GF GS
JUVENTUS DOMO 66 34 10 10 4 4 3 3 75 43
BORGARO 66 34 10 9 2 4 5 4 67 37
BORGOVERCELLI 62 34 8 10 4 4 5 3 57 29
AYGREVILLE 62 34 8 9 3 3 6 5 49 28
ALPIGNANO 51 34 8 6 5 6 4 5 50 39
LA BIELLESE 51 34 8 6 6 5 3 6 50 50
LG TRINO 50 34 7 7 5 7 5 3 45 40
CITTA' DI BAVENO 47 34 9 4 7 6 1 7 58 56
PONT DONNAZ 46 34 7 5 7 5 3 7 40 42
ALICESE 46 34 8 4 6 6 3 7 47 50
ORIZZONTI UNITED 45 34 7 4 4 7 6 6 39 42
STRESA 44 34 5 6 6 6 6 5 54 58
RIVAROLESE 42 34 4 7 9 5 4 5 44 50
SETTIMO 39 34 2 7 5 8 10 2 40 51
PAVAROLO 37 34 6 3 6 9 5 5 39 51
CERANO 34 34 4 5 10 8 3 4 44 63
VDA CHARVENSOD 30 34 3 3 7 9 7 5 42 62
BORGOMANERO 16 34 1 2 11 13 5 2 27 76

dom

30

apr

2017

Rapid Torino in Promozione! 1-4 al Pertusa, festa per Ruggiero, Daggiano e compagni

RAPID TORINO, FESTA PROMOZIONE!

Gioia Oppedisano: "Io il mio peperoncino calabrese in tasca"

30 aprile 2017

 

RAPID TORINO, E' QUI LA FESTA! Per la squadra del mister di Calabria Raffaele Oppedisano (che ci dice: "Avevo il peperoncino in tasca per scaramanzia", a breve tutte le interviste) arriva il salto aritmetico in Promozione: superato l'ultimo ostacolo in via Genova a Torino, ovvero il Pertusa. 1-4 il finale coi gol di Ruggiero, Daggiano (2) e Miscia.

 

PERTUSA-RAPID TORINO 1-4 - RAPID IN PROMOZIONE

Pertusa: Petrini, Marra, Orlandi, Francavilla, Palomba, Ferrero, Testa, Rizzi, Urzi, Savasta, Di Lucia. A disp.: Regaldo, Snalla, Turolla, Caroè, Scatigna. All.: Grieco.

Rapid Torino: Sampieri, Rammah, Quatela, Tartaglia, Colicino, Quattara, Robucci, Grippa, Daggiano, Orilio, Ruggiero. A disp.: Riva, De Matteis, Lo Savio, Miscia, Palmieri, Rossi, Zanotti. All.: Oppedisano.

Arbitro: Bui di Nichelino

Reti: 9' Ruggiero, 34'-45' Daggiano, 30' st Miscia, 32' st Caroè (P)

Note: Sampieri del Rapid para un rigore a Di Lucia al 12' st sullo 0-3.

PROSSIMI AGGIORNAMENTI: cronaca, foto, video dell'incontro.

 

I biancorossi, a lungo miglior difesa ed in testa per 13 giornate, possono quindi esultare! Per il Rapid subito lo spunto in prima posizione alla quinta giornata, poi discesa e nuovo salto in vetta alla fine del girone d'andata prima dell'inizio di un testa a testa esaltante con il Cit Turin, che torna davanti dalla 16esima alla 19esima. Nell'ultimo terzo di stagione, però, il Rapid ha alzato la voce tenendo il passo della nuova inseguitrice Mirafiori (34 punti in 13 gare come la squadra di De Vincenzo). E oggi, dopo la rimonta-scudetto da 0-2 a 3-2 contro il Carrara (vera impresa decisiva) ecco l'ultimo tassello...

 

E' festa grande per il portiere Sampieri, per il bomber trascinatore Ruggiero (22 gol), per tutto il gruppo compatto di ex Pozzomaina, per i punteri Robucci e Daggiano, il talentuoso Palmieri, il jolly Orilio, i metronomi Outtara e Rammah, gli esterni Quatela e De Matteis, il centrale Colicino, Miscia. Rumolo, Grippa, Zanotti e compagni.

 

LA NUOVA CLASSIFICA A -1 DALLA FINE

 

 

Squadre P G VC VF PC PF NC NF GF GS
RAPID TORINO 69 29 11 11 0 4 3 0 75 33
MIRAFIORI 64 29 10 9 1 2 3 4 89 36
CIT TURIN 57 29 11 6 3 3 1 5 63 43
CARRARA 90 52 29 8 8 5 4 2 2 55 35
VILLASTELLONE C. 52 29 8 8 4 5 3 1 58 42
ATLETICO SANTENA 48 29 9 5 3 6 3 3 64 36
POZZOMAINA 44 29 5 7 4 5 5 3 44 34
PERTUSA BIGLIERI 39 29 7 5 7 7 1 2 57 66
BARRACUDA 39 28 6 6 7 6 1 2 62 56
VIANNEY 37 28 6 4 5 6 3 4 36 43
KL CALCIO 36 29 4 5 6 5 4 5 39 43
BACIGALUPO 34 28 4 5 6 6 4 3 52 49
BALDISSERO 25 29 3 3 7 9 4 3 40 55
ORIONE VALL. 18 28 2 2 9 9 3 3 33 79
CAMBIANO 18 29 2 2 11 8 2 4 40 84
FILADELFIA M. 13 29 2 1 9 13 3 1 17 90

dom

30

apr

2017

Venaus torna in Prima Categoria! Città in delirio. Il nuovo talento? Moctar Bah, dalla Costa D'Avorio!

TRIPUDIO VENAUS, ECCO LA PRIMA CATEGORIA!

Oggi la storia di Moctar Bah: dalla Costa d'Avorio all'Italia

30 aprile 2017 - di Michele Rizzitano

 

VENAUS IN PRIMA CATEGORIA! Trionfa l'Ivrea, insieme ai rossoblù

 

Una domenica di festa per la squadra di Marrese, che ha affrontato lo Spazio Talent Soccer in trasferta (2-1 per i locali) per l'ultima giornata di Seconda girone E dove ha chiuso l'annata al 2° posto.

La qualificazione alla finale di Coppa (7 maggio a Vinovo, ore 15.30) e il contemporaneo trionfo dell'Ivrea nel proprio girone di campionato (situazione per la quale tifava tutta la città!) portano il Venaus automaticamente un gradino più su, ancor prima di disputare la finalissima tra una settimana a Vinovo, proprio perchè l'Ivrea già campione lascia di fatto libero il posto utile per il salto di categoria tramite Coppa alla seconda finalista!

 

Traguardo meritatissimo per il club formato paese della "dinastia" Bailo (da "nonno" Silvestro, scomparso nel 2015, all'attuale presidente Francesco fino al superbomber Alessandro), per il tecnico ex Susa, Alpignano, Nizza Millefonti, Rosta e Bvs Paolo Marrese e per tutta la squadra, che ha entusiasmato una valle Susa più volte in delirio in questa stagione grazie ad Avigliana (in Seconda) e Union Susa (in Eccellenza).

Ricordiamo che la Prima Categoria è il punto più alto per una società fondata solo nel 2012: fu già raggiunta nel 2014/2015 dopo l'incredibile doppia vittoria consecutiva dei campionati di Terza e Seconda tra 2013 e 2014.

 

Oggi per rendere omaggio al Venaus spazio ad un'intervista speciale "italo-francese": una  storia di una perfetta integrazione, quella che riguarda Moctar Bah, ragazzo 21enne in arrivo 7 mesi fa a Venaus dalla Costa d'Avorio (tramite Sicilia) notato dai dirigenti del Venaus Durandetto e Bruna giocare a pallone per strada nella vicina Meana. Poi il provino coi rossoblù e il verdetto di mister Marrese ai collaboratori: "Fate di tutto per tesserarlo, è forte ed è un bravo ragazzo". Lo conferma il dirigente Maicol Sibille: "Al primo allenamento si è presentato a tutti, uno per uno, e poi ha anche aiutato a pulire gli spogliatoi...Ha talento e si è fatto amare da tutti in pochi mesi". Una storia di sogni e di vita, prima che di pallone.

 

Una nostra collaboratrice si è messa in contatto con Bah, che parla quasi solo francese e che vive all'interno della cooperativa Babel di Meana.

Moctar, cosa significa per le te l'Italia? "Sono qui per inseguire i miei sogni...Tra tutti c'è quello di vivere una vita migliore di quella della Costa d'Avorio, dalla quale sono andato via per via della crisi, della povertà e della guerra civile. La mia città è Abidjan (ex capitale del paese e città più popolosa, nda). Un altro sogno è quello di continuare a giocare a pallone".

Come ti ha scoperto il Venaus? "Stavo giocando a pallone vicino alla struttura di Meana con alcuni ragazzi, poi i dirigenti del Venaus si sono presentati ed interessati a me, hanno parlato con i responsabili della cooperativa e abbiamo organizzato qualche allenamento. Così mi hanno tesserato. Sono molto felice e mi sono ritrovato in un gruppo bellissimo. Avevano sentito dire che in Italia non si vive molto bene ultimamente, ma per me questa è una chance importante. Attorno a me ho persone buone, voglio ricominciare da qui".

Bah arriva dall'esperienza al San Pedro (giovanili, il club milita nella serie A della Costa d'Avorio): "Ho tanti ricordi lì e soprattutto la mia famiglia. Il viaggio costa molto e non so quando potrò tornare a riabbracciarla. Negli ultimi sei mesi in Africa giocavo a calcio e andavo a scuola. Sì, in Costa d'Avorio si può vivere di calcio, ma solo i top player possono farcela. Se hai famiglia è molto dura. In più c'è una situazione d'instabilità generale dovuta a guerra e violenze...fare sport in serenità non è facile. Drogba? E' l'idolo del paese, ho avuto la fortuna di parlarci ma essendo più grande non ci ho mai giocato contro".

Con quali ragazzi del Venaus hai stretto amicizia? "Mi trovo bene con tutti, mi hanno accolto in modo stupendo. Ho legato in particolare con Mattia Favro, Lorenzo Vigna, Doriano e Marco Caffo, Luca Plano, Stefano Durandetto e tanti altri".

In varie partite, come nella doppia semifinale di Coppa col Calliano, hai dimostrato di saper far gol e anche un ottimo fiuto per gli assist: "Sono state due partite che mi hanno regalato grande gioia. Ho visto tanta gente in tribuna e tanti bambini seguire la squadra, poi sono anche riuscito a dare il mio contributo. Sono felice che questa sia una stagione di festa per la società, spero di continuare a togliermi grosse soddisfazioni con lo sport che amo da sempre, il calcio".

dom

30

apr

2017

Spareggio Borgaro-Juve Domo, Saluzzo-Fossano ai playoff. Denso e Atletico Torino, quasi Eccellenza! Festa Rapid

ECCELLENZA, CLAMOROSO SPAREGGIO BORGARO-JUVE DOMO!

Prima: Rapid, arriva la festa. Promo, sorpasso Atletico!

Festa Rapid Torino
Festa Rapid Torino

 aprile 2017

 

ECCELLENZA A

La Biellese-Alicese 2-2

Stresa-Alpignano 2-1 (20' Faraci, 23' st Pira (A), 46' st Cabrini)

Juventus Domo-Cerano 1-2 (3' Hado (J), 42' Salzano)

Borgaro-Città di Baveno 4-3 (8' Cabrini (C), 25' Varvelli (C), 16' st Ramalho (C), 45' Ferrarese, 32' st Parisi, 45' Pierobon, 49' st Parisi).

Aygreville-Trino 1-0 (6' st Rega)

Settimo-Pavarolo 1-

Borgomanero-Pont Donnaz 2-3

Orizzonti United-Rivarolese 0-1

BorgoVercelli-Charvensod 3-0

 

Verdetti

Clamoroso spareggio per il titolo: Juve Domo e Borgaro chiudono la stagione con gli stessi punti. Seguirà scontro secco. Chi perde tra le due andrà ai playoffs saltando il primo turno (Alpignano e La Biellese eliminate).

Playoffs: unico match del primo turno Borgovercelli-Aygreville (locali avanti per scontri diretti a parità di punti)

Retrocesse: Charvensood e Borgomanero in Promozione

Playout: Rivarolese-Cerano e Settimo-Pavarolo

 

ECCELLENZA B

Saluzzo-Albese 0-0

BonBonAsca-Benarzole 4-0 (32' Massaro, 41' rig. Lewandowski, 3' st Lewandowski, 27' st Ugali)

Corneliano Roero-Tortona 0-2 (4' Merlano, 40' st Rolandone)

Cheraschese-Castellazzo 1-1

Pro Dronero-Cavour 2-2 (13' Isoardi)

Colline Alfieri-Olmo 0-1 (7' Pernice)

Fossano-Rivoli 2-2 (20' Cravetto (R), 24' Bottasso, 6' st Saadi (R), 25' st Romani)

Riposa: Valenzana, Savigliano.

 

CHERASCHESE-CASTELLAZZO 1-1

Cheraschese: Tarantini, Sinato, Fontana, Nastasi, Prizio, Pirrotta, Gallesio, Pupillo, Oddenino, Celeste, Capocchiano. A disp.: Giustiniani, Sacco, Olivero E., Giordana, Di Stefano, Ovilero A., Audetto. All.: Brovia.

Castellazzo: Gaione, Alb, Cascio, Molina, Silvestri, Camussi, Bronchi, Viscomi, Cabella, Rosset, Piana. A disp.: Galardini, Cimino, Limone, Boveri, Costa, Crispoltoni, Zunino. All.: Merlo.

Arbitro: Filipov di Pinerolo (assistenti: Testa e Mazzucchi di Cuneo)

 

SALUZZO-ALBESE 0-0

Saluzzo: Marcaccini, Berrino, Serra A., Gozzo, Caldarola, Faridi, Tallarico, Chiotti, Morero, Bissacco, Micelotta. A disp.: Nardi, Porporato, Pedrini, Ferrero, Rivarossa, Favale. All.: Rignanese.

Albese: Corradino, Freda, Upinot, Anania, Del Santo, Buso, Colla, Manasiev, Capocelli, Bosco, Bandirola. A disp.: Pagliano, Dieye, Berruto, Scalzo, Novara, Gili, Gai. All.: Lovisolo.

Arbitro: Bertolussi di Nichelino (assistenti: Borga e Vasile Banasca di Torino)

 

Verdetti:

In serie D: Castellazzo già campione

Playoffs: Tortona-Cheraschese e Saluzzo-Fossano.

Playout (ultime 4 in griglia senza retrocessioni dirette): Olmo-Cavour e Colline-Valenzana.

L'Albese si salva in virtù di una migliore differenza reti nei confronti dell'Olmo (in campionato 1-1 e 2-2, decisivo il 3° criterio).

 

PROMOZIONE B

Vanchiglia-Bollengo 3-3 (5'-8' rig. Talentino (B)

Mathi-Caselle 3-0

Lascaris-Gassino 3-3 (11' Pasqualone (L), 19' Mandes (L), 9' st Apetzeguia, 26' st Secchieri (L), 28' st Dell'Aquila)

Venaria-Quincitava 1-1 (15' Monti)

Atletico Chivasso-Santhià 3-0

San Maurizio-Nolese 1-0

Victoria Ivest-Union Susa 0-4

Ivrea Banchette-Volpiano 5-3

 

LASCARIS-GASSINO 3-3

Lascaris: Toscano, Mandes (espulso al 10' st), Sigismondi, Secchieri, Malvicino, Gallo, Pasqualone, maugeri, Cavazzi, Mirto, Serafino. A disp.: Leone, Castiglia, Rauseo, larotonda, Lavalle, Tonda, Dilonardo. All.: Cocino.

Gassino: Steni, Da Pozzo, Canepa, Dell'Aquila, Capitao, Giorgi, Cravero A., Zucco, Cagliostro, Saraceno, Apetzeguia. A disp.: Cereser, Giovannelli, Cravero L., Calza-Metre, Giannini, Cotto, Romeo. All.: Fontana.

Arbitro: Scala di Nichelino (assistenti: De Giulio e Gilli di Nichelino)

 

Verdetti:

In Eccellenza: Union Susa già campione.

Playoffs: ad oggi niente playoffs. San Maurizio 64, Lascaris 52 (è a -12 per cui niente partita playoffs), dietro Nolese 45, Vanchiglia 45.

Retrocesse: Santhià.

Playout: Ivrea 38 (salvo), Mathi 34, Gassino 33, Venaria 33, Ivest 25, Caselle 21, Santhià (retrocesso) 16. Ad oggi unico match Venaria/Gassino-Ivest. Il Caselle può solo sperare di vincere col Vanchiglia e di agganciare a -9 Gassino e Venaria, se una delle due o entrambe perderanno l'ultima partita.

 

PROMOZIONE C

Bsr Grugliasco-Boves 4-4 (9' Fondello, 15' Miha (B), 23' Raimondi (B), 26' Cedro, 34' Di Pasquale, 45' Fondello, 4' st Miha (B)

Giovanile Centallo-Carmagnola 0-4 (39'-45' Caserio, 38' st Fissore, 41' st Capobianco)

Piscinese Riva-Pancalieri Castagnole 1-2

Denso-Revello 3-0 (15' pt-19' st rig. Ammendolea)

Chisola-San Sebastiano 0-1 (26' st Donatacci)

Moretta-Trofarello 2-1 (6' Casale (T), 10' Tortone)

Pedona-Villafranca 1-1 (5' st Barale (P), 14' st Allasia)

Carignano-Villar Perosa 4-0 (23' Cincinnato, 45' Baracco, 22' st Cavaglià)

 

DENSO-REVELLO 3-0 (Denso in Eccellenza con un punto negli ultimi 90 minuti)

Denso: De Miglio, Bertelli, Benedetti, Esposito, Carfora, Ferretti, Bustreo, Zanchi, Dalla Costa, Ammendolea, Fascio. A disp.: Bosticco, Shtembari, Di Francesco, Mascarello, Geografo, Petruzzelli, Benedetto. All.: Panetta.

Revello: Armando, Borello, Nika, Tortone, Bessone, Agù, Preci, Blua, Martucci, Pedrini, Tevino. A disp.: Franco, Dalmasso, Kumbulla. All.: Perlo.

Arbitro: Catanzaro di Catanzaro (assistenti: Ammirante di Torino e Di Meo di Nichelino)

 

CENTALLO-CARMAGNOLA 0-4 (ospiti salvi)

Centallo: Bersano, Molardo, Pellegrino, Giordana, Stoppa, Tallone, Viglione, Brizio, Magnino, Raspo, Racca. A disp.: Olivero, Massucco, Viale, Parola, Bertone, Ristorto, Curti. All.: Bianco.

Carmagnola: Sperandio, Musso, Montemurro, Vailatti, Basiglio, Curcio, Osella, Capobianco, Caserio, Carluccio, Tirante. A disp.: Lopreiato, Larosa, Camisassa, Gaido, Citeroni, Fissore, Barbatano. All.: Boetti.

Arbitro: Giordano di Collegno (assistenti: Pinna e Boaglio di Pinerolo)

 

PEDONA-VILLAFRANCA 1-1

Pedona: Peano, Berteina, Agnelli, Volcan, Giordana, Parola, Barale, Brino, Pepino, Dalmasso, Gastaldi. A disp.: Erbì, Desmero, Musso, Coates, Domestici, Pellegrino, Konate. All.: Cordero.

Villafranca: Basano, Scaglia, Allasia, Ferrati A., Brignolo, Fraccon, Stangolini, Pizzolla, Peretti, Balsamo, Montanari. A disp.: Filpeppo, Palmero, Accollo, Giay, Ferrati M., Baruzzo, Garetto. All.: Caputo.

Arbitro: Moncalvo di Collegno (assistenti: Borio e Vitiello di Cuneo)

 

Verdetti:

Corsa al titolo: Denso 60, Pedona 57. Denso campione con un punto.

Certe dei playoffs: Pedona 57, Revello 52, Giov. Centallo 52, Piscinese 49. Lotta soltanto per il 3° posto Centallo/Revello.

Retrocesse: Boves e Villar Perosa.

Playout: Moretta 39 (salvo), Villafranca 38 (salvo), Carmagnola 36 (salvo per il distacco nei confronti del Boves), Carignano 35, Trofarello 32, San Sebastiano 28, Boves 19, Villar Perosa 12.

Ad oggi Trofarello-San Sebastiano ai playout.

 

PROMOZIONE D

Nuova Sco-Atletico Torino 0-3, Arquatese-Barcanova 1-0, SG Chieri-Cassine 1-0, Canelli-Cbs 2-0 (2' Cherchi, 43' Gueye), Asti-Cenisia 1-0, Villanova-Savio Rocchetta 1-0, Pozzolese-San Giuliano 5-3, Lucento-Santostefanese 0-0.

 

Lotta al titolo: Atletico Torino 58, Lucento 57, Savio 54.

Playoffs: ad oggi un unico match tra Savio e Canelli. Fuori tutte le altre perchè a -11 dal Lucento, sempre a 90 minuti dal termine. Lucento 57, Savio 54, Canelli 51, Asti 46, Santostefanese 45, Cbs 44.

Playout: Cassine 30, San Giuliano 25, San Giacomo Chieri 24, Nuova Sco 20, Pozzolese 13 (retrocessa). Ad oggi unico match playout tra San Giuliano e San Giacomo (Nuova Sco a -10 dal Cassine).

 

PROMOZIONE A

Arona-Accademia Borgomanero 0-0, Ponderano-Briga 1-1, Cavaglià-Castellettese 2-0, Omegna-Città di Cossato 1-1, Formarco-Dormelletto 3-3, Piedimulera-Fulgor 2-2, Romentinese-Oleggio 1-2, Dufour-Sinergy Verbania 1-1.

 

Zoom: Arona (61) in Eccellenza.

Certe dei playoffs: Piedimulera 55, Cavaglià 54, Accademia 48, Oleggio 48.

Playout: Castellettese 35, Città di Cossato 35, Ponderano 28, Fomarco 25, Briga 25, Sinergy 24.

 

PRIMA D

Pro Collegno-Bussoleno 4-1 (2 Franceschi, Bommaci, Daviduta), Villarbasse-Bvs 7-1, Olympic Collegno-Esperanza 1-1, River Mosso-Pianezza 0-2, Collegno Paradiso-Real Leinì 4-0, Caselette-Rosta 1-4, Cnh Industrial-San Mauro 3-0, Corio-Valdruento 2-2.

 

In Promozione: San Mauro (64) già campione.

Certe dei playoffs: Collegno Paradiso 55, Pianezza 53, Valdruento 52

In corsa per i playoffs: River Mosso 48, Esperanza 48. Battaglia punto a punto, spera ancora l'Esperanza di soffiare il 5° posto al River.

Playout: Cnh 37 (salvo), Real Leinì 36 (salvo), Bussoleno 32, Villarbasse 32, Olympic 28, Rosta 20, Bvs 14. Bvs già retrocessa, il Rosta vince col Caselette 1-4 e spera ancora di accorciare il distacco all'ultima giornata nei confronti della quintultima (Bussoleno o Villarbasse).

 

PRIMA E

Cit Turin-Baldissero 5-1, Bacigalupo-Barracuda 3-2, Villastellone-Filadelfia 13-0, Carrara 90-KL Calcio 1-2, Atletico Santena-Mirafiori 1-2, Vianney-Orione 0-3, Cambiano-Pozzomaina 1-2, Pertusa-Rapid Torino 1-4 (9' Ruggiero, 34'-45' Daggiano, 30' st Miscia, 32' st Caroè (P).

 

PERTUSA-RAPID TORINO 1-4 - RAPID IN PROMOZIONE!

Pertusa: Petrini, Marra, Orlandi, Francavilla, Palomba, Ferrero, Testa, Rizzi, Urzi, Savasta, Di Lucia. A disp.: Regaldo, Snalla, Turolla, Caroè, Scatigna. All.: Grieco.

Rapid Torino: Sampieri, Rammah, Quatela, Tartaglia, Colicino, Quattara, Robucci, Grippa, Daggiano, Orilio, Ruggiero. A disp.: Riva, De Matteis, Lo Savio, Miscia, Palmieri, Rossi, Zanotti. All.: Oppedisano.

Arbitro: Bui di Nichelino

Note: Sampieri del Rapid para un rigore a Di Lucia al 12' st sullo 0-3.

 

In Promozione: Rapid 69

Playoffs: Mirafiori 64, Cit Turin 57, Carrara 52, Villastellone 52 , Atletico Santena 48. Da decidere l'ordine in classifica, ma occhio al distacco tra Mirafiori e la quinta (niente 1° turno playoffs se sarà pari o superiore ai 10 punti). Ad oggi unico match Cit-Carrara (Villastellone a -12 dal Mirafiori).

Playout: Bacigalupo 37, Kl 36, Baldissero 25, Orione 21, Cambiano 18, Filadelfia 13. Ad oggi unica partita tra Baldissero e Orione. Cambiano a 16 punti di distacco dal Kl, un piede e mezzo in Seconda.

 

PRIMA F

Racconigi-Airaschese 3-1, Bricherasio-Atletico Racconigi 2-2, Vigone-Infernotto 2-0, Perosa-Lesna Gold 2-1, Luserna-Nichelino 0-2, Aurora Piossasco-Pinasca 1-1, Borgaretto-Pro Polonghera 0-2, Bruinese-San Secondo 2-2.

 

In Promozione: Infernotto già campione.

Playoffs: Atletico Racconigi 59, Racconigi 58, Perosa 56, Pinasca 50. Pinasca ancora qualificato ai playoff perchè a -9 dall'Atletico a 90 minuti dal termine.

Playout: San Secondo 36, Airaschese 30, Borgaretto 27, Vigone 27, Bruinese 23, Luserna 2 (retrocesso).

 

SECONDA E

Atletico Alpignano-Borgata Parella 7-0, Forno-Cafasse Balangero 0-2, Rubiana-Excelsius, Chianocco-Fiano Plus 1-2, Emit Boys-Gabetto Venaria 1-1, Spazio Talent-Venaus 2-1 (40' Bailo). Riposa: Ardor.

 

Zoom: Cafasse Balangero in Prima a suon di record.

Il Venaus è in Prima Categoria per effetto della vittoria del campionato dell'Ivrea, finalista come i rossoblù di Coppa Piemonte.

 

IVREA 1905-JUNIOR SALASSA 4-1

Ivrea 1905: Giarnera, Bonacci, Gremmio, Botte, Enrico A., Chiappero, Migliorin, Bassino, Enrico G., Rabbi, Agostino. A disp.: Bizzotto, Gheorghe, Benetti, Oberto, Silvi, Chiea. All.: Pairotto.

Junior Salassa: Eusebio, leone, Filippone, Cavallo, Iadicicco, Piasentin, De Fazio, Verre F., Peres, Verdoliva, Ciancio Todaro. A disp.: Verre A., Fassiano, Giachino, Raviglione. All.: Abbate.

Reti: 8' Enrico G., 37' aut. Iadicicco, 10' st Verdoliva (J.S.), 27' st Enrico G.

TABELLONI FINALI COPPA PIEMONTE

Chisola-Lucento: 14 maggio a Grugliasco ore 17.30

Valdruento-Montatese: 14 maggio a Grugliasco ore 15

Venaus-Ivrea: 7 maggio a Vinovo ore 15.30

dom

30

apr

2017

Confusione San Mauro. Telesca: "L'accordo c'è". Poi il comunicato del club: "Smentiamo le voci""

SAN MAURO - "CHE CONFUSIONE, SARA' PERCHE'...PERZIANO"

Invece di confermare Telesca la società frena: ancora misteri

30 aprile 2017

 

Ci passate questa considerazione sul San Mauro? Papale, papale: non ci stiamo capendo più niente.

Eravamo rimasti ad una festa a Collegno, raccontata e filmata dalla redazione con piacere visti gli straordinari numeri macinati dalla squadra in Prima girone D per tutta la stagione. Poi, apriti cielo.

La squadra vince il campionato e viene esonerato l'allenatore Perziano (ancora oggi furibondo). Perchè? La risposta ufficiale è stata "decisione tecnica", ma come si fa a cacciare un allenatore che vince e che ha in mano totalmente la sua squadra? Da qui il titolo che rievoca il ritornello "Che confusione, sarà perchè...".

 

A noi questa mossa è sembrata l'abc di un manuale perfetto: come smontare l'entusiasmo di un gruppo (siamo in contatto con gran parte della squadra, confermiamo che è così), come far incavolare aspramente un allenatore che ha trionfato e che non ha potuto neanche chiudere la stagione in panchina e come far arrabbiare i giocatori (sono partite multe salate e qualcuno, come Schinco, ha lasciato la squadra in anticipo). E' la fine del calcio: il giocatore che riconsegna la borsa prima della fine del campionato. Era stato espulso nella semifinale di andata di Coppa per proteste nei confronti dell'arbitro: zero risse, zero danni. Niente di mai visto o di trascendentale tanto da punirlo con una multa esemplare. Il motivo? Danno d'immagine alla società che voleva fortemente la Coppa e che aveva ancora a disposizione la semifinale di ritorno. Ebbene, per raggiungerla la scelta è stata quella di esonerare l'allenatore che ha trionfato in campionato: ci resta qualche perplessità. E soprattutto: per molti addetti ai lavori è stata proprio questa scelta il vero danno d'immagine.

 

Non basta? Se le scelte tecniche dovevano scuotere l'ambiente e portare ad una qualificazione alla finale di Coppa ottenuta dal gruppo compatto attorno all'allenatore Perziano alla fine non è andata proprio così: senza un tecnico in panchina è passato il Valdruento...

Tutto ciò dopo un campionato vinto. Pazzesco. Sarà venuto in mente a qualcuno che forse con Perziano la squadra avrebbe potuto essere più carica e unita per la semifinale di ritorno? Chissà. Se dovessimo anche citare i "casi" Berta (esonero sotto Natale da primo in classifica) e Diliberto (per qualcuno "vice-tecnico", per altri collaboratore, poi una presunta chiacchierata col Rivoli ed il passo indietro della società) ci sarebbe tanta altra carne al fuoco. Va bene così.

 

Ma adesso c'è di più. In queste settimane è ormai noto a tutti di come l'ex Lucento Salvatore Telesca sia stato avvicinato al San Mauro: lo ha confermato lui stesso con dichiarazioni a più riprese, lo hanno confermato dirigenti come Gallo (ds) e Scoglietti (responsabile prima squadra).

Dopo tutto ciò e dopo un'ultima intervista rilasciata da Telesca ieri pomeriggio (riconfermando l'accordo, "mancano solo i dettagli") la società sabato in tarda serata ha rilasciato sul web questo comunicato ufficiale come smentita:

 

"A seguito di indiscrezioni giornalistiche di queste ore, apparse su alcuni media, circa l'ingaggio di Salvatore Telesca, quale futuro tecnico della Prima Squadra, la Società USD SANMAURO Calcio, smentisce le voci circolate circa il futuro tecnico per la prossima stagione nonche' qualsiasi altra iniziativa di mercato. La società SanMaurocalcio, tiene in grandissima considerazione Mister Telesca, per le sue capacità e professionalità. Tuttavia una decisione così importante per la guida della squadra in Promozione l'anno prossimo, non potrà che essere presa collegialmente che da tutto il Direttivo e dal suo Presidente".

 

A leggerla così ci sono due interpretazioni: o qualcuno della società non si è ancora espresso su Telesca (ma ricordiamo, il ds Gallo che è andato anche in panchina in queste ultime partite assieme a Balluardo ha già detto "sarà lui il nostro prossimo allenatore"), oppure non tutto il Direttivo è ancora "collegialmente" d'accordo. 

Misteri infiniti. Restamo in attesa di nuove comunicazioni ufficiali e delle reazioni di Telesca, che intanto ci ha detto: "Eppure ho parlato ancora ieri sera col San Mauro...".

0 Commenti

sab

29

apr

2017

Lucento campione regionale Juniores! Radin eroe del giorno: il liceo, la Juve, il sogno Medicina

RADIN (LUCENTO), L'EROE DELLA FINALE JUNIORES

Tifa Juve, è un difensore-bomber. Il sogno: Medicina

29 aprile 2017 - di Michele Rizzitano

 

LUCENTO-BORGARO 3-2 - FINALE REGIONALE JUNIORES

Reti: 8' Ricotta (B), 22' Radin, 45' Lo Giudice, 27' st Gai (B), 48' st Radin

 

Un eroe su tutti nella finale regionale Juniores (3-2 per il Lucento al Borgaro, qui la cronaca): è Alessandro Radin, difensore centrale e "bomber" da 3 gol in 2 partite, ma soprattutto autore di due reti nell'attesissima finale di Ivrea. E' proprio di Radin, giocatore cresciuto a pane e Lucento, il gol della vittoria con un'incornata su corner al 94'.

 

Alessandro, raccontaci tutto...: "Sto vivendo un'emozione indescrivibile assieme ai miei compagni di squadra. Non ci credo ancora, due gol in finale è qualcosa che ricorderò per sempre. Io ho sempre e solo giocato nel Lucento, quest'anno sono particolarmente felice dei risultati della società che è prima in Promozione D a due giornate dal termine e che sta facendo molto bene con altre squadre del settore giovanile. E' una stagione bellissima, poi dopo questo titolo Regionale Juniores ancor di più...Ora manca solo l'ultima ciliegina, anzi le ultime due. L'Eccellenza, per raggiungere la quale ci aspettavano altre due finali, e la Coppa Promozione...". Radin infatti fa già parte della prima squadra diretta da Senatore. E dice: "Che impresa contro il Savio Rocchetta. Una partita perfetta...".

 

Ma torniamo ad Ivrea. La partita vista da Radin: "Un avvio difficile, il nostro. Il Borgaro è stato bravo, ci ha messo sotto e il Lucento non è entrato in campo con l'atteggiamento che ci appartiene. Avevamo paura di giocare. Poi dopo essere andati sotto è come se fossimo stati mentalmente più liberi, anche di provare certe trame. E' uscita fuori tutta la nostra rabbia e voglia di vincere, assieme alla qualità di alcune giocate. Abbiamo avuto diverse palle gol e siamo riusciti a ribaltarla a fine primo tempo sul 2-1 per noi. A quel punto sentivamo il match in pugno...".

Ma Gai del Borgaro si è inventato una punizione geniale sfruttando il fatto di non aver chiesto la distanza: "Sì, non so cosa sia successo perchè è successo tutto molto in fretta. Non avevamo un uomo davanti alla palla ed è arrivato il 2-2. Tra i tanti gol che potevamo prendere contro un avversario così forte lo abbiamo subìto nel modo più stupido possibile...Peccato".

Poi l'urlo finale che spazza via tutto: "Sembrava dovessimo andare ai supplementari, ma all'ultimo secondo mi sono buttato su quel pallone schiacciandolo in rete. A quel punto ho solo visto esultare la squadra da tutte le parti, mentre correvo scoppiando di gioia. Sono stati secondi emozionanti".

Dediche: "Sicuramente alla squadra, a tutti i miei compagni e all'allenatore. Un gruppo fantastico che si è allenato sempre con impegno e sacrificio, anche se molti giocatori fanno avanti e indietro dalla prima squadra. Siamo stati sempre compatti. Il segreto? Divertirsi sempre in questo splendido sport, prima di tutto...".

 

Studi, sogni, progetti e fede calcistica: "Questo per me è l'anno della maturità. Studio al liceo scientifico. La materia che amo di più? Storia. Il mio sogno? Diventare un medico, di fatti credo mi iscriverò al test per Medicina. Cosa tifo? Natralmente Juve, anche perchè abito a 100 metri dallo Juventus Stadium...Sono bianconero da sempre, così come un giocatore del Lucento da sempre. Ho iniziato in questa società in prima media, leggermente più tardi...Dopo due titoli regionali in tre anni e una finale persa a Chianciano oggi ho vissuto l'ennesima festa. Ma questa è particolare, condita da due gol che non scorderò mai...".

Curiosità: tra gli hobby il bunjee jumping. Alessandro ci dice: "Ho sconfitto la paura, mi sono lanciato da 150 metri...".

Tornando al calcio: Radin calcia bene anche le punizioni. Se in prima squadra "davanti" a lui ci sono gli imprescindibili Perrone, Rizzo e Lepera, in Juniores ha già segnato 7 gol...Altro che difensore centrale!

ven

28

apr

2017

Juniores, Lucento campione regionale! Pazzo 3-2 al Borgaro, gol all'ultimo secondo di Radin!

JUNIORES, IL TITOLO REGIONALE AL LUCENTO!

Foto facebook
Foto facebook

29 aprile 2017

 

JUNIORES - TITOLO REGIONALE

LUCENTO-BORGARO 3-2


Lucento: Alongi, Pili, Luparia, Spione (21' st Concilio), Radin, Cortellazzo, Ferlazzo (29' st Dicembre), Riva Governanda, Filograno, Velleca (21' Lo Giudice), Mori. A disp. Cecconello, Guidi, Perino, Cristofaro. All. Maione
Borgaro: Borio, Di Vincenzo, Ferro (15' st Quaglio), Multari, Casellato, Bolfa, Feraru (6' st Civitella), Gai, Ricotta, Edalili, Arabia. A disp. Najmouddine, Amorese, Iodice, Chirone, Gharib. All. Faccini.
Reti: 8' Ricotta (B), 22' Radin, 45' Lo Giudice, 27' st Gai (B), 48' st Radin

 

Il futuro delle prime squadre è tutto loro. Ad Ivrea le "big" Borgaro e Lucento si sono sfidate per la consegna del titolo regionale della categoria Juniores: il trionfo è del Lucento! Percorso netto per i ragazzi di Maione e ancora una volta sono andati a segno, in rimonta, Radin e Lo Giudice dopo i gol al BorgoVercelli! Lo stesso Radin ha poi chiuso i conti nel finale con l'incornata vincente al 94'.

Il Lucento Juniores è sulla vetta del Piemonte: prima il trionfo nel proprio girone (60 punti, +13 sul Colline), poi quello nel quadrangolare eliminando BorgoVercelli, Volpiano e Arona, infine l'epico successo al "Pistoni" di Ivrea, campo glorioso, di fronte al tostissimo Borgaro!

 

E' un giorno di festa per mister Maione, per il portiere Alongi, per Radin, Pili, Luparia, Riva Governanda, Radin, Cortelazzo, Filograno, Lo Giudice, Ferlazzo (già visti e rivisti in prima squadra per la gioia di Telesca e Senatore) e per tutto il club che soltanto una settimana in Promozione festeggiava il gol all'esordio del classe '99 Andrea Dicembre, ennesimo gioiello in vetrina.

 

Ora per il Lucento inizierà (dal 13 maggio) la fase nazionale, che vedrà i piemontesi scontrarsi con altri team d'Italia verso la finalissima italiana del 17 giugno!

 

MINI CRONACA

 

Fischio d'inizio e subito un tentativo di Ricotta del Borgaro da fuori area. La squadra di Faccini è ancora pericolosa al 6' quando Arabia viene servito ottimamente da Ricotta e sfida il portiere Alongi perdendo il duello.

Le due fiammate anticipano il gol nell'aria, che arriva puntuale: 1-0 Borgaro all'8 proprio con Ricotta, il più scatenato in avvio! Sul corner di Arabia, dopo la spizzata di Feraru, ecco il tap in del bomber.

Il Lucento si affida al 21' a Lo Giudice, protagonista con il Borgovercelli: esce Velleca. Scelta azzeccata. Dopo qualche minuto infatti punizione del Lucento conquistata da Riva Governanda e gran gol di Radin! 1-1.

Dopo un diagonale di Ricotta al 29' occasionissima per Ferlazzo, che di testa divora il vantaggio su corner di Lo Giudice. Al 40' cambio di fronte e Borgaro vicinissimo all'1-2: miracolo di Alongi su Gai, poi Luparia spazza sulla linea sui piedi di Arabia, che prende il palo!

Al 45' standing ovation per Lo Giudice! 2-1 Lucento con un destro a rientrare alla Del Piero dell'attaccante torinese. Un gol capolavoro!

Ripresa. Spinge il Borgaro! Al 12' Alongi è decisivo su una conclusione del subentrato Quaglio, poi sgommata di Arabia e diagonale a fil di palo! 2-2 solo accarezzato.

Il pareggio arriva però al 27' st! Genialata di Gai, che batte a sorpresa una punizione dal limite senza chiedere la distanza. Grandi proteste del Lucento, 2-2!

Poi una fase confusa e spezzettata. I supplementari sembrano ad un passo e invece...3-2 del Lucento all'ultimo minuto di recupero! Grande incornata di Radin su corner e delirio per i ragazzi di Maione! Ancora una beffa per il Borgaro dopo la sconfitta in finale 2016 col Settimo.

ven

28

apr

2017

Villafranca, è Stefano Baron il nuovo tecnico. Il ds Pronino: "Torna qui dopo i trascorsi da giocatore in Eccellenza"

VILLAFRANCA, UFFICIALE BARON

Il ds Pronino: "Felici della scelta, qui è di casa"

28 aprile 2017 - di Michele Rizzitano

 

ULTIM'ORA PROMOZIONE C (classifica)

 

ORE 16

 

Conferma ufficiale a Villafranca: il nuovo allenatore per la stagione 2017/2018 è l'ex Cumiana, Alpignano, Piscinese Riva, Brandizzo e Rosta Stefano Baron. Dopo vari sondaggi questo nome era balzato da subito in pole position e ad oggi potremo dire non a caso.

 

Il ds Marcello Pronino: "Siamo molto contenti della scelta, ci siamo intesi subito fin dal primo incontro. Baron tra l'altro ha giocato a Villafranca alla fine degli anni '90 in Eccellenza e qui sarà come a casa. Stefano ha voglia di rilanciarsi e noi di crescere con lui in un progetto pluriennale. Vogliamo costruire qualcosa di importante nel tempo, anche se il primo anno sarà di assestamento a causa di un ridimensionamento del budget. Poi andremo a caccia dei playoffs".

 

Notizia ufficiale anche per la panchina della Juniores Regionale: nuovo tecnico Ivan Gaydou, mister di Luserna San Giovanni.

ven

28

apr

2017

Valdruento in finale di Coppa! Nicolè: "C'è il marchio di fabbrica del nostro splendido gruppo, sempre unito"

NICOLE' SEGNA AL SAN MAURO: VALDRUENTO IN FINALE!

Il centrocampista al 7° gol stagionale

28 aprile 2017

 

ValDruento in finale di Coppa Prima Categoria! Tutta la gioia di Davide Nicolè, che ha deciso la semifinale di ritorno contro il San Mauro (1-0): "Una serata speciale per me che non avevo mai giocato una partita così importante...Sono felicissimo, a lavoro trovandomi in un centro commerciale faccio i turni anche di domenica e non sempre posso essere presente in campionato. Esserci ieri in Coppa e segnare è stato stupendo. Questa finale ha il marchio di fabbrica del nostro gruppo. Ce lo siamo detti ad inizio anno, uniti si andrà lontano...".

 

A Druento una serata spettacolare: spalti gremiti, fumogeni, cori e striscioni. Ancora Nicolè: "Fa davvero piacere vedere così tanta gente. Onestamente ci aspettavamop un bel tifo, ma non una presenza così massiccia. Grazie a tutti...Sono contento di aver fatto gioire il nostro pubblico, il 14 maggio cercheremo di alzare a tutti i costi una storica Coppa Piemonte. Il perchè dei progressi di questa stagione? Il gruppo prima di tutto, mi ripeto, e poi il lavoro del mister Balla. Io sono arrivato qui a metà della scorsa stagione, c'erano già i presupposti per far bene. In campionato lo abbiamo già dimostrato e la qualificazione ai playoffs è il giusto premio per l'impegno dimostrato da tutti ad ogni allenamento, settimana dopo settimana. La Coppa è qualcosa in più che nessuno si aspettava. Ora siamo in finale, vogliamo vincere...Fin qui è stato troppo bello, c'è da dare l'anima in quella partita secca".

E il San Mauro? "Resta un'ottima squadra, ma nei 180 minuti siamo andati meglio noi e non ho dubbi. Il morale ora è altissimo a livello personale e di squadra. Ho segnato il mio settimo gol stagionale, non vedo l'ora che arrivi il 14 per vivere tutte le emozioni della finalissima...".

 

VALDRUENTO-SAN MAURO 1-0 (andata 1-1) - Semifinale Coppa Prima Categoria

Valdruento: Borgogno, Senatore, Mautone, Negretto, Bettineschi, Nosrallah, Nicolè, Garzia, Sanna, Amaral, Giuliani. A disp. De Rossi, D'Ortenzi, Lonardo, Domizi, Tornabene, Battaglia, Seccia. All.: Balla.

San Mauro: Ignazzi, Patrono, Gentile, Di Fiore, Lasaponara, Musa, Marocco, Grimaldi, Di Bella, Bonomo, Greco Ferlisi. A disp. Pelassa, Talamo, Di Dedda, Mondino, Quaranta, Carvelli. All.: Balluardo.

Rete: 12' st Nicolè.

 

Mini cronaca - Primo tempo gestito alla grande dal Valdruento, che spegne le ambizioni del San Mauro sfiorando anche il gol con Nicolè (sinistro sopra la traversa). Al 46' c'è anche un gol annullato a Senatore partito secondo l'arbitro in fuorigioco sul precedente tiro di bomber Sanna: restano i dubbi.

Ancora Valdruento ad inizio ripresa con Amaral: Ignazzi decisivo. Poi ecco il gol di Nicolè, che trova il diagonale vincente al 12' st. 1-0. Qui sale in cattedra Borgogno, che dice di no al missile di Bonomo e poi ad un tiro di Greco Ferlisi. Partono le mischie e i calci piazzati, Bonomo è sempre pericoloso ma il Valdruento in contropiede sfiora il 2-0 con Nicolè e Sanna e resiste all'assedio ospite. E' finale contro la Montatese!

ven

28

apr

2017

Omar Sacco, 99esimo gol con la Montatese per la storica finale di Coppa! Highlights della semifinale col Cit

SACCO (MONTATESE): IL 99ESIMO GOL VALE LA FINALE!

Il bomber ai nostri microfoni: annata storica e non finisce qui

HIGHLIGHTS COMPLETI DELLA PARTITA (YOUTUBE E FACEBOOK)

28 aprile 2017 - di Michele Rizzitano

 

Montatese, è il punto più alto di sempre nei 54 anni di storia! Ieri sera la qualificazione alla finale di Coppa Prima Categoria (traguardo mai raggiunto), in campionato il record di punti (54) e un attuale 2° posto in condivisione con la Saviglianese, posizione che spedirebbe ai playoffs il piccolo grande club di Montà d'Alba.

 

Ieri sera una pazza esultanza dei gialli di Maurizio Battaglino (GUARDA LE IMMAGINI SU FACEBOOK e Youtube) sconfitti 2-1 contro il Cit Turin nella semifinale di ritorno ma vittoriosi 1-0 all'andata. Pesantissimi i gol di Freccia-Rosso due settimane fa e di Omar Sacco ieri sera su rigore: una grande azione da parte di Mazzittelli, che come Fabio Grosso ai Mondiali 2006 di Germania (partita Italia-Australia) sbuca da sinistra, dribbla il portiere col mancino e viene atterrato. Per il Cit Turin, che ha giocato con cuore e qualità (vedi i 7-8 passaggi per il 2-1 di Gianarro) un grande applauso e qualche rimpianto per un gol annullato forse ingiustamente sullo 0-0 (lo conferma un fermo immagine) e per un tocco di braccio dubbio in area ospite nel finale.

E' toccato ad Omar Sacco togliere le castagne dal fuoco a metà ripresa: quel rigore oggi vale un capitale. Il bomber della Montatese ha giocato fino a 22 anni nel Roero, poi si è trasferito al Montà vincendo la Seconda Categoria, tornando poi di nuovo a Roero e di nuovo a Montà (questo è il 3° anno).

 

Omar, è arrivato il 99esimo con la maglia della Montatese...: "Sì, un'emozione stupenda. Questa è la stagione più importante della società dall'anno della sua fondazione. In finale di Coppa non ci siamo mai stati, tantomeno in Promozione. E' un sogno e adesso vogliamo realizzarlo per davvero, chiudendo in bellezza".

Come hai vissuto i vari cambiamenti di risultato contro il Cit Turin? "Sono sempre stato abbastanza tranquillo. In ogni caso ci eravamo detti di provare a segnare almeno un gol, prima o dopo. L'1-0 del Cit ci ha messo un po' in difficoltà, loro si sono dimostrati una squadra di qualità e hanno giocato molto bene i primi 20 minuti. Ce lo aspettavamo. Poi siamo tornati in partita e dopo aver subìto gol abbiamo riguadagnato metri, facendo molto meglio dei nostri avversari ad inizio ripresa e segnando l'1-1. Nel finale naturalmente è scattato l'assedio del Cit, è arrivato il 2-1 ma ci siamo difesi benissimo. Sapevamo di dover gestire la loro pressione e un ambiente ostile".

 

Per pochissimo (un palo) non è arrivato anche il 100esimo gol: "A questo punto spero di farlo domenica, prima ancora che in finale. Dopo aver segnato il rigore a momenti svenivo, per la gioia ho quasi spremuto tutte le energie. Avevo l'adrenalina a mille, quel pallone da calciare sembra una palla medica...".

Il 14 maggio affronterete il Valdruento: "Sono felice di rincontrare il portiere De Rossi, che ha giocato con me anni fa nel Roero. Non li conosciamo moltissimo, ma adesso prenderemo tutte le informazioni necessarie per contrastarli e trionfare. Prima di tutto ciò dobbiamo pensare a domenica e alla partita contro la Valvermenagna. Vogliamo arrivare secondi in campionato così da affrontare eventualmente i playoffs sempre in casa e da avere un'alternativa parallela nella strada verso la Promozione. Intanto oggi ci godiamo la festa per qualcosa che mai era capitato prima...".

 

CIT TURIN-MONTATESE 2-1

Cit Turin: Orsini, Guacchione (37' st Badura), Baudino, Cirillo (39' st Gigante), Moncalvo, Cattaneo, Sandiano (23' sr Gagliardi), Vargiu, Gianarro, Panarese, Salvador. A disp.: Controverso, D'Agostino, Sartori, Bongiovanni. All.: Garau.

Montatese: Blending, Accossato, Mazzitelli, Sandri, Giusti, Chiarle, Grosso, Ienco (45' st Mottura), Sacco (39' st Tagliaferro), Rey, Veglio (41' st Ferrero). A disp.: Gatto, Balan, Gonella, Casetta. All.: Battaglino.

Arbitro: Currelli di Ivrea

Reti: 36' Gianarro, 22' st rig. Sacco (M), 38' st Gianarro.

 

FOTOGALLERY a breve

MINICRONACA: clicca qui

gio

27

apr

2017

Coppa Prima: Valdruento-Montatese sarà la finale! Eliminate San Mauro e Cit Turin

COPPA PRIMA: VALDRUENTO-MONTATESE IN FINALE!

27 aprile 2017

 

COPPA PRIMA CATEGORIA - semifinali di ritorno ore 20.30

 

VALDRUENTO-SAN MAURO (andata 1-1) 1-0 (14' st Nicolé)

 

Festa grande a Druento. Il gol di Nicolè piega un brutto San Mauro. Meritato il salto in finale per Negretto e compagni, già protagonisti dell'1-1 esterno all'andata. Un traguardo storico che il club di Balla si giocherà trofeo e salto in Promozione a Grugliasco contro la Montatese il 14 maggio!

 

CIT TURIN-MONTATESE (andata 0-1) 2-1

 

CIT TURIN-MONTATESE 2-1

Cit Turin: Orsini, Guacchione, Baudino, Cirillo, Moncalvo, Cattaneo, Sandiano, Vargiu, Gianarro, Panarese, Salvador. A disp.: Controverso, D'Agostino, Sartori, Bongiovanni, Gigante, Gagliardi, Badura. All.: Garau.

Montatese: Blending, Accossato, Mazzitelli, Sandri, Giusti, Chiarle, Grosso, Ienco, Sacco, Rey, Veglio. A disp.: Gatto, Balan, Mottura, Tagliaferro, Gonella, Casetta, Ferrero. All.: Battaglino.

Arbitro: Currelli di Ivrea

Reti: 36' Gianarro, 22' st rig. Sacco (M), 38' st Gianarro.

 

GUARDA IL RIGORE DI SACCO E L'ESULTANZA FINALE (clicca qui per Facebook)
PROSSIMO AGGIORNAMENTO: HIGHLIGHTS COMPLETI DELLA PARTITA SU FACEBOOK E YOUTUBE

 

Mini cronaca di Cit-Montatese: 15 minuti iniziali di studio. Al 18' annullato un gol al Cit Turin, ma Sandiano sembra in posizione regolare su assist di Gianarro (su Facebook le immagini). Al 20' sinistro alto ancora di Sandiano, seguito da un nuovo tentativo sempre alto di Salvador. Al 24' il Cit insiste con un destro di Gianarro.

Primo tentativo della Montatese al 25' con un tiro cross di Sacco, ma Orsini respinge con i pugni. Poi 1-0 Cit Turin: Gianarro segna in mischia su corner al 36'.

Riparte il secondo tempo con una bella punizione di Panarese del Cit Turin. La Montatese con un colpo di testa del numero dieci Rey sfiora il pareggio, ma la vera palla gol arriva al 15' con un bolide all'incrocio dei pali di Chiarle che però trova Orsini pronto per una gran parata. Al 20' gran destro di Sacco a fil di palo per la Montatese e dopo due minuti è lui a portare la squadra al pareggio segnando su rigore (atterrato Mazzitelli della Montatese dal portiere Orsini, un'azione che ricorda un po' il penalty concesso a Fabio Grosso ai Mondiali 2006 di Germania in Italia-Australia). 1-1. Il Cit Turin al 38' del secondo tempo torna di nuovo in vantaggio grazie alla girata bassa in area di Gianarro. 2-1. Parte l'assedio con uno sbilanciatissimo 2-4-4, ma nei cinque minuti di recupero il risultato non cambia più.

Montatese in finale col Valdruento!

gio

27

apr

2017

Eccellenza A, ultimi 90 minuti: Juve Domo, un punto per la D. Settimo-Pavarolo da brividi, speranze Charvensod

ECCELLENZA A, MATCH POINT JUVE DOMO

27 aprile 2017

 

Una sola gara al termine di Eccellenza A. Alla Juventus Domo basterà un punto sul campo amico contro il Cerano per laurearsi campione e balzare in serie D, ma gli ospiti al contrario daranno tutto per non retrocedere in Promozione facendosi scavalcare da uno Charvensod a sua volta atteso a BorgoVercelli.

 

Davvero un intreccio a distanza da seguire quello del girone A. L'incredibile statistica delle ultime 7 giornate dice con sorpresa che le squadre peggiori dell'ultimo mese e mezzo sono proprio Juventus Domo (6 punti) e Cerano (4 punti). Lunga frenata per i granata di Brando che però hanno un'occasione irripetibile per festeggiare: basterà loro non perdere.

 

Il Borgaro chiuderà il campionato con un Baveno già salvo a quota 47. C'è ancora una piccolissima speranza di arrivare a pari punti con la Juve Domo per la squadra di Licio Russo, che deve vincere e tifare assolutamente Cerano. La vittoria significherà per il Borgaro saltare il primo turno playoffs in quanto l'Alpignano sarebbe sicuramente distante almeno 10 punti (attualmente -12). Fuori dai giochi La Biellese (contro l'Alicese) e anche il Trino.

A 59 punti ecco BorgoVercelli e Aygreville. Promossi a pieni voti i valdostani di Rizzo, che ora vogliono difendere il terzo posto proprio contro il Trino. E qui si apre la lotta al 5° posto che vede l'Alpignano, questa volta, sperare soltanto in un passo falso del Borgaro: alla squadra di Gatta per andare ai playoffs servirà vincere in casa dello Stresa e tornare sotto i 10 punti di distacco dalla seconda.

 

Lo stesso Stresa ha tutto l'interesse di tenere alle spalle le attuali sei squadre guadagnando così la salvezza. La Rivarolese, invece, affronterà nell'ultima giornata in trasferta l'Orizzonti United già salvo, ma capace di battere due settimane fa il Trino. Occhio al distacco con la terzultima, ad oggi il Cerano: superiore o inferiore ai 9 punti? Nel primo caso niente partita playout.

La sconfitta per 2-1 subita a Rivarolo ha complicato i piani del Settimo di Viola, che ora ha come obiettivo primario quello di non farsi superare dal prossimo avversario, il Pavarolo, per giocare i playout in casa. Per ora 38 punti a 36. Un eventuale passo falso della Rivarolese consentirebbe al Settimo di affrontare in casa Cerano o Charvensod.

Match di fine stagione per il Pont Donnaz a Borgomanero e poi incontro con la società per mister Cretaz, già avvicinato all'Orizzonti (e sappiamo che non dispiacerebbe alla Juventus Domo per una serie D...).

gio

27

apr

2017

Ivrea in finale! Calandritti entra al 43' st e segna al primo pallone toccato: "Volevo spaccare il mondo..."

CALANDRITTI-GOL, IVREA IN FINALE DI COPPA!

27 aprile 2017

 

"Spero di continuare a dare emozioni ai miei compagni e a me stesso, proprio come ieri sera. Dopo il mio gol ho visto un'esultanza incredibile e una grande gioia nei miei confronti. Ero reduce da un campionato al di sotto delle aspettative a causa di due infortuni...Volevo spaccare il mondo".

 

Ma ora Matteo Calandritti, bomber dell'Ivrea, è tornato. E quel gol ieri sera sul campo del Genola ha messo il fiocco alla semifinale di ritorno e confezionato per la squadra di Pairotto la finale di Coppa Piemonte Seconda Categoria del 7 maggio contro il Venaus.

 

Calandritti entra al 43' st e segna tre minuti dopo al primo pallone toccato. Ci racconta il bomber: "Il mister mi ha detto "entra, prendi falli e tieni più palloni che puoi...". Io ho pensato "sì, e se riesco segno...". Al primo pallone toccato ho visto la rete gonfiarsi. Una gioia immensa, condivisa soprattutto con Giarnera e Chiappero che hanno vissuto il mio stato d'animo per tutta la mia tortuosa stagione. Sono dispiaciuto, non sono potuto rimanere sulle mie solite cifre in quanto a fase realizzativa a causa di due botte che ho preso e che mi hanno tenuto troppo tempo fuori dal campo".

Calandritti torna sul match terminato 1-1 dopo il 4-2 dell'Ivrea al Genola dell'andata: "Partita tosta e maschia su un campo piccolo. Sapevamo che i nostri avversari erano bravi in attacco e li abbiamo contenuti bene per un 'ora. Poi dopo il loro 1-0 ci siamo un po' abbassati e spaventati. Un'altra rete li avrebbe spediti in finale e sarebbe potuta arrivare su qualsiasi spizzata e mischia in fase di assedio. Giarnera ha fatto ottime parate e anche noi comunque abbiamo avuto buone palle gol sullo 0-0. Nel finale è toccato a me, ho fatto veramente il massimo...Voglio ringraziare i compagni, ma questo gol lo dedico soprattutto a me stesso. Per un attaccante è brutto fare pochi gol, ma purtroppo queste stagioni capitano, anche a 36 anni in una squadra fortissima come la nostra. Certo che il calcio è strano, perchè in una serata ti dimentichi quasi di tutto...".


E ora una ciliegina da mettere sulla torta, anzi due: "Per prima cosa vogliamo vincere il campionato domenica. Sarebbe un grande risultato per un club ambizioso, che vuole tornare in alto e che ha lavorato benissimo per riuscirci. Per me sarebbe il decimo campionato vinto e non vedo veramente l'ora...Poi cercheremo la storica doppietta vincendo anche la Coppa Piemonte a Vinovo. E questa per me sarebbe invece la prima...A Venaus contenti per il mio gol? Immagino, ho fatto felice tanta gente con quel gol ma soprattutto me stesso...".

GENOLA-IVREA 1-1 - Semifinale Coppa Seconda (ritorno)

Genola: Origlia, Olivero, Dalmasso, Manfredi, Canale, Caudana, Foletto, Garino, Piscioneri, Mostayd, Politanò. A disp. Brignone, Maccagno, Lamberti, Giordano, Oria, Riva, Biondi. All. Mondin.

Ivrea: Giarnera, Bonacci, Ghoerghe, Botte, Chiea, Enrico A., Migliorin, Chiappero, Enrico G., Rabbi, Agostino. A disp. Bizzotto, Gillio, Bassino, Dukanda, Benetti, Silvi, Calandritti. All. Pairotto.

Reti: 20' st Piscioneri, 48' st Calandritti.

 

FINALE: VENAUS-IVREA 7 maggio a Grugliasco ore 15.30

 

SECONDA GIRONE D (ultima giornata) - Ivrea 54, Ivrea Montalto 51, Gran Combin 44, Red Devils Verres 36, Grand Paradis 36, Quart 35, Bajo Dora 32, La Romanese 26, Cgm Sanson, Castellamonte, San Grato Ivrea, J. Salassa, Montjovet.

Prossimo turno: Ivrea-J. Salassa, Castellamonte-La Romanese, Cgm Sanson-Red Devils, Grand Combin-Montjovet, Quart-Grand Paradis, San Grato Ivrea-Ivrea Montalto. Riposa: Bajo Dora.

 

Venaus molto attento al risultato dell'Ivrea domenica prossima. Se arriverà anche solo un punto l'Ivrea sarà campione e il Venaus, finalista anche lui, sarà automaticamente in Prima Categoria.

gio

27

apr

2017

Coppa Prima Categoria: Valdruento-San Mauro e Cit Turin-Montatese, chi in finale stasera?

COPPA PRIMA: STASERA DUE VERDETTI!

27 aprile 2017

 

Stasera due verdetti: chi disputerà la finale di Coppa Prima Categoria il 14 maggio alle ore 15 sul campo del Bsr Grugliasco? In palio un salto diretto in Promozione che fa decisamente gola ai quattro club ancora in corsa. La situazione.

 

VALDRUENTO-SAN MAURO (andata 1-1, gol di Garzia e Di Fiore)

 

A Druento il San Mauro deve fare risultato, cercare di vincere e in ogni caso segnare almeno un gol. Se il futuro è ormai certo che passi dalla gestione tecnica dell'ex Lucento Salvatore Telesca il presente (con Gallo/Balluardo in panchina) vedrà la squadra combattere senza gli squalificati Saracino e Schinco, quest'ultimo fuori rosa per sua scelta dopo le vicende della gara d'andata.

La tensione resta molto alta tra i club di Prima girone D, che proprio non si amano nonostante la gara d'andata sia stata bella, combattuta e corretta, e lo dimostra un "post" di Bonomo pubblicato oggi su Facebook: il San Mauro tiene molto a ribaltare il punteggio e a sbarcare in finale per centrare una storica doppietta Coppa-campionato.

Dall'altra parte il Valdruento si sta confermando una delle migliori squadre degli 8 gironi di Prima Categoria nel girone di ritorno, dove ha messo in cassaforte 29 punti su 13 gare disputate, soltanto 3 in meno del San Mauro. Mister Balla ha portato forti progressi in prima squadra e si sta attualmente godendo il 3° posto solitario a -1 dal Collegno: anche in chiave playoffs il Valdruento è messo molto bene.

 

CIT TURIN-MONTATESE (andata 0-1, gol di Rosso)

 

Il gol di Freccia-Rosso, giocatore della Montatese reduce da 21 anni nella pallapugno e che ha iniziato pochi anni fa a giocare in Terza Categoria, vede gli ospiti ad oggi col muso davanti. Ma il Cit Turin è deciso a ribaltare tutta la situazione sfruttando la qualità dei suoi giovani Canta, Gigante, Sega, Salvador, Bacconi, Gigante, Controverso attorno ai leader Gagliardi, Panarese, Badura, Cirillo, Vargiu, Moncalvo e compagni. Attualmente è terzo posto in Prima girone E con 54 punti: ormai il campionato è nelle mani del Rapid Torino, a +5 sul Mirafiori. Il Cit proverà il percorso playoffs tentando di conservare la terza piazza guardandosi alle spalle dal ritorno di Carrara e Villastellone.

Nel cuneese, invece, Montatese a quota 54 al 2° posto del girone G assieme alla Saviglianese ma dietro per gli scontri diretti: a 180 minuti dal termine della stagione dietro al già campione Busca è lotta per la migliore posizione playoffs. La Montatese di Maurizio Battaglino ha giocatori di esperienza come Giusti, eterno centrocampista per tanti anni nel calcio torinese (lo ricordiamo al Sanremo 72 e Cvr), Cocito (ex Albese), Mottura (ex Pertusa), Ferrero, Pennasso, Tagliaferro, bomber Omar Sacco e Veglio, e anche di ottima prospettiva come il portiere ex Canalese del 2000 Emanuel Bledig.

 

Occhio alle combinazioni: se dovesse sbarcare in finale il San Mauro significherebbe salto in Promozione assicurato per una tra Cit Turin e Montatese, indipendentemente dal risultato della finalissima di Grugliasco. Il San Mauro ha infatti già vinto il campionato e libererebbe il posto per il salto di categoria tramite Coppa.

 

LIVE DELLE GARE SUL SITO QUESTA SERA DALLE 20.30

METEO: PREVISTA PIOGGIA SULLE DUE GARE

gio

27

apr

2017

Venaus in finale di Coppa Seconda, ad un passo dal salto in Prima. Marrese: "Che impresa a Calliano!"

MARRESE: "FINALE GIUSTO PREMIO PER I RAGAZZI"

Prima il Susa e l'Avigliana, ora il Venaus: che gioia in Valle

Mister Marrese (Venaus)
Mister Marrese (Venaus)

27 aprile 2017 - di Michele Rizzitano

 

Giorni di festa in valle Susa: domenica l'Union in Eccellenza (link), mercoledì la piccola grande Venaus in finale di Coppa Piemonte Seconda Categoria. Si tratta di un comune di circa 1000 abitanti i cui fan dimostrano sempre un incredibile passione nei confronti della squadra. Qualche esempio? Al campo sempre centinaia di presenze, poi c'è chi in paese raccoglie da anni statistiche sulla squadra (l'ultima ha proclamato ufficialmente i 100 gol di Mattia Favro), esiste un libro con le figurine e le foto annuali del Venaus, c'è una pagina Facebook sempre aggiornata, ci sono "live" su Whatsapp delle partite seguiti da mezzo paese e anche una fotografa ufficiale.

 

Tutto ciò per una squadra di Seconda è meraviglioso e la categoria è sicuramente un po' stretta. Per questo Paolo Marrese sta cercando assieme ai ragazzi di riportare in alto i colori rossoblù. Per ora la missione prosegue a gonfie vele: secondo posto in campionato, playoffs assicurati e finale di Coppa a suon di gol realizzati come sempre dall'immenso Bailo, da un Favro formato tripletta e dai vari compagni.

Ma c'è di più: domenica il Venaus passerà di fatto in Prima Categoria se l'Ivrea, altra finalista, vincerà il suo campionato. All'Ivrea manca proprio un punto e il Venaus potrebbe così acquisire il diritto del salto di categoria tramite Coppa come seconda finalista, indipendentemente dal risultato del 7 maggio. Ancora un grande momento per la valle Susa dopo i trionfi di Avigliana e Susa.

 

Intanto un passo indietro: 3-6 del Venaus al Calliano. Marrese: "Partita incredibile. Dopo 15 minuti eravamo fuori dalla Coppa, all'inizio ci hanno massacrati con un rigore sbagliato e due gol ravvicinati. Sotto 2-0 abbiamo tirato fuori il carattere segnando 2-1 e 2-2 con Bar e Favro. Lo stesso Favro era veramente imprendibile e dopo il 3-2 e il 3-3 di Bailo nella ripresa ha segnato una doppietta in apertura. A quel punto era ormai fatta ed è arrivato anche il gol di Bah, ragazzo molto interessante che arriva dalla Costa D'Avorio e ci sta dando una grossa mano. Il nostro attacco determinante? Sicuramente sì, ma tutta la squadra ha capito cosa si doveva fare a Calliano, cioè segnare tanti gol anche rischiando qualcosa. Bravi tutti, questa finale è un premio per il lavoro che stiamo facendo da inizio stagione. Ora non lo nego, qui domenica tiferemo tutti Ivrea...Significherebbe andare in finale a Grugliasco già certi della Prima Categoria".

mer

26

apr

2017

Venaus in finale di Coppa Seconda Categoria! C'è di più: possibilità del salto in Prima già domenica!

SPETTACOLO VENAUS! E' FINALE! DOMENICA SALTO IN PRIMA?

Trionfo rossoblù a Calliano, ora tutti a tifare Ivrea!

26 aprile 2017

 

COPPA SECONDA CATEGORIA

 

Venaus in finale di Coppa Seconda Categoria contro l'Ivrea! Partita pazza, 9 gol e un attacco come sempre esplosivo per la squadra di Marrese che dopo il 3-1 dell'andata stravince anche in trasferta nell'astigiano.

Ma c'è di più! Domenica il Venaus salterà in Prima automaticamente se l'altra finalista Ivrea conquisterà il suo titolo in campionato (basta un punto contro il Salussa) usufruendo così , indipendentemente dal risultato, di un posto libero di diritto per il salto di categoria tramite Coppa!

La finalissima di Coppa Seconda si giocherà a Vinovo il 7 maggio 2017 alle 15.30.

 

CALLIANO-VENAUS 3-6 finale (andata 1-3)

Reti: 12' Giardina, 15' Cuniberti, 24' Bar (V), 31' Favro (V), 43' Frascà, 46' Bailo (V), 5' st Favro (V), 7' st Favro (V), 40' st rig. Bah.

Calliano: Ceron, Rossi S., Rossi E., Ambrogio, Zambellini, Talora, Pavese, Zuin, Giardina, Cuniberti, Frascà. A disp.: Fida, Cascio, Lepuri, Coggiola, Rocchi, Salama, Incardona. All.: Mensio.

Venaus: Conte, Listello, Alpe, Rossero, Plano, Bar, Bah, Durando, Bailo, Favro, Caffo Doriano. A disp.: Durandetto, Matacelo, Quaretto, Geremia, Vigna, Caffo Marco, Tirinzio. All.: Marrese.

 

GENOLA-IVREA 1-1 finale (andata 2-4)

Reti: 20' st Piscioneri (G), 48' st Calandritti

 

FINALE 7 MAGGIO (VINOVO): VENAUS-IVREA

mer

26

apr

2017

Comunicato: Seconda, volano mattoni. Prima: Bussoleno-Olympic 0-3. Promo: Revello falcidiato

PRIMA: BUSSOLENO-OLYMPIC 0-3

26 aprile 2017

 

Un comunicato particolarmente ricco e curioso, quello pubblicato oggi (numero 81) sul sito Lnd, anche perchè contenente date, orari e campi di gioco delle finali di Coppa (guarda il link).

 

Collegamento diretto al comunicato: tutte le decisioni del Giudice sportivo.

 

PROMOZIONE

 

Tra le notizie di Promozione una interessa particolarmente alla Denso, che si sta giocando uno storico salto in Eccellenza. Domenica al Revello mancheranno infatti per squalifica Lucignani, Gaboardi, Stefano Pedrini, Mardoda (due giornate) e Melifiori.

Sempre nel girone C un mese di squalifica per il tecnico del San Giacomo Bonello (proteste reiterate nel ko per 0-2 contro l'Arquatese).

 

PRIMA CATEGORIA

 

Come da copione Bussoleno-Olympic 0-3 a tavolino. Sei gare di squalifica per Assetta del Bussoleno, due per Benarrivato e una per Raimo, sempre dei locali, mentre se la cava alla grande il portiere dell'Olympic Porro, che ha ammesso di aver scatenato il putiferio chiedendo scusa (link). L'arbitro non lo ha "beccato"...

 

Nuova classifica girone D (clicca qui): Villarbasse 28 quartultimo, Olympic 27 terzultimo. E' lotta per giocare in casa i playout.

 

Nel girone E Baldissero-Filadelfia Moncalieri 3-0 a tavolino. Gli ospiti non si sono presentati, retrocedono direttamente in Seconda e (speriamo di no) potrebbero ancora falsare il campionato negli ultimi 180 minuti essendo attesi dal Villastellone, quinto, e dal Cit Turin, terzo.

 

Nuova classifica girone E

 

SECONDA CATEGORIA, il ballo del mattone

 

Sei gare a Dia Chiekh del BorgoLavezzaro perchè "...colpiva con uno schiaffo un avversario. Successivamente, mentre si dirigeva verso gli spogliatoi, raccoglieva un mattone e lo scagliava all'interno del terreno di gioco senza colpire nessuno. Stessa cosa
faceva con una paletta di ferro".

mer

26

apr

2017

Finali Coppa Promozione e Prima: 14 maggio a Grugliasco! Seconda, si giocherà al Chisola Stadium

FINALI DI COPPA: CAMPI, DATE E ORARI

26 aprile 2017

 

Ci abbiamo preso: confermata data e campo della finale di Coppa Promozione che avevamo anticipato qualche settimana fa. Si giocherà a Grugliasco il 14 maggio alle 17.30 (dove verrà disputata alle 15 anche la finale di Coppa Prima Categoria), mentre in Seconda due tra Ivrea, Venaus, Genola e Calliano si affronteranno a Vinovo (foto) il 7 maggio.

 

Dall'ultimo comunicato:

 

COPPA ITALIA PROMOZIONE/ PRIMA CATEGORIA 

 

"Si comunica che la gara di Coppa Italia Dilettanti - categoria Promozione LUCENTO – CHISOLA verrà disputata alle ore 17.30 di Domenica 14 Maggio 2017 presso il Campo sportivo di Via L. Da Vinci – Grugliasco.

Detta gara sarà preceduta alle ore 15.00 dalla finale della Coppa Piemonte Valle d’Aosta di Prima categoria.

Si precisa che qualora una delle squadre impegnate nella gara di finale sia anche chiamata a disputare la gara di qualificazione per determinare la vincente del girone, risulta necessario posticipare a Domenica 21 Maggio 2017 gli eventuali spareggi e Domenica 28 Maggio 2017 l’inizio delle fasi dei Play-Off"

 

COPPA PIEMONTE SECONDA CATEGORIA 

 

"Si comunica che la gara di finale della Coppa Piemonte Valle d’Aosta di Seconda categoria verrà disputata alle ore 15.30 di Domenica 7 Maggio 2017 presso il Campo di Via del Castello 3 – Vinovo. Si precisa che qualora una delle squadre impegnate nella gara di finale sia anche chiamata a disputare la gara di qualificazione per determinare la vincente del girone, risulta necessario posticipare a Domenica 14 Maggio 2017 gli eventuali spareggi e Domenica 21 Maggio 2017 l’inizio delle fasi dei Play-Off"

mer

26

apr

2017

Quincitava, riconfermato Vallomy. Il mister: "Bel lavoro dei ragazzi. E con un Donato in più, chissà..."

IL QUINCITAVA RIPARTIRA' DA VALLOMY

26 aprile 2017

 

E' un Quincitava promosso nella pagellina di fine anno, quello di Gianluca Vallomy. La società ha apprezzato il lavoro del mister annunciato il 15 maggio 2016 in arrivo dall'Evancon e alla sua prima stagione completa in panchina in Promozione B sono arrivati i risultati sperati. Così ecco la riconferma annunciata dal ds Greg e non è detto che nella prossima stagione l'asticella non possa alzarsi per un pensierino playoffs. Per ora non se ne parla.

 

Mister Vallomy, un bilancio? "Sicuramente positivo e mi fa piacere che sia così anche per la società. Abbiamo ad oggi un sesto posto e la terza miglior difesa, ma soprattutto è stato centrato l'obiettivo di conservare la categoria senza affanni. Per quanto riguarda la fase offensiva avremmo potuto fare qualcosa di più, ma ha pesato l'assenza per infortunio del bomber Davide Donato. Coi suoi 10-15 gol chissà come sarebbe finita, magari ora saremmo più in alto. Sul mercato proveremo a fare rinforzare il reparto, ma inizieremo a parlarne tra qualche settimana. Voglio intanto ringraziare i ragazzi per come si sono comportati durante la stagione. Là davanti Union Susa e San Maurizio hanno marciato troppo forte".

Ancora il tecnico: "Playoffs il prossimo anno? Meglio non fare proclami, ho scelto il Quincitava un anno fa perchè so che è una società che vuole crescere mattone su mattone. Ci piacerebbe, ma non mi sembra giusto spingersi troppo oltre a parole. I giovani? Hanno fatto un buon lavoro da Capussella, Dalbard, Montuori, Ceresa a tutti gli altri. Domenica ha esordito anche il 2000 Paris. Ora testa alle ultime due partite contro Venaria e Atletico Chivasso. Cercheremo di fare più punti possibili".

 

Intanto sono già partite le voci di mercato e si continua a parlare per un possibile movimento in entrata di Garbini del Pont Donnaz. Un giocatore che al "Quinci" piace da parecchio tempo e che potrebbe essere in cima alla lista dei desideri, PDHA permettendo ovviamente...

 

 

Squadre P G VC VF PC PF NC NF GF GS
UNION SUSA 70 28 13 9 0 2 1 3 70 22
SAN MAURIZIO C.SE 61 28 8 11 3 2 3 1 47 24
LASCARIS 51 28 9 6 2 5 3 3 49 34
NOLESE 45 28 8 4 3 4 3 6 41 35
VANCHIGLIA 44 28 8 5 5 5 1 4 55 37
ATLETICO CHIVASSO 41 28 4 8 7 4 3 2 43 45
QUINCITAVA 41 28 6 4 2 5 6 5 34 27
BOLLENGO 38 28 6 5 5 7 3 2 46 44
VOLPIANO 38 28 6 4 3 7 5 3 40 48
IVREA BANCHETTE 35 28 4 5 5 6 5 3 43 49
GASSINO SR 32 28 7 2 6 8 1 4 42 47
VENARIA REALE 32 28 5 4 7 7 2 3 39 41
MATHI LANZESE 31 28 3 3 3 6 8 5 36 38
VICTORIA IVEST 25 28 2 4 9 6 3 4 38 64
CASELLE 21 28 3 3 10 9 1 2 36 63
SANTHIA' 16 28 2 2 9 11 3 1 25 66

mer

26

apr

2017

Clamoroso, nasce il "KL Pertusa": accordo firmato! Barcanova, pista Ambrosini. Pancalieri, no Vallero

IN VIA GENOVA NASCE IL "KL PERTUSA": FUSIONE

Dal Pancalieri: "Confermato Saglietti, non tornerà Vallero"

26 aprile 2017 - di Michele Rizzitano

 

ORE 12.30

 

Lo ha confermato il presidente del Kl Calcio Giorgio Manavella: "Abbiamo firmato l'accordo, a breve nascerà il nuovo "KL Pertusa".

Confermate le anticipazioni sul sito di qualche giorno fa. Il Kl cambia indirizzo, si trasferisce dal Bacigalupo a via Genova a Torino, quartier generale del Pertusa e nasce una nuova unica società.

 

Manavella: "La trattativa è partita a febbraio, è stata lunga ma ben orchestrata da entrambe le parti. Le mie richieste sono state accettate ed è stata fin da subito mia volontà quella di conservare il nome del Pertusa, che ha un'attività di oltre 60 anni, integrandola con quella del Kl che ho fatto nascere".

Il nuovo presidente sarà proprio Giorgio Manavella, il presidente onorario sarà invece Mauro Grieco, attuale patron del Pertusa. Ancora Manavella: "Grieco farà parte del consiglio direttivo assieme agli altri membri, deciderà quindi sulle cose più importanti del club. Noi passiamo infatti da una società a carattere familiare ad una società con un vero organigramma e consiglio direttivo. Ci sarà un'unica prima squadra in via Genova, valuteremo da qui a breve come organizzare la squadra dei 2001 mentre le due scuole calcio si uniranno".

Allenatore sarà Michele Grieco, oggi allenatore del Pertusa, e il ds Pierangelo Casagrande (attuale tecnico del Kl).

 

Un'altra notizia di mercato questa volta in Promozione: il Barcanova sembra doversi separare dal tecnico Michele Camposeo. In pole position c'è ora l'attuale tecnico della Juniores del Settimo Stefano Ambrosini, che ha già incontrato la società.

A confermarlo è il ds Franco Della Donna: "Ambrosini è sicuramente uno dei candidati, ma come succede sempre in fase di mercato vengono effettuati diversi sondaggi e ci sono altri nomi. La stessa posizione di Camposeo è ancora in fase di valutazione. Potrebbe tornare ad allenare solo gli Allievi visto che giocano domenica come la prima squadra, ma non è detto. Per l'ufficialità si dovrà attendere la fine del mese, quindi una settimana circa".

 

Poi una smentita dal Pancalieri Castagnole dopo le voci che riguardavano Vallero e, anzi, una conferma. A parlare il Dg Lino Ferrero: "Smentisco nel modo più assoluto che Sergio Vallero ritorni. In qualità di DS è confermato in quel ruolo Sergio Saglietti e per quanto riguarda l'allenatore siamo in attesa delle decisioni di Silvio Viale. Non ci sono stati contatti per il momento con altri allenatori".

 

mer

26

apr

2017

Rapid Torino, match point Promozione: +5 sul Mirafiori,  se vince domenica col Pertusa è fatta

OPPEDISANO: "GRINTA E PIEDI PER TERRA"

Rapid Torino ad un passo dalla festa, le parole del tecnico

26 aprile 2017 - di Michele Rizzitano

 

Match point Rapid Torino in Prima girone E: se i biancorossi vinceranno in casa del Pertusa domenica pomeriggio potranno festeggiare l'immediato ritorno in Promozione dopo appena un anno. Settimana di grande attesa ed emozioni in casa Rapid. Parola al tecnico Raffaele Oppedisano.

 

Mister, sensazioni? "Credimi, zero sensazioni. Chi mi conosce bene sa che vivo solo di preparazione e concretezza. E' stato sempre così nei miei 30 anni di calcio. Solo dopo l'eventuale aritmetico salto di categoria dirò tutto ciò che mi passa per la testa...Oggi penso solo al Pertusa. Nessuno crede che sarà una partita facile, proprio perchè paradossalmente arrivano da una sconfitta per 9-0. Saranno un po' incavolati, ma noi abbiamo da fare quest'ultimo passettino. E allora dico, facciamolo...".

All'andata 5-1: "Non fa testo, ogni partita ha una sua storia. Domenica dovremo rimanere concentrati su tutti i palloni e in ogni secondo del match. Ci meritiamo questa Promozione, quindi piedi per terra, tanta corsa, grinta, umiltà e rispetto dell'avversario. L'ansia c'è, inutile negarlo. La cosa più importante è pensare solo a noi stessi e neanche un secondo al risultato del Mirafiori. Io ho il completo controllo della situazione e del gruppo, che fin qui è davanti a +5. Dipende tutto da noi. Tutti speriamo di vivere una domenica di festa".

 

Occhio anche alla zona playoffs: ultimi assalti di Carrara (contro il KL Calcio) e Villastellone (contro il Filadelfia) per tentare di soffiare il terzo posto al Cit Turin, atteso domani sera in casa dalla semifinale di ritorno di Coppa contro la Montatese (andata 0-1).

 

 

Squadre P G VC VF PC PF NC NF GF GS
RAPID TORINO 66 28 11 10 0 4 3 0 71 32
MIRAFIORI 61 28 10 8 1 2 3 4 86 35
CIT TURIN 54 28 10 6 3 3 1 5 58 42
CARRARA 90 52 28 8 8 4 4 2 2 54 33
VILLASTELLONE C. 52 28 7 9 4 4 3 1 55 42
ATLETICO SANTENA 45 28 8 5 3 6 3 3 63 33
POZZOMAINA 41 28 5 6 4 5 5 3 42 33
PERTUSA BIGLIERI 39 28 7 5 6 7 1 2 56 62
BARRACUDA 39 28 6 6 7 6 1 2 62 56
VIANNEY 37 28 6 4 5 6 3 4 36 43
KL CALCIO 33 28 4 4 6 5 4 5 37 42
BACIGALUPO 31 27 3 5 6 6 4 3 49 49
BALDISSERO 22 27 2 3 7 8 4 3 36 50
ORIONE VALL. 18 27 2 2 9 8 3 3 33 76
CAMBIANO 18 28 2 2 10 8 2 4 39 82
FILADELFIA M. 13 27 2 1 9 11 3 1 17 84

mer

26

apr

2017

Castellazzo in serie D. Camussi: "Sostegno della gente eccezionale. Noi i più continui, Merlo super"

CAMUSSI E IL CASTELLAZZO, SERIE D MERITATISSIMA

Emozioni, dediche e ringraziamenti del guerriero

26 aprile 2017 - di Michele Rizzitano

 

L'ULTIMO ATTO - CASTELLAZZO-VALENZANA MADO 2-2
Reti: 11' Rosset, 15' Piana, 41' Russo; st 4’ Mazzola.
Castellazzo: Gaione; Cascio, Costa, Molina, Silvestri; Camussi, Limone (26’ st Viscomi), Genocchio (41’ st Boveri); Zunino (30’ st Cabella); Rosset, Piana. A disp. Baralis, Cimino Fra., Bronchi, Crispoltoni. All. Merlo.
Valenzana Mado: Teti; Bennardo, Roluti, Pellegrino, Icardi; Ivaldi, Rizzo, Mazzola (38’ st Bellucchio), Russo; Savino (28’ st Loja), Maggi (8’ st Viarengo). A disp. Capra, Gramaglia, Gerbaudo, Palazzo. All. Pellegrini.
Arbitro: Beldomenico di Jesi.

 

Un guerriero dal cuore buono. Uno dei giocatori più rappresentativi del Castellazzo, uno dei difensori più rocciosi del calcio piemontese. Oggi ai nostri microfoni ecco Andrea Camussi da Alessandria, fresco di vittoria del titolo in Eccellenza B (classifica) con i suoi compagni di squadra in maglia verde. Un salto in serie D meritatissimo.

 

Andrea, se chiudi gli occhi adesso a cosa ripensi? "Mi vengono in mente i primi allenamenti in ritiro ad inizio agosto, la prima sconfitta a Dronero nel primo test ufficiale in campionato dove comunque giocammo bene, il pareggio di Savigliano, dimostrazione di cuore e carattere. Quella può essere una delle partite emblema della stagione. Capimmo veramente di avere tutti i mezzi per controbattere formazioni attrezzate e cominciò a materializzarsi una grande consapevolezza. In quel momento Corneliano, Rivoli e Saluzzo ci erano davanti, ma tutti dimostrammo grande fiducia".

E così dopo lo 0-0 col Bernarzole ecco l'incredibile striscia di 8 vittorie consecutive: 0-2 all'Olmo, 2-0 all'Albese, 0-2 al Tortona, 1-0 al Cavour, 0-1 a Rivoli, 2-0 al Fossano, 0-2 alla Valenzana, 2-0 alla Cheraschese. Otto successi senza prendere un gol!

 

Andrea, quanto hanno pesato i numeri della settima miglior difesa d'Italia (17 gol al passivo)? "Molto...ma non parlerei di difesa. Tutta la nostra fase difensiva è stata eccellente a partire dalle rincorse degli attaccanti a centrali e terzini. Lo dicono tutte le grandi statistiche a partire dalla serie A, i campionati si vincono prendendo innanzitutto pochi gol...Poi là davanti avevamo una coppia composta da Rosset e Piana che assicurano in due sempre almeno 30-40 gol. Anni fa quando giocavo contro di loro mi facevano sempre impazzire...".

Un piccolo grande paese al campo. Che ne pensi? "Il paese è stato meraviglioso, ci ha sempre sostenuto ed accompagnato in questo trionfo. Un grazie a tutti i supporters del Castellazzo. E' bello vedere una città che partecipa in questo modo, non ci siamo mai sentiti soli...".

Ti aspettavi questa classifica finale? "Onestamente no. Molti hanno detto che non c'è mai stata una vera antagonista del Castellazzo, ma non è così. Corneliano e Rivoli sono partite in quarta, poi c'è stato il momento del Saluzzo che in pratica non ha mai mollato. Mi aspettavo più su altre squadre tra cui proprio il Rivoli. Ma senza presunzione siamo stati noi i più bravi e i più continui, lo dicono i numeri".

 

Dediche: "Sicuramente alla mia compagna Dalila e a mio figlio Thomas. Ho giocato questa stagione con grande serenità e lo dimostrano anche gli zero cartellini gialli presi per proteste. Se è successo tutto ciò lo devo a loro. Stavo davvero bene, non potevo mai essere nervoso. Un altro grande ringraziamento è per compagni di squadra, dirigenza e allenatore. Merlo è stato eccezionale, ha gestito la stagione in modo super. Noi dovevamo solo allenarci, per il resto non ci è mancato nulla. Il gruppo e lo staff? Spettacolari. Qui non c'è mai stato un singolo più in evidenza di un altro e questa è la cosa più bella. Abbiamo alternato momenti di professionalità ad altri di divertimento e scherzo con una sana ignoranza che in nessun spogliatoio può mancare. Dico sempre "divertiamoci", non andiamo mica in guerra. Io poi voglio vincere sempre, anche con la mia compagna quando giochiamo a scala 40. L'unico che lascio vincere è mio figlio...".

I giovani? "Eccezionali. Tutti. Hanno seguito i più esperti con serietà e voglia di mettersi in gioco, credo che anche noi siamo stati bravi a creare l'alchimia giusta con loro. Le vittorie dei campionati passano da qui".

A proposito di vittorie: "E' il mio quarto salto di categoria ottenuto in campo dopo quello con l'Aquanera e le due promozioni a Cremona in C1 e C2".

Un attaccante che ti ha messo in difficoltà? "La qualità di questo campionato credo fosse molto alta in tutti i reparti. L'ultima poteva vincere con la prima o la seconda. I numeri di Alfiero, comunque, sono impressionanti...Ci ha segnato altri due gol la scorsa settimana. Se avessimo avuto una prima punta di peso là davanti non è detto che il giocattolo avrebbe funzionato allo stesso modo, perchè avremmo impostato un sistema di gioco diverso. Chissà...E' andata strabene così. Una stagione fantastica chiusa nel miglior dei modi sul nostro campo, davanti alla nostra gente".

mer

26

apr

2017

Coppa Seconda: il Venaus a Calliano vuole la storia come il Susa! Si "tifa" Ivrea, ecco perchè...

COPPA: VENAUS A CALLIANO PER SBARCARE IN FINALE!

Occhio al cammino dell'Ivrea (altra semifinalista) in campionato

26 aprile 2017

 

Serata caldissima in Coppa Seconda Categoria: il Venaus si fionderà alle 20.30 nella bellissima terra astigiana per sfidare il Calliano, comune di poco più di 1000 abitanti, nella semifinale di ritorno. Si gioca a Castell'Alfero.

Si parte dal 3-1 per il Venaus dell'andata: una partita da sballo, anzi, da Bailo (tripletta) che vi abbiamo raccontato con cronaca e video qui.

La squadra di Marrese punta a segnare almeno un gol o comunque a non subirne due senza andare in rete. Per la piccola grande Venaus, club formato paese trascinato dall'incredibile passione dai suoi sostenitori, questa sera è una tappa importantissima. C'è voglia di scrivere la storia proprio come i vicini di casa dell'Union Susa, sbarcati in Eccellenza qualche giorno fa. Se Durandetto, Bailo, Listello, Crosetta e compagni sapranno ripetere la grande impresa dell'andata sarà davvero una serata magica. E chissà se Marrese si affiderà al talento di Bah dal primo minuto. Due settimane fa ha cambiato la partita da così a così...

Una cosa è certa: l'ambiente è carico anche perchè Mattia Favro nell'ultima gara di campionato (2-1 al Forno in Seconda girone E) ha festeggiato i suoi 100 gol con la maglia del Venaus!

 

Occhio intanto alla settimana dell'Ivrea: se questa sera dovesse passare in finale (ha vinto 4-2 contro il Genola all'andata) e se domenica dovesse laurearsi campione (a 90 minuti dal termine del campionato ha 3 punti di vantaggio sui cugini dell'Ivrea Montalto, basterà un punto per la festa) quest'ultima sarebbe una notizia super per il Venaus o per il Calliano, perchè significherebbe automaticamente Prima Categoria!

L'Ivrea, infatti, farebbe il suo salto di categoria tramite campionato lasciando libero il trampolino da utilizzare di diritto in Coppa: in tutti i casi, indipendentemente dal risultato della finale, questo verrebbe quindi sfruttato dalla seconda finalista. Sperano fortemente Venaus e Calliano...

 

ANDATA - VENAUS-CALLIANO 3-1 - Semifinali Coppa Seconda

Reti: 5' pt Bailo, 36' Salama, 38' st Bailo, 44' st rig. Bailo

Venaus: Durandotto, Quarello, Alpe, Listello, Crosetta, Bar, Caffo L., Durando, Bailo, Tirinzio (10' st Bah), Caffo D. A disp.: Conte, Mataceva, Rossero, Vigna, Caffo M., Plano. All.: Marrese.

Calliano: Ceron, Cascio, Pavese, Lepuri, Rossi S., Rossi E., Rocchi, Zuin, Salama, Ambrogio, Coggiola. A disp.: Fida, Belfiore, Marmo, Rossi G., Froio, Doglio, Frascà. All.: Mensio.

Arbitro: Lochiatto di Nichelino

 

ANDATA - IVREA-GENOLA 4-2 - Semifinali Coppa Seconda

 

Stasera: Calliano-Venaus, Genola-Ivrea. FINALE: ?

lun

24

apr

2017

Colpo di scena Villafranca. Il ds Pronino: "Caputo non ci allenerà nella prossima stagione". A giorni...

VILLAFRANCA-CAPUTO, FINISCE QUI

Pronino: "Due anni fantastici, ci salutiamo serenamente"

24 aprile 2017 - di Michele Rizzitano

 

PROMOZIONE C: COLPO DI SCENA

 

A due giornate dal termine del campionato il Villafranca si porta avanti e pianifica il futuro, nel quale non rientra più il mister Leonardo Caputo. E' ufficiale.

 

Il ds Marcello Pronino: "Vero, confermo. Caputo ha fatto cose straordinarie qui da noi portandoci anche ad una storica ed eepica finale di Coppa Piemonte Promozione. Lo ringraziamo molto per il suo lavoro e il suo impegno e gli auguriamo le migliori soddisfazioni calcistiche nel suo futuro. Se andrà al Carmagnola? Me lo avrebbe detto, invece pare di no...Comunque da qui in avanti deciderà lui. Di certo sono stati due anni fantastici. In questa seconda stagione il budget è stato ridimensionato e abbiamo avuto anche diversi infortuni come quello di Righero, che si è rotto i legamenti. Con le risorse a disposizione Caputo ha fatto benissimo".

Il futuro: "Vogliamo ricreare entusiasmo, tornare a coinvolgere altri giovani villafranchesi ed emozionare ancor di più il nostro pubblico, che ci segue sempre con passione. Vorremo tornare a essere competitivi e a puntare come minimo, nella prossima stagione, ad una metà classifica sognando magari i playoffs".

Come anticipato oggi non arriverà a Villafranca l'ex Piscinese Riva Antonio Gambino: "Nei prossimi giorni annunceremo il nome del nuovo allenatore, ma non sarà Gambino come dicono certe voci. Tony è un amico, lo stimo molto e ha lasciato qui un ottimo ricordo. Cerchiamo però un profilo diverso".

 

Parallelamente in redazione è arrivata un'altra indiscrezione: Leonardo Caputo a Pancalieri nel caso di un addio di Silvio Viale? Pare che questa possa essere una concreta possibilità, anche perchè proprio a Pancalieri potrebbe arrivare come direttore sportivo l'ex Villafranca e Piscinese Riva Sergio Vallero...

lun

24

apr

2017

Pinasca, domenica bestiale: derby vinto col Perosa, nomination playoffs e 101 gol per Della Rocca!

PINASCA: DERBY VINTO, 101 GOL PER DELLA ROCCA!

3-1 al Perosa, balzo playoffs: presidentessa sotto la doccia!

24 aprile 2017

 

PINASCA-PEROSA 3-1

Pinasca: Salusso, Montiglio, Davero, Bruno (34' st Gardiol), Issoglio, Pascal, Sanmartino (8'st Korri), Prochietto, El Bahi, Richard (23' st Bobba), Della Rocca. A disp.: Glauco, Donato, Ramasotto, Dellaveda. All.: Falco.

Perosa: Odier, Martina, Bonnin (1' st Pochettino), Annichiarico, Rossetto, D'Anna (27' st Martiradonna), Breuza, Maurino (1' st Barbato), Cialella, Costantin, Raviol. A disp.: Charrier, Costa, Ciniglio, Massello. All.: Careglio.

Reti: 8' Della Rocca, 30' Della Rocca, 8' st El Bahi, 17' st Cialella (Pe).

 

PRIMA GIRONE F: CLASSIFICA E CALENDARIO

 

Domenica da sballo per il Pinasca di Falco, che balza a quota 49 punti confermando la propria nomination per i playoffs: a 180 minuti dal termine occhio al distacco di 9 punti tra Prochietto e compagni (quinti) e l'Atletico Racconigi (secondo). Oggi gli spareggi si disputerebbero e agli archivi andrebbero proprio i match tra Atletico-Pinasca e Racconigi-Perosa.

 

Intanto ci sono molti altri motivi per gioire in casa Pinasca: il 3-1 al Perosa è un risultato particolarmente importante per la società della presidentessa Barbero (finita sotto la doccia nello spogliatoio!) poichè il sentitissimo "derby della Val Chisone" finisce nelle tasche dei locali. E da quelle parti sappiamo come certe partite valgano tanto per le società, visto il forte campanilismo...

Poi la ciliegina sulla torta: ecco i 101 gol per Andrea Della Rocca, che raggiunge anche quota 14 reti stagionali (cannonieri) e si guadagna i festeggiamenti dei compagni con la maglietta celebrativa.

 

Arrivano ora 180 minuti di fuoco per il Pinasca: Aurora Piossasco in trasferta e Vigone in casa, questi gli ultimi ostacoli della Falco-band prima di poter scrivere il proprio nome tra le prime cinque del girone F e prima di festeggiare il traguardo inseguito nelle ultime stagioni, i playoffs!

 

Presidentessa Barbero sotto la doccia: il video su Facebook

lun

24

apr

2017

Promozione, strane combinazioni: ecco perchè il Chisola "tifa" Lucento...

LUCENTO A CACCIA DELLA DOPPIETTA, MA IL CHISOLA...

Ecco cosa succederebbe in caso di vittoria del Lucento in Promo D

24 aprile 2017 - di Michele Rizzitano e Alberto Emmolo

 

Vi abbiamo già anticipato come la finale di Coppa Promozione si giochi il 14 maggio a Grugliasco (non è ancora ufficiale, ma lo stesso Bsr ha confermato). Dunque, Chisola-Lucento all'orizzonte...

 

Se il Lucento dovesse trionfare in Promozione D (cosa ad oggi possibile, è primo davanti ad Atletico e Savio a due giornate dal termine) il trionfo della squadra di Senatore in campionato sarebbe una gran bella notizia anche per lo stesso Chisola: il club di Vinovo avrebbe di fatto la certezza di poter balzare in Eccellenza prima di scendere in campo a Grugliasco, poichè si libererebbe un posto da assegnare di diritto tramite Coppa Italia. E' ben noto come la squadra di Boschetto, trascinata fin qui da un pubblico eccezionale, tenga a vincere sul campo la finalissima, ma intanto questi sono gli scenari che potrebbero aprirsi.

 

Questa situazione potrebbe verificarsi anche in Coppa Prima Categoria, perchè Cit Turin o Montatese potrebbero trovare in finale il già campione San Mauro, che giovedì dovrà però ribaltare l'1-1 esterno del Valdruento.

Tornando invece indietro con la memoria non possiamo dimenticare l'incredibile salto di categoria del Pedona due anni fa: arrivò terzo in campionato e non si qualificò nemmeno per la finale di Coppa (disputata tra Settimo e Virtus Cusio), ma tutte le altre semifinaliste vinsero il titolo. Per cui il Pedona riuscì a presentare le migliori carte per il ripescaggio.

Questa regola è stata poi aggiornata e oggi ha diritto a salire di categoria soltanto la finalista perdente nel caso di successo già acquisito della rivale in campionato.

Altra situazione che ricordiamo è quella della Pro Dronero 2010/2011: perse a Pinerolo contro il Borgaro già campione 3-5 ai supplementari dopo aver eliminato il Trofarello in semifinale, ma brindò ugualmente all'Eccellenza.

 

Negli ultimi 10 anni una cosa è certa: manca la doppietta Coppa-campionato nella categoria piemontese/valdostana di Promozione. Il Lucento può scrivere la storia...

lun

24

apr

2017

Panchine, Carmagnola e Barcanova: si cambia? Orizzonti, tentativo con Cretaz. KL-Pertusa, fusione?

MERCATO, PRIME VOCI...

24 aprile 2017 - di Michele Rizzitano

 

Rimbalzano le prime voci di mercato per quanto riguarda gli allenatori. L'unica ufficialità per ora è arrivata da San Mauro: via Perziano (che è a dir poco nero...) e quasi sicuramente guida tecnica affidata a Salvatore Telesca, ex Lucento, ufficialmente dal 30 giugno 2016. Ma non sono esclusi colpi di scena.

 

Al Corneliano Roero i ben informati assicurano che Caricato non rimarrà sulla panchina cuneese. I numeri non sono dalla sua parte: 3 punti in 8 giornate dopo un girone d'andata passato sul podio per un terzo di stagione con mister Dessena. Ma la società risponde secca tramite il dg Giovanni Ferrero: "Niente di vero. Non ci siamo soffermati ancora un minuto sulla prossima stagione perchè concentrati sugli obiettivi di questa in corso".

Fonti certe rivelano invece come l'Orizzonti United abbia avvicinato il tecnico del Pont Donnaz Roberto Cretaz. Il presidente Gianetto ci ha detto: "Non penso che sarà lui il nostro prossimo allenatore". E Cretaz ammette: "Ho alcune richieste, ma devo incontrare prima di tutto il Pont".

Le voci circolano anche in Valle d'Aosta dove c'è chi dice che il prossimo allenatore del Pont Donnaz (se andasse via Cretaz) potrebbe essere Marco Bergantin, attuale coach dell'Ivrea Banchette.

Non filtra ancora nulla, invece, da casa Rivoli. Fornello resterà sulla panchina di via Isonzo? E Pasquale Azzolina continuerà ad essere il direttore sportivo? Lo scopriremo a breve.

 

In questi giorni molto si è parlato di una possibilità che l'ex Piscinese Riva Antonio Gambino possa tornare a Villafranca, dove ha lasciato sicuramente un bel ricordo. Dalle informazioni in nostro possesso la voce non ha alcun fondamento: non ci risulta ad oggi alcun contatto tra le parti.

E' invece più probabile il movimento in uscita di mister Leonardo Caputo proprio da Villafranca in direzione Carmagnola. C'è chi è pronto a scommettere infatti che l'era-Boetti al "Carma" sia arrivata al capolinea.

 

Altre indiscrezioni parlano di un Chisola a cui piacerebbe molto il profilo di Silvio Viale del Pancalieri Castagnole. Se dovesse andare via Boschetto il club di Vinovo andrebbe "all in" su di lui. Lo stesso mister in un'intervista di qualche giorno fa ci ha confermato che non è così scontata la sua permanenza a Pancalieri e che prenderà tempo almeno fino a metà maggio anche per motivi di lavoro.

 

Altra squadra che potrebbe cambiare l'allenatore è il Barcanova: Michele Camposeo ci ha confermato che sciuramente non porterà avanti il doppio incarico prima squadra-giovanili, la società intanto ha contattato Telesca ed altri tecnici.

Non è confermata, invece, la voce riguardante Antonio Ballario, per qualcuno vicino all'Atletico Torino per il post-Piazzoli. Il mister ex Pavarolo è sul mercato, ma ha sentito il presidente Arcella (e non solo) per motivi non legati alla panchina.

 

Clamorosa, invece, la voce che ci ha portato a sentire il ds del Pertusa Zappia in merito ad una possibile fusione col KL Calcio del presidente Manavella. Una voce che ha un fondo di verità.

Zappia: "E' vero, se ne sta parlando ma al momento non c'è nulla di ufficiale. Le società si sono incontrate e si sono confrontate per capire se ci sono gli estremi per una sinergia, per ora nulla di più...". In merito alla sconfitta per 9-0 subita ad opera del Mirafiori: "Che dire, siamo tutti incavolati...per non usare un altro termine. Domenica il Rapid verrà a giocarsi il titolo, di certo ci aspettiamo una reazione".

 

Infine, nuvole molto grigie sulla Bvs (appena retrocessa in Seconda). Ad Almese si parla da mesi anche della possibilità che la società possa sparire del tutto. Vi aggiorneremo in merito.

Un rinnovamento all'orizzonte, invece, per il Rosta (altra retrocessione vicinissima, scatterà se il Bussoleno farà un punto in 3 partite): nuovi ingressi in società...?

Con la chiusura dei campionati molti punti interrogativi di certo spariranno...

lun

24

apr

2017

Qui Olympic Collegno: le ultime precisazioni sulla gara sospesa contro il Bussoleno

GARA SOSPESA A BUSSOLENO: COMUNICATO OLYMPIC

24 aprile 2017

 

Riceviamo e pubblichiamo dall'Olympic Collegno.

 

"In merito alla gara di ieri con il Bussoleno, sospesa al 37' st ed a seguito delle dichiarazioni di Sergio Benarrivato (link), teniamo a precisare quanto segue: soprattutto l'Olympic Collegno era interessato a riprendere immediatamente le azioni di gioco quando il pallone usciva fuori dal campo, visto che un pareggio o una sconfitta avrebbero pregiudicato la salvezza nella categoria nello scontro playout. Pertanto prima eravamo in svantaggio e poi in parità dal 21' st. Fino al 36' st al momento del gol del nostro vantaggio solo i nostri giocatori e dirigenti si sono prodigati a rincorrere i palloni che uscivano fuori oltre la pista d'atletica e la porta posizionato alla sinistra della nostra panchina, in quanto la squadra avversaria perdeva tempo nel recuperarli o a metterli a disposizione. Non è assolutamente vero che noi avremmo preso in custodia i palloni, cosa di non facile realizzazione perchè la panchina del Bussoleno si sarebbe lamentata e ne avrebbe preteso la restituzione. Un minuto prima che l'Olympic realizzasse il gol dell'1-2 il giocatore del Bussoleno, notando il pallone da noi recuperato poco prima, davanti alla nostra panchina invitava a consegnarlo alla loro e di conseguenza il nostro portiere Porro riferiva che l'avrebbe fatto. A seguito del gol il predetto nostro giocatore, sbagliando, per l'esultanza raggiungeva Benarrivato consegnando il pallone tra le mani, non in faccia come riferito da quest'ultimo, in modo che il giocatore provocato dallo scherno reagiva scagliandogli contro la sfera ricevuta, gesto che non passava inosservato dal direttore di gara che provvedeva ad espellerlo. La conseguenza è stata che pochi istanti dopo decideva di sospendere la partita, avendo avuto le sue motivazioni. Al termina della gara non ci sono stati problemi con i dirigenti del Bussoleno, coi quali ci sono e intendiamo mantenere buoni rapporti".

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.