Maledetta domenica: Bvs, che sfortuna. 7-0 a Collegno e due lesioni al crociato.

BVS SCONFITTA 7-0 E...NON BASTA: DUE GRAVI INFORTUNI

Marvulli (Bvs)
Marvulli (Bvs)

3 ottobre 2016 - di Michele Rizzitano

 

Ci sono domeniche dipinte dal pallone coi più bei colori dell'arcobaleno. E poi ci sono le domeniche nere, anzi, grigie come le storiche maglie della Bvs (non quelle della foto) che ieri in Prima girone D ne ha saputo qualcosa. Una domenica da spedire nel dimenticatoio: 4-0 dopo 20 giri di lancette e due sostituzioni nel giro di pochi minuti per Monzo e Marvulli.

 

Non solo, infatti, la Bvs ha perso 7-0 contro il Collegno Paradiso (descritta dagli almesini in campo come "una formazione fortissima") ma anche visto due giocatori infortunarsi in modo grave: doppia lesione al legamento crociato. Che sfortuna. Una tegola per una società che prosegue la sua attività con passione ed entusiasmo, guidata in panchina dal carismatico mister di Calabria Rocco Guglielmo. Uno che sente le partite dal martedì, uno che non molla mai (e non lo farà neanche dopo questa maledetta domenica).

 

Il tecnico: "Prima di parlare di calcio devo dire che sono molto dispiaciuto per Monzo e Marvulli. Gli ortopedici che hanno visto i ragazzi confermano purtroppo questi infortuni, in attesa delle risonanze. Io non lo so se è colpa del sintetico, di sicuro io non l'ho mai amato questo tipo di campo...A Collegno avevo una panchina corta già prima di iniziare con quattro giocatori acciaccati, in più al 20' ho dovuto inserire lo Juniores Venosta che il giorno prima aveva giocato tutta la partita con la sua categoria. Era distrutto anche lui alla fine...Che disastro di domenica".

E la partita? "Fossimo almeno scesi in campo...Niente da dire, un 7-0 dice tutto e le colpe sono mie. Non ho caricato la squadra nel modo giusto, mi prendo tutte le responsabilità. Mea culpa totale. Posso solo dire che dopo 20 minuti era già finita, per cui il punteggio è diventato più largo perchè non c'eravamo più con la testa, oltre che con le gambe".

Magra consolazione per Guglielmo, che tifa Milan e Reggina: "Tornando a casa, da tifoso del Milan, ho visto Abate fare un errore grossolano. Noi almeno siamo in Prima Categoria e giochiamo per passione, ma loro non dovrebbero commettere queste leggerezze. A parte gli scherzi...Io martello i miei sempre sulle stesse cose, ma prendiamo le solite imbucate. Dobbiamo migliorare, punto, e cancellare subito questa domenica a cominciare dal derby col Caselette. Quest'anno sto vedendo un girone molto più fisico, c'è molto più agonismo. Nelle tre gare precedenti avevamo giocato abbastanza bene, con tanti rimpianti anche nella gara persa contro il Corio. Ripartiamo da lì".