mar

20

dic

2016

Simone FantAloisi, 200 gol nel calcio piemontese. Ricordi, emozioni e curiosità: "Mai segnato di testa"

200 VOLTE FANTALOISI

  • 15 gol: Sommariva (2006/2007)
  • 14 gol: Pianezza (2007/2008)
  • 16 gol: Pianezza (2008/2009)
  • 22 gol: Pianezza (2009/2010)
  • 21 gol: Pianezza (2010/2011)
  • 13 gol: Pianezza (2011/2012)
  • 28 gol: Pianezza (2012/2013)
  • 21 gol: Pianezza (2013/2014)
  • 16 gol: Pianezza (2014/2015)
  • 18 gol: Union Susa (2015/2016)
  • 16 gol: Union Susa (2016/2017): 200

 

20 dicembre 2016 - di Michele Rizzitano

 

Duecento gol, schedati uno ad uno, perchè il calcio è una cosa seria. Duecento gol incastonati nella memoria, dalle reti col Sommariva alla tripletta di Boves (2013), dalle punizioni fino agli slalom giganti e ai rigori col Pianezza (151 gol in rossoblù), per sbarcare agli attuali 34 centri con l'Union Susa. Duecento gol per Simone FantAloisi, così chiamato da tutti quelli che lo conoscono dopo un soprannome attribuitogli sul bisettimanale "Luna Nuova" in occasione di un Grugliasco-Pianezza del 2009. Ma che bello è vedere, dopo 7 anni, che quel soprannome è diventato parte di lui fino ad essere stampato sulla maglietta dei 200 gol sfoggiata due giorni fa sul campo del Lascaris?

 

Se pensi a un bomber da 200 gol lo immagini col numero 9, cattivo sottoporta, implacabile e un po' casinista. Forse, anche un po' mercenario visto che per certi attaccanti, ovunque, c'è un prezzo da pagare. Insomma, il classico personaggio. Ecco, questo identikit non corrisponde minimamente a Simone Aloisi, da sempre un numero 10 pacato, apprezzato per stile e comportamento, un bomber dai sani principi che mette davanti a tutto amici, famiglia e fidanzata (oggi moglie) alla quale continua a mandare i cuoricini dopo un gol. Quando segna non ha bisogno di fare gesti plateali e di spaccare qualcosa, alla Vieri o alla Cassano: una corsettina, un bacio in tribuna e un abbraccio coi compagni. Una consuetudine. Insomma, Aloisi è uno che fa parlare il campo e stop. Decine di club, per tutte le estati che ricordiamo dal 2007 ad oggi, gli hanno promesso valangate di soldi da una parte all'altra del Piemonte per ingaggiarlo. E lui? Per otto anni consecutivi non si è mai spostato da Pianezza perchè "...qui mi trattano come Totti a Roma", disse nel 2014. Pianezza era, ed è, casa sua.

 

Aloisi ha preso il treno per il professionismo a 18 anni con le esperienze in Cuneo e Portogruaro (Veneto). Poi è tornato in Piemonte ripartendo da Sommariva e Chisola.

Coi piedi è capace di qualunque cosa. Ce ne siamo accorti una sera di qualche anno fa, quando con tanto di borsa da calcio siamo andati a fare una partitella di fine stagione coi ragazzi del Pianezza. Nessuno riusciva a rubargli il pallone, che teneva incollato come un giocatore di calcio a cinque.

Proprio a Pianezza, con gli allenatori Berto (2 stagioni), Musso (5) e Ragazzoni (1) ha segnato 151 gol. E solo dopo aver raggiunto quest'obiettivo ha salutato la sua seconda casa, dove magari un giorno tornerà a chiudere la carriera, passando all'Union Susa per segnare attualmente 34 gol, e più precisamente 26 gol in 25 presenze in un anno solare di Promozione.

 

FantAloisi, 200 gol come regalo di Natale. Qual è il segreto? "La passione, il divertimento, l'amicizia. Gioco a calcio solo per questo e non mi sono mai fatto distrarre da altro. Domenica sentivo che era il giorno giusto per i 200 gol...Sul campo del Lascaris, storica rivale di sempre del Pianezza, non avevo mai segnato e qualche anno fa la mia squadra perse amaramente tutti i derby coi bianconeri. E' un campo che ho sempre patito. In più in tribuna c'era mia moglie Federica, che di solito non può venire a vedermi per motivi di lavoro. A lei, che mi ha sempre mostrato comprensione e pazienza per il mio tempo speso per il calcio, dedico questo gol così come alla mia famiglia. Sono i miei primi tifosi".

Sei stato allenato da Berto, Musso, Ragazzoni, oggi da Falco: "Ognuno di loro mi ha insegnato qualcosa e li ringrazio. Con Musso, lo sanno tutti, ho un rapporto speciale ma devo dire che sono cresciuto molto anche con Falco, un grande allenatore che sta facendo grandi cose a Susa e che dopo tanti anni mi ha fatto provare come è dura, e come serve, stare qualche volta in panchina col muso lungo. Ci voleva".

I gol più belli e importanti: "Penso a una tripletta a Boves nell'ultimo quarto d'ora col Pianezza rimasto in 9 uomini e sotto 2-0. Finì 2-3. E poi mi viene in mente una rovesciata col Villafranca, un gol in finale playoffs contro il Cumiana ad Orbassano, quando salimmo in Promozione con Musso, o nello spareggio contro la Bvs a Rivoli. E' stato molto bello anche il 200esimo gol, con un tiro violento sotto la traversa dopo un batti e ribatti in area". Azione chiusa con un vammelapiglià.

Poi la curiosità: "Ho segnato di destro, sinistro, su azione, slalom, pallonetto, rigore e punizione, ma...non ho mai segnato di testa. E' un gesto tecnico che non mi appartiene". A questo punto offrirà una cena a chi gli consegnerà questo assist: "Sì, magari a porta vuota...".

 

Dopo 8 anni di Pianezza, il colpo del ds Galluzzo che tutti i suoi colleghi direttori sognavano. Cos'è per te l'Union Susa? "Un altro ambiente straordinario. L'ho scelto apposta, perchè sapevo che non ci sarebbero state grandi differenze. Devo ringraziare tutti i miei compagni che mi hanno permesso di tagliare questo traguardo. E penso proprio a tutti, dai portieri al grande Rizq Kamal, un attaccante col quale giocare assieme è un piacere. E' devastante, sa segnare, fare sponda e poi crea spazi e spizza sempre in modo intelligente".

Squadre anti-Susa. Vogliamo due nomination: "Lascaris e Vanchiglia. Sono forti e attrezzate in ogni reparto. Tanti applausi merita anche il San Maurizio, che non ha di certo 32 punti per caso. Dopo che ci hanno battuto, però, ne hanno perse due di fila".

Obiettivi e sogni a portata di mano: "Adesso l'obiettivo è staccare un attimo...Abbiamo fatto 38 punti in 15 partite, uno score quasi mai visto negli ultimi anni in Promozione. A forza di scrivere record siamo un po' scarichi, ma gli stimoli e le motivazioni per il 2017 saranno enormi vista la classifica. Siamo rimasti sempre umili, non era facile quando tutti capiscono che siamo diventati la squadra da battere. Un sogno? Giocare, e vincere, la finale di Coppa Promozione...". E domani sera ecco l'andata dei quarti in casa Vanchiglia.

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.