Eccellenza A

AYGREVILLE E BAVENO, +7 SUL 2015/2016. TRINO C'E'

Luca Bellinghieri del Trino
Luca Bellinghieri del Trino
Che carica per questi tifosi del Trino!
Che carica per questi tifosi del Trino!

11 ottobre 2016 - Confronto 2015/2016 - 2016/2017 Classifica completa Eccellenza A

 

Aygreville e Baveno (nonostante quest'ultima sia a -5 dalla vetta) sono le due squadre che hanno fatto meglio fin qui rispetto alla passata stagione, iniziata sicuramente tutta in salita. Bene anche la Juventus Domo (+3, attualmente è in vetta con cinque vittorie consecutive) e il Borgaro, che condivide il primato con un +1 sulla settima giornata del 2015/2016. Un Borgaro che con grandissimo cuore ha pareggiato ad Aygreville al 50' st (gol di Pierobon) dopo essere andato due minuti prima. Una reazione da squadra da vertice, un segnale forte per tutte le rivali.

Il Trino ha -7 sul girone B dello scorso anno, ma se la squadra giocherà come ad Alpignano saranno dolori per tutti. Fanno invece notizia i 10 punti di ritardo del Borgomanero, non a caso fanalino di coda.

Grande lavoro per La Biellese di Roano, che nonostante il -2 sulla settima giornata della passata stagione (puramente indicativo) sta facendo un grande lavoro in un girone di ferro: 4 vittorie, un pareggio e -3 dalla vetta per Latta Jack e compagni.

Squadre Punti Giocate  2015/16 Oggi
AYGREVILLE 12 7 5 +7
CITTA' DI BAVENO 11 7 4 +7
JUVENTUS DOMO 16 7 13 +3
BORGARO 16 7 15 +1
ALPIGNANO 13 7 12 +1
SETTIMO 8 7 7 +1
ORIZZONTI UTD 14 7 16 -2
LA BIELLESE 13 7 15 -2
STRESA 10 7 13 -3
CHARVENSOD 5 7 9 -4
LG TRINO 6 7 13 -7
BORGOMANERO 1 7 11 -10

11 ottobre 2016 - Domenica tour in Eccellenza A: siamo andati ad Alpignano per la partita contro il Trino (molti scatti disponibili sulla pagina Facebook). 0-2 il risultato finale.

 

ALPIGNANO-LG TRINO 0-2 (0-1 pt)

Alpignano: Doda, Barrella, Tarnowski, Carini, Crescente, Lerda, Kasa (15' st Liguori), Spoto (27' st Camoletto), Massimo, Moreo (31' st Durante), Cirillo. A disp. Berghin Rosè, Bamba,  Bellino, Burei. All.: Gatta.

Lg Trino: Bonassi, Capelli, Nicolasi, Kambo, Grillo, Agnesina, Meo Defilippi, Glazze, Boscaro (6' st Rognone), Bellingheri, Mullici. A disp. Rainero, Gennaro, Cafasso, Perelli, Ajaraam, Anedda. All.: Rotolo.

Arbitro: Filipov di Pinerolo

Reti: 19' Nicolasi, 14' st Rognone

 

Nel primo tempo si è vista tutta la rabbia del Trino per una classifica che non rispecchia assolutamente, almeno per ciò che abbiamo visto, il valore della squadra. Un Trino che è riuscito a spegnere per 90 minuti i numeri e la forza di un Alpignano sconfitto soltanto a Biella alla prima giornata: poi 4 vittorie e un pareggio prima del ko interno che dà ragione ai vercellesi.

Da sottolineare: non così di frequente troviamo sulle tribune tifosi come quelli del Trino, che in pratica hanno tramutato in gara casalinga la partita in trasferta dei loro beniamini. Un canto costante (faceva anche freddo, si sono riscaldati...), un martello pneumatico senza sosta con la vecchia associazione birra-megafono. Da clonare!

 

La partita: l'Alpignano, timido e contratto, non è lui e mister Gatta non la prende bene. Il Trino alza subito la voce e sfiora lo 0-1 con un piattone di Boscaro respinto da Doda. E uno. Troppo spazio per la fuga del bomber. Lerda e Cirillo, di testa e di piede, rispondono per le rime senza fortuna ma al 19' il Trino passa: tiro senza pretese dai 25 metri di Nicolasi, rimbalzo maledetto davanti a Doda, al quale sfugge il pallone all'indietro fino a dentro la rete. Frittatina. 0-1.

Al 33' e al 42' altre due nitide palle-gol per Boscaro: sulll'ultima, in particolare, si riscatta Doda respingendo appena alto sopra la traversa il destro del numero 9. Illusione del gol con la sfera sull'esterno alto della rete.

Nell'Alpignano (out Visciglia e Marangone) non riescono ad incidere - e questo fa notizia - le fortissime punte Cirillo, Spoto e Massimo, tre moschiettieri a riposo una volta tanto.

La ripresa racconta lo stesso copione: Alpignano pericoloso ancora una volta solo su palla inattiva (altra incornata di Lerda respinta sulla linea, successivamente bella parata di Bonassi su Carini) e manovra del Trino più veloce, precisa e piacevole a vedersi. Lo 0-2 arriva al 13' st sull'asse Kambo-Rognone: la punta subentrata all'ottimo Boscaro (a cui è mancato solo il gol) gira di testa in fondo al sacco. Nel finale una traversa per il Trino con Kambo.

Nulla da dire, era la giornata della squadra di Rotolo, che adesso sfida le valdostane: gara casalinga con lo Charvensod, poi trasferta sul campo del Pont Donnaz (e mister Cretaz in questo articolo ha già dichiarato di rispettare molto il lavoro del collega Rotolo).

L'Alpignano? Il pareggio del Borgaro avrebbe potuto proiettare i biancazzurri in testa in caso di vittoria. Niente da fare, lo rivedremo in giorni migliori anche perchè i numeri ci sono tutti e la classifica lo dice chiaramente.