Promozione D

LA DEDICA DI DISPENZA, I COMMENTI DI TELESCA

12 ottobre 2016 - di Michele Rizzitano

 

Una dedica speciale in Promozione D. E' quella di Giulio Dispenza della Santostefanese, che scavalca ogni discorso riguardante classifica e gol dell'ex al Savio Rocchetta al 92' per ricordare Jacopo Borrello, fratello del giocatore del Settimo Francesco e figlio del dirigente Leonardo, scomparso a soli tre anni a fine settembre.

A Settimo Dispenza ha lasciato ottimi ricordi e lui stesso ne ha: "E' una cosa a cui tengo molto. Dedico la vittoria e il gol a loro, so che non è nulla ma nel mio piccolo è un pensiero che spero porti un sorriso e positività ad un ottimo compagno di squadra come Francesco e al papà Leonardo, persona e dirigente eccezionale". 

 

Si torna a parlare di pallone. Il Lucento di Salvatore Telesca (3 vittorie su 3 in trasferta) domenica ospita il Canelli e cercherà di sfruttare il confronto in contemporanea tra Santostefanese e Arquatese. Da tenere d'occhio anche l'Asti con la Nuova Sco (classifica Promo D).

 

Mister Telesca: "E' un gran bel momento, abbiamo sicuramente iniziato nel migliore dei modi la stagione. Non era così scontato, perchè ci sono stati tanti cambiamenti. Quando arrivano nuovi giocatori esperti il gruppo è da costruire mattone su mattone ed è quello che conta di più in Promozione assieme alla corsa, al gioco e alle qualità individuali".

E' presto per fare un bilancio? "Credo proprio di sì e poi affronteremo le cosiddette big nel finale del girone d'andata. Intanto si è creata una mentalità vincente e cerchiamo di macinare più punti possibili. Scendiamo in campo senza mai accontentarci, lo dimostrano le tre vittorie esterne, due delle quali su campi alessandrini sicuramente insidiosi. Ogni partita comunque ha una storia a sè e per avere ragione della Pozzolese domenica abbiamo aspettato 80 minuti. E dico che non meritava di perdere...Che dire, contano tanto la pazienza e la testa. Non è, e non sarà, mai facile su nessun campo. Lo sappiamo bene".

Perrone sta segnando tantissimo: "Bravissimo lui, ma se finalizza vuol dire che dietro tutti fanno un gran bel lavoro, da Rizzo e Lepera alla difesa. Di certo Perrone fa la differenza negli ultimi 16 metri ed è in grado di convertire in oro anche i palloni più sporchi".

Mister, stai tenendo d'occhio le rivali? "Guardo in casa mia e poi, certamente, un occhio lo butto...Nessuna squadra è da sottovalutare. Credo che il girone D sia simile al girone C, ci sono 3-4 squadre che lotteranno per il titolo. Ne parlavo ieri con Boschetto del Chisola. Nel gruppo B secondo me il Susa è invece la grande favorita. Sono gli stessi da anni e molto bravi".

Ti aspettavi un San Giacomo così indietro? "Onestamente no, ma il calcio ha tempi supersonici. Ci si mette poco a cambiare trend, così come idee e commenti". Lucento, Santostefanese e Asti uniche squadre imbattute. Telesca esperto e diplomatico: "Dobbiamo volare basso, guardare poco la classifica e concentrarci sulla prossima avversaria. Siamo ambiziosi, ma piedi per terra. E' a febbraio e marzo che conta stare in alto, mentre a dicembre vedremo una classifica già abbastanza veritiera. Faremo di tutto per farci trovare pronti".