Lucento, 4-0 all'Atletico e domenica il San Giuliano. Telesca: "Nell'alessandrino sempre battaglia".

Marco Perone (Lucento): subito doppietta (web)
Marco Perone (Lucento): subito doppietta (web)

5 settembre 2016 - di Michele Rizzitano

 

LUCENTO-ATLETICO TORINO 4-0 (0-0) - Coppa Promozione

Lucento: Petitti, Pepe (14' st Mignano), Luparia, Valeriano, Porcelli, Padroni (20' st Sposato), Riva Governanda, D'Alterio, Le Pera (40' st Filograno), Rizzo, Perrone. A disp.: Di Nocca, Pili, Radin. All.: Telesca.

Atletico Torino: Bosticco, Coppola, Barbuto, Visaggi, Marmo, Minetti, Zanon, Nicosia (36' st Lofaro), Curto, Gianquinto, Carbone. A disp.: Canale, Delta, Puccio, Ponzin. All.: Vanacore.

Reti: 25' st Perrone, 34' st Lepera, 41' st Rizzo, 44' st Perrone.

 

Quaterna sulla ruota di Torino: la centra il Lucento di Telesca, che inizia la sua avventura in Coppa Promozione alla grande. Il risultato non deve però tranne in inganno.

Il mister: "Il 4-0 ha un valore relativo, non dobbiamo esaltarci troppo perchè l'Atletico aveva molte assenze e abbiamo segnato tutti i gol nel secondo tempo. Tra 15 giorni sarà un'altra partita quando riaffronteremo l'Atletico in campionato".

Appena il Lucento accelera, però, son dolori: "Dopo un buon primo tempo abbiamo continuato a spingere forzando i ritmi e a metà del secondo tempo abbiamo rotto l'equilibrio, dilagando poi nel finale. E' emersa la nostra qualità, ma ripeto, fino al 20' del secondo tempo l'Atletico ci ha messo i bastoni tra le ruote. Non voglio fare il pompiere ma dobbiamo continuare a lavorare, anche se sono molto contento di questa bella vittoria".

 

Che Lucento è quello di Telesca? "Molti giovani come Luparia, Riva, Filograno e Radin sono rimasti, i giocatori più esperti sono tutti nuovi. Rizzo per la Promozione è un signor giocatore, ce lo coccoliamo. Ho visto molto bene Lepera, è tonico e spero torni quello di tre anni fa al Lucento. Può fare la differenza. Sono molto felice per Perrone, che ha segnato subito due gol dimostrando il suo peso in attacco. Dietro ho Pepe, Porcelli, Valeriano, Luparia, Mignano...ottimi giocatori. E tanta esperienza in porta tra Petitti e Di Nocca".

A proposito di esperienza: "Ne servirà molta ad Alessandria sul campo del San Giuliano. Lì è sempre battaglia, è inutile andare su quel campo, che non è il massimo, e pensare di poterla portare a casa solo giocando. L'ho visto l'anno scorso in prima persona con la Cbs. Domenica serviranno vorranno altre componenti, dovremo sapere gestire l'ambiente caldo ed essere presenti sul piano nervoso. Sarà una partita difficile, ho preso le mie informazioni e so che il San Giuliano ha cambiato qualcosa, ma sono rimasti per esempio buoni giocatori come Marinello e Pasini. Di sicuro meglio giocarla subito piuttosto che andare lì a novembre o dicembre".