Cuore-verde: Eccellenza, a Castellazzo torna il centrale Francesco Cimino

CASTELLAZZO: CIMINO PER RINFORZARE IL BUNKER

2 dicembre 2016 - di Michele Rizzitano

 

Eccellenza B. Castellazzo cavalca l'onda dell'entusiasmo. Per questo paese di 4mila abitanti alle porte di Alessandria (club fondato nel 1982, anno della vittoria dei Mondiali) c'è un grande attaccamento alla squadra, che ora ha regalato il primato e vuole conservarlo. La scorsa settimana abbiamo raccontato di un record: Castellazzo miglior difesa dei gironi d'Eccellenza del Nord Italia (qui l'articolo).

 

E' arrivato un bel rinforzo: torna alla base il centrale classe 1991 Francesco Cimino, un altro giocatore che ha molto a cuore la maglia (aspetto fondamentale, come ci ha dichiarato più volte mister Merlo). 

Cimino infatti ha fatto tutta la trafila coi verdi dall'età di 6 anni all'Eccellenza, un lungo cammino dalla stagione con l'ex calciatore e mister Giovanni Fasce (2008/2009) in avanti.

Sei stagioni, poi la nascita del suo bambino, l'esperienza al San Giuliano Nuovo più "tranquilla" per un neo-papà ed un'ottima offerta dell'Arquatese nel mercato estivo. La squadra era partita benissimo e adesso è a -6 dal Lucento in mezzo ad un traffico da tangenziale.

Poi il telefono è squillato di nuovo. Francesco Cimino, l'unico giocatore che è proprio di Castellazzo assieme al fratello Federico, altro perno del team di Merlo: "Mi è arrivata la chiamata del Castellazzo e non ho potuto che dire sì, visto quanto tengo alla maglia e considerata l'attuale classifica e le prospettive. L'ambizione è quella di crescere ancora al fianco di due giocatori esperti come Silvestri e Camussi, facendo più presenze possibili e cercando di dimostrare il mio valore. A Castellazzo c'è tutto per ottenere grandi traguardi. Ringrazio l'Arquatese ed il bellissimo gruppo di ragazzi, che ha capito la mia scelta. Ho trovato sicuramente una grande società. Adesso sono pronto per la nuova avventura".