Il Fossano batte un "cinque" alla Valenzana. Ricky Romani: "Qui un progetto stupendo"

ANCORA LORO: LA LEGGE "ROMANI BIS", POI ALFIO-GOL E GIRAUDO

Ricky Romani in azione
Ricky Romani in azione

4 settembre 2016 - di Michele Rizzitano

 

"Per la qualità delle persone e dell'organizzazione del Fossano, per i rapporti umani stretti qui e per la serietà del progetto credo che questa società, dai dirigenti agli allenatori, dalla segreteria al magazzino, rappresenti un modo di lavorare eccezionale ed imparagonabile".

Ricky Romani, genio col numero 10 del Fossano, è appena arrivato a casa dalla trasferta alessandrina di Valenza Po ("lunghina..."). Potrebbe iniziare a parlare - anche perchè lo portiamo su questo binario - della sua doppietta, del perentorio 1-5 del Fossano alla Valenzana e di un esordio da leoni come neopromossi. Ma dietro ad un risultato c'è molto di più. C'è il mondo-Fossano da raccontare.

 

Romani: "Fossano non è solo un campionato vinto, una vittoria, un  pareggio o una sconfitta. E' diventata una filosofia, un modo di concepire il calcio e di valorizzare i giovani, tant'è che oggi ero io il più vecchio. E sono un '92...C'è proprio tutto, qui, per dire che la società è di un'altra categoria. La costante presenza in queste settimane della dirigenza e di Gianfranco Bessone (istituzione della Balocco, nda), l'impegno del gruppo, il lavoro del mister per l'inserimento dei nuovi arrivati e la grande presentazione della squadra avvenuta qualche giorno fa sono segnali che vanno tutti in una sola direzione. Stiamo crescendo, qui si sta bene, potrei dirlo anche se oggi avessimo perso".

Insomma, Fossano riparte da dove aveva concluso, non solo a livello di risultati puramente tecnici e sportivi. Ma da qui, in ogni caso, ricomincia la stagione 2016/2017: 1-5 alla Valenzana Mado (classifica), Romani spara subito due cartucce (punizione e gol su azione sull'asse Armando-Tavella), poi c'è la doppietta di Alfio-gol (stop di petto e botta da 20 metri, più scavetto a tu per tu col portiere) e la firma finale di Giraudo (servito questa volta da Alfiero e Romani). Uno spettacolo questo debutto.

 

Romani, che ha un passato in C e in D (Pro Vercelli, Como, Borgosesia, Novese): "Sì, la strada è quella giusta. E' stata una grandissima prova, con altri gol sbagliati sullo 0-0 e due traverse colpite. Abbiamo segnato cinque reti in un tempo ad una squadra di alto livello come la Valenzana che ha giocatori importanti come Teti e molti altri. E' presto per qualunque giudizio sul campionato, ma questo 1-5 fa morale e crea entusiasmo".

Una domanda su mister Viassi e Romani va come un treno: "E' la terza stagione che inizio col mister e con nessun altro allenatore ho creato un rapporto così speciale. Lavorare con lui è fantastico. La sua idea fissa è il gioco, poi lavora un sacco anche sulla parte fisica e tattica. Ma vuole il gioco. Sempre. E comunque. Un altro allenatore oggi avrebbe pensato "siamo neopromossi, affrontiamo la seconda classificata dell'anno scorso..." e magari avrebbe impostato il match su quella sana..."ignoranza" in senso positivo, con il classico atteggiamento del non prenderle. Noi abbiamo giocato e questo è il risultato. Tra l'altro l'Eccellenza è la categoria giusta per dimostrare le proprie qualità sul piano del gioco, mentre in Promozione ogni tanto dovevamo scendere a compromessi e fare solo battaglia. Quello che più apprezzo di Viassi è che non lascia mai nulla al caso. Non spera mai che accada qualcosa dettato dall'avversario, ma è lui a cercare di realizzare l'idea vincente".

La rosa: "Tutti i nuovi arrivati sono giocatori di qualità, vedi Bottasso, Armando, Fenoglio, Boniello...Continuiamo a lavorare per il presente e il futuro con tanti 2000, '99, '98 e via dicendo. Il Fossano potrebbe permettersi sicuramente giocatori esperti sul mercato, ma condivido al 100 per cento la scelta di andare controcorrente e di creare una continuità e linearità nel progetto affidandosi ai giovani. Quando arrivano c'è Viassi, sanno che sono in ottime mani e quanto è capace di valorizzarli. Una società super e il mister giusto al posto giusto, questa è Fossano oggi per me".

Il girone: "Tra Rivoli, Savigliano, Corneliano, Tortona, Saluzzo, Castellazzo, Cheraschese ci sarà sempre da divertirsi. Sono queste le squadre da battere, noi cercheremo di inserirci nel gruppone.  Adesso ci attende un mese nel cuneese, tanti mezzi derby con Cheraschese, Dronero, Corneliano e Saluzzo, le prossime avversarie".

Infine, un pensiero sulla situazione di Acqui e Novese. Una che perde 9-0 presentando 12 ragazzi (solo un cambio in panchina), l'altra non pervenuta. La cercano per tutta la provincia di Alessandria, può darsi che spunti a "Chi l'ha Visto". Intanto continuano le vittorie a tavolino di chi va ad Alessandria inutilmente. Romani: "Che tristezza. Io ho giocato nella Novese, ha un passato glorioso e personalmente ho un bel ricordo. Mi dispiace leggere certe notizie...Spero che questi risultati non compromettano l'esito del campionato, che di sicuro quest'anno viste le tante formazioni competitive sarà bellissimo".