Davide Lapadula: "Famiglia e pallone, tutto a Sondrio"

DAVIDE LAPADULA IN VALTELLINA. E GIANLUCA E' A UN'ORA E MEZZA


9 luglio 2016 - di Michele Rizzitano

 

"Sarà un piccolo grande cambio di vita, un anno pieno di curiosità, motivazioni e stimoli nuovi...". Davide Lapadula, bomber ex Saluzzo classe '88, è un nuovo giocatore del Sondrio in Eccellenza lombarda. E' passato un treno, lui l'ha preso e ci è salito sopra con la sua famiglia, ovvero la sua fidanzata e tifosa Alexandra (nonchè futura moglie) e il piccolo Cristiano.

E poi una gran bella notizia: a distanza di un'ora e mezza, tempo di fare Sondrio-Milano, Davide ritroverà molto vicino Gianluca, nuovo bomber del Milan. Ecco l'ennesimo ricongiugimento perfetto dei due torinesi ex Collegno Paradiso, peruviani a metà, legati a doppia mandata. Gianluca "Lapa-gol", capocannoniere di serie B, sembrava aver già preso la strada per Napoli. E invece...

 

Intanto parte una nuova avventura per Davide, postino di Moncalieri e bomber del calcio piemontese, ed una nuova sfida del gol: dopo Saluzzo-Pescara è la volta di Milan-Sondrio. Chi segnerà di più? La cena a base di pesce, ovvero il simpatico premio in palio tra i due fratelli, quest'anno l'ha vinto Gianluca dopo un'annata esplosiva: 30 reti a 19. L'anno prima l'aveva vinta Davide e allora è tempo di una bella nella stagione 2016/2017, da scrivere tutta in terra lombarda.

 

Davide Lapadula, ex Prosettimo, Canelli, Settimo, Junior Biellese e Saluzzo, guarda all'orizzonte e vede Sondrio e la Valtellina. Ieri la presentazione ufficiale e la firma allo splendido Grand Hotel della Posta.

Ecco come è nata questa possibilità e cosa succederà: "Cambierà un po' tutto almeno per un anno. Sondrio e la Valtellina rappresentano un ambiente ideale per uno spostamento di gruppo con la mia famiglia. Un gran bel posto. I primi contatti li abbiamo avuti a metà giugno, quando sembrava che potessi continuare ufficialmente col Saluzzo. Col lavoro ho chiesto un anno di aspettativa e mi è stato concesso. E poi devo ringraziare il mio agente Angelo Ferri grazie al quale si è potuta chiudere la trattativa. Dopo otto anni cambio un po' vita...Sono riuscito ad incastrare tutto, perchè a Sondrio potrò dedicarmi con molto più tempo alla mia famiglia continuando però a giocare a calcio". La soluzione perfetta? "Sì, sono molto felice. In più il Sondrio ha un progetto davvero ambizioso. E' appena retrocesso e si punterà sicuramente alla risalita in serie D".

 

Bomber, e il Saluzzo? "Un club meraviglioso. Devo ringraziare il presidente Boretto e mister Rignanese, è soprattutto grazie a loro se ho potuto far bene in maglia granata e poi partire per questa nuova avventura. Una citazione particolare vorrei riservarla ai compagni di squadra. Fantastici. Si è creato un gruppo eccezionale, qualcuno veniva anche con me in trasferta a tifare Gianluca e Pescara. Li abbraccio tutti. Si sono mossi bene sul mercato".

E della scelta di Gianluca cosa ne pensi? "Totalmente condivisa. Il Milan è il Milan, una delle squadre più titolate al mondo. Lo hanno fatto sentire cercato e voluto, esattamente come a Napoli, e gli hanno presentato un programma interessante con Montella. Sono stati piccoli dettagli a fare la differenza tra un club e l'altro. Sono sicuro che mio fratello ha fatto la scelta giusta".

Avrai dato un'occhiata ai movimenti di Eccellenza..."Certo, tutti i giorni. Devo dire che penso sarà un girone B infuocato, forse di livello tecnico superiore al girone A. Nel cuneese le squadre si sono molto rinforzate, dal Corneliano alla Pro Dronero, dalla Cheraschese al Savigliano, e poi c'è il Fossano con una bella ossatura e forti giovani, il Trino che ha fatto molti acquisti, la Valenzana, il Cavour, il Tortona...Insomma, da Sondrio butterò sempre molto più che un occhio". E noi continueremo a seguirti bomber!