Tutti al campo a Nole? Macchè. Tutti al ristorante a Ciriè. Il Susa e la ragazza partita da Alba per la gara che non c'è

CHILOMETRI E PERMESSI INUTILI: CI RISIAMO

23 novembre 2016 - Primi rinvii per il maltempo. Prime riflessioni per la gara di Coppa Promozione che non c'è.

Siamo alle solite. La butta giù violentemente, si sapeva da una settimana, ma Nolese, Union Susa, terna arbitrale (di Chivasso), dirigenti, tifosi (pochi, fa freddo) e una ragazza partita da Alba vanno al campo guidando sotto il diluvio, prendendo inutili permessi di lavoro. E menomale per il Susa che Di Emanuele ha un ristorante lì vicino. Si va alla partita a Nole? No, si va a mangiare: tutti a Ciriè. Va bene lo stesso.

Chi si aspetta una partita di calcio si presenta per l'ennesima farsa. Un arbitro chiamato a fare l'appello dice "non si gioca" davanti ad un campo vuoto e tristemente silenzioso. Le piogge leggere di ieri hanno evitato che partisse il classico fax per il rinvio del match, anche se proprio di rinvio si parlava da ieri: ma la trattativa Nolese-Susa e' fallita senza troppe polemiche. I locali avevano proposto la nuova data del 7 dicembre, gli ospiti quella del 30 novembre. Niente da fare. Oggi però il campo si è allagato...

 

Dice Alberto Onomoni: "Un mio compagno di squadra ha preso un permesso da lavoro, si è fatto 150 chilometri totali da Susa a Nole per vedere un arbitro che arriva, sta 10 minuti e se ne va...". E poi: "Ho una ragazza fantastica che è partita da Alba per vedere Nolese-Susa, mica Barça-Real, e ha visto un campo vuoto e luci spente a premiarla".

Ma davvero non si riescono ad evitare queste situazioni? Il danno è anche per la Nolese. Mister Stefanetto: "Campo non tracciato? L'arbitro ha provato a far rimbalzare il pallone, ma niente...Nessuno se la sentiva di giocare una partita così' importante su quel campo e di conseguenza non lo abbiamo tracciato. Altrimenti lo avremmo fatto ovviamente. Dispiace, loro hanno fatto i chilometri ma abbiamo perso tempo anche noi".