Merlo, Castellazzo: "Prepariamo una partita fantasma..."

COPPA ECCELLENZA, A CASTELLAZZO SITUAZIONE PARADOSSALE

Merlo: "L'Acqui? Non giocare per i 3 punti alla fine ci penalizzerà"

Alberto Merlo (da Facebook, foto La Stampa)
Alberto Merlo (da Facebook, foto La Stampa)

23 agosto 2016 - di Michele Rizzitano

 

Reazione a caldo in casa Castellazzo (Eccellenza B) dopo aver appreso che al 99,9% Acqui-Castellazzo di Coppa in programma domani sera finirà 0-3 a tavolino. Come riportato oggi in esclusiva l'Acqui conferma di non avere una squadra (e neanche una proprietà definita, per il momento).

 

Mister Alberto Merlo: "Prepariamo da giorni una partita fantasma. Non sappiamo nulla dell'Acqui, c'è chi dice che si allenano a Milano, chi dice che sono in 10 ad allenarsi ad Acqui e chi conferma che non hanno una squadra o perlomeno tesserati. Così non è giusto e rispettoso per chi rispetta le regole e lo dico nonostante la mia squadra possa vincere 3-0 a tavolino. Non sarà mica un vantaggio...rischiamo di arrivare al 4 settembre senza mai giocare per i tre punti, considerato il fatto che anche la Novese (a breve notizie fresche anche da Novi, nda) inserita nel nostro triangolare di Coppa vive la stessa situazione dell'Acqui. E' un contesto paradossale e non mi è mai capitato di viverlo prima...Io domani sera vorrei giocare e vorrei soprattutto che i miei ragazzi trovassero stimoli e motivazioni in una partita che conta". L'alternativa, se Acqui-Castellazzo non si giocherà, sarà un'amichevole contro l'Alessandria da programmare per giovedì.

 

Merlo sul girone: "Bellissimo, molto equilibrato e difficile. Qui c'è il rischio che se non fai benissimo, ma solo bene, ti ritrovi indietro senza accorgertene...Credo che anche alcuni pareggi saranno preziosi. Favorite? Savigliano, Valenzana, Corneliano, Cheraschese e Fossano sono squadre molte competitive, ma probabilmente il Rivoli ha qualcosa in più in rosa e tengo d'occhio anche il Tortona. Noi? Speriamo in un buon campionato e di giocarcela in mezzo a questo elenco di squadre. Ma ripeto, ad oggi è difficile sbilanciarsi. Ci sono 7-8 formazioni molto organizzate".

Di sicuro il Castellazzo potrà dire la sua: Gaione e Baralis in porta, Costa dal Ligorna, la coppia granitica di centrali Silvestri-Camussi (Merlo: "Sono felicissimo di allenarli..."), l'esterno del '96 Cascio, i giovani Limone e Viscomi a metà campo con gli esperti Genocchio dall'Acqui, Molina e Lombardi, i trequartisti Ronchi ('98) e Gandino ('97), le punte Piana, Zunino e Rosset. Una gran bella squadra.