Bomber Buongiorno da Castel di Sangro: 3 gol in 45 minuti, il Cavour di Di Leone batte 3-4 il Fossano

BUORGIORNO, TRIPLETTA IN 45 MINUTI

Buongiorno del Cavour - Foto: si ringrazia Giacomo Galvagno (Fossano)
Buongiorno del Cavour - Foto: si ringrazia Giacomo Galvagno (Fossano)

LE ULTIME 5 GARE: LE CUNEESI DIETRO AL CASTELLAZZO

Il Cavour segna più di tutti nell'ultimo mese

 

 

Squadre P G VC VF PC PF NC NF GF GS
CASTELLAZZO 15 5 2 3 0 0 0 0 9 0
PRO DRONERO 12 4 3 1 0 0 0 0 12 2
FC SAVIGLIANO 9 5 2 1 0 2 0 0 11 6
FOSSANO 9 5 2 1 1 1 0 0 11 7
SALUZZO 7 4 2 0 1 0 0 1 5 3
RIVOLI 7 5 1 1 1 1 0 1 5 2
CHERASCHESE 7 4 1 1 0 1 1 0 8 6
OLMO 7 5 1 1 1 1 0 1 6 7
BENARZOLE 7 5 1 1 1 1 0 1 7 7
VALENZANA MADO 7 5 2 0 0 2 1 0 5 6
CORNELIANO R. 6 4 1 1 1 1 0 0 8 7
ALBESE 6 5 2 0 0 3 0 0 9 9
CAVOUR 6 5 1 1 1 2 0 0 13 8
TORTONA 6 5 0 2 2 1 0 0 8 8
BONBONASCA 3 5 1 0 2 2 0 0 3 18
COLLINE ALFIERI 2 4 0 0 0 2 2 0 1 3
ACQUI 0 5 0 0 3 2 0 0 1 23

29 novembre 2016 - di Michele Rizzitano

 

Una storia curiosa: il destino e Daniele Buongiorno, "signor tripletta" da Castel di Sangro, con un passato in D al centro e Sud Italia. Questo attaccante classe '94 dalle grandissime prospettive è stato infatti molto sfortunato in passato (grave infortunio appena arrivato alla Primavera del Genoa) e adesso è desideroso di rilanciarsi a Cavour. Domenica tre gol in 45 minuti al Fossano, 6 reti in 8 partite. Insomma, c'è tutto per un nuovo decollo.

 

Ma torniamo al destino. E' quello che bussa alla porta di Buongiorno a due giorni dalla fine del calciomercato, quando non trova la quadra coi dirigenti del Roccella Jonica in serie D in Calabria. Abitando a Genova valuta la proposta di una squadra non vicina, ma neanche lontanissima, alla disperata ricerca di una punta visto l'addio di Dalessandro alla Valenzana: il Cavour.

C'è ancora il destino di mezzo quando a Fossano, domenica scorsa, si fa male Pareschi. Tocca così a Buongiorno subentrare al 45', anche se non era al top della condizione: aveva fatto solo un allenamento in settimana. E 45 minuti bastano per lasciare un segno indelebile sul match e sul campionato.

L'intuizione del trasferimento in giallorosso è firmata Alberto Viggiano, che collabora con un agente Fifa per serie D e Lega Pro e segue diversi giocatori per il mercato. Mister Pino Di Leone a metà settembre lo ascolta e ci vede lungo. Buongiorno ha cambiato da così a così Fossano-Cavour in una bellissima sfida a distanza con il capocannoniere Alfiero e il genio Romani, uomini-gol scatenati dei blues di Viassi.

 

Bomber, che partita è stata? "Devo riconoscere che il Fossano ha avuto a lungo il pallino del gioco. Sono andati avanti 2-1 e 3-2 dopo il nostro iniziale vantaggio, ma noi abbiamo dimostrato grande voglia di lottare fino alla fine e siamo stati letali nei contropiede. La panchina? Non sono uno di quelli che porta musi lunghi e in più non ero al top della condizione. Quando sono entrato in campo ho solo pensato di aiutare la squadra. Mi sentivo agguerrito. Sul 3-2 comunque sembrava finita e il Fossano ha avuto la possibilità di chiudere la partita, ma non ci è riuscito...". E così dopo il gol del provvisorio 2-2 ecco il 3-3 di Buongiorno su assist di Di Leone in mezzo all'area al 41' st e il 3-4 con un tiro vincente dopo un rimpallo vintio al 48' st. Buongiorno in tripletta.

 

L'attaccante abruzzese di Castel di Sangro (tifoso juventino) è cresciuto nei Giovanissimi e Allievi di Celano e Benevento, esplodendo nel settore giovanile del Genoa, tramite il quale arriva anche all'Under 16 e 17. Poi Allievi col Grifone e Primavera e una tegola che arriva al momento sbagliato: gravissimo infortunio nel momento di fare il salto coi prof, quando già si allenava con la prima squadra.

Buongiorno resta così fermo per oltre sette mesi e fa poche presenze al Campobasso in D. Poi vince il campionato a Messina in C2 con il 1° gol tra i professionisti a 19 anni all'Aversa Normanna e passa a Celano (10 gol), Fano e Novese. Lì il destino gira di nuovo le spalle al bomber: situazione disastrosa in società e stagione che se ne va in fumo. In estate altra beffa: l'accordo (che salta) con il Roccella Jonica. Finalmente un po' di pace: il Cavour.

 

Buongiorno è un vero lottatore, non molla mai: "E' la prima volta che segno nel recupero. Non mi era mai successo prima. Sono contento di aver contribuito alla conquista dei 3 punti e personalmente anche per la tripletta. L'obiettivo rimane sicuramente la salvezza e speriamo di ripeterci domenica contro la Valenzana. Credo che ultimamente meritassimo qualche punto in più, che non è arrivato fino a Fossano. La squadra? Tanti bravi ragazzi, un bel gruppo. I giovani? Lavorano molto bene e hanno qualità. Sono rimasto impressionato da Fiorillo, un '98. La società? E' molto seria, io darò tutto per aiutare mister e compagni di squadra". E se il Buongiorno si vede dal mattino...

 

FOSSANO-CAVOUR 3-4 - Eccellenza B
Reti: pt 14' Di Leone, 24' Romani; st 3' Alfiero, 5' Buongiorno, 24' Armando, 41' e 48' Buongiorno.
Fossano: Masneri, Brondino, Galvagno (21' st Tounkara), Fenoglio, Mozzone, Gorzegno, Armando (41' st Di Salvatore), Giraudo, Alfiero, Romani, Tavella. A disp. Aleati, Sammartino, Sacco, Boniello, Douza. All. Viassi.
Cavour: Raica, Quattrocchi (11' st Re), Cristiano, Laganà, Friso, Cuttini, Fiorillo, Cretazzo, Pareschi (45' pt Buongiorno), Atteritano (30' pt Candela), Di Leone R. A disp. Gilli, Bonelli D, Dedominici, Modugno. All. Di Leone.