Ufficiale in Prima girone F: il portiere Marco Boetto dal Lesna Gold all'Airaschese

BOETTO: "ARRIVEDERCI LESNA"

Calabrò: "Mi dispiace, è stato un numero uno"

6 dicembre 2016 - Ufficiale in Prima girone F: cambia squadra il portiere Marco Boetto, uno che ci sentiamo di dire sta molto stretto in Prima Categoria per le sue qualità tecniche e carismatiche.

 

Per Boetto il passaggio dal Lesna Gold all'Airaschese. Perchè? Parola a Boetto: "Non poteva che finire così visto che si è rotto il clima di fiducia e armonia con l'allenatore". Screzi interni con Calabrò: "Sì. Peccato, ma non si poteva andare avanti assieme. Sono stati tre anni fantastici al Lesna Gold, società che mi ha trattato come un figlio. L'ambiente e i compagni mi mancheranno, ma dovevo e volevo andare via. Mister Calabrò è stato sempre rispettoso nei miei confronti, ma qualcosa si è rotto. E' come per un portiere...può fare 100 parate e poi un errore madornale che costa caro. Tutti si ricordano soltanto di quello per un bel po'. Io volevo più rispetto e non sono riuscito a mettere una pietra sopra ai nostri screzi. Ho bisogno di giocare sereno e l'Airaschese mi ha dato questa opportunità. E' una società dal passato glorioso, merita altre categorie e giocare lì sarà un piacere. Darò una mano per centrare l'obiettivo salvezza e rincontrerò tra gli altri bomber Brescia, anche lui ex Lesna Gold. Ripeto, nessun problema con la società Lesna Gold. E magari ci ritroveremo in futuro...".

 

Finisce così l'esperienza di Boetto in via Milano. L'ex giovanili del Lascaris, Paradiso (Allievi), Pro Collegno (Juniores), Ciriè, Pinerolo, Santena, Leinì, Sciolze, Alpignano e Olympic Collegno (prime squadre) riparte da Airasca.

 

Un commento da parte dell'allenatore del Lesna Gold Natalino Calabrò: "Mi spiace molto sia finita così. Marco è un grande portiere e in questi anni è stato un numero uno. Sì, è vero, qualcosa si è rotto e non c'era la serenità per continuare ad andare avanti assieme. Gli auguro il meglio e gli faccio un grande in bocca al lupo".