Fossano, il ministro della difesa Masneri: "Un 2016 da favola". L'Eccellenza, i giovani e il record di imbattibilità

MASNERI E IL FOSSANO: 2016 AL TOP

Dal grigio-Novese al blu dipinto di blu

2 gennaio 2017 - Riavvolgiamo il nastro per rivivere alcuni momenti calcistici del calcio a nord ovest, edizione 2016, con alcuni grandi protagonisti dell'anno solare. Si riparte con le interviste di Sportovest.

 

Come dimenticare la cavalcata del Fossano 2015/2016? Tre squadre in fuga fin da subito nel girone C di Promozione (qui la classifica): Carmagnola davanti a tutti nella prima parte del campionato, poi passaggio del testimone alla Piscinese Riva e infine, nel momento decisivo alla 26esima giornata ecco spuntare...il Fossano di Viassi. E' il 10 aprile 2016: Carmagnola-Piscinese Riva 4-2 e Moretta-Fossano 1-3. E' il momento clou: scatta il sorpasso in vetta che porta i blues in Eccellenza, dove oggi hanno piantato le tende.

 

Dunque, parola al portavoce classe 1994 Thomas Masneri, ministro della difesa: per lui un 2016 eccezionale. Il portiere arriva a Fossano nel dicembre 2015 da quelle che pochi mesi fa sono diventate le ceneri della Novese, società dal passato glorioso che oggi non esiste più. Un disastro. Viassi e lo staff dei blues gli danno le chiavi della porta, lui si rivela uno dei protagonisti del salto in Eccellenza con tanto di record di imbattibilità di 659 minuti (tanto è passato tra i gol di Tozza dell'Airaschese e quello di Nicolini della Piscinese Riva) ottenuto curiosamente nello stesso momento in cui l'eterno Buffon arrivava a 974 minuti senza prendere gol con la Juventus.

I numeri: 8 gol subiti in 14 gare nello scorso campionato, 16 in 16 partite di quello in corso. Totale: 24 gol presi da Masneri in 30 match del 2016, con media di 0.80 a partita.

 

Thomas, che dici di questi numeri e che voti dai al 2016? "Dico che sono felicissimo della scelta fatta. Ringrazio tutti i miei compagni di squadra perchè mi hanno permesso di portare a casa queste soddisfazioni e soprattutto mister Viassi per la fiducia nei miei confronti e il preparatore Domenico Lizzandro. Arrivavo da un dispiacere immenso a livello calcistico, perchè a Novi Ligure c'era una società in grave difficoltà. A Fossano sono praticamente rinato. Ho trovato un ambiente d'oro centrando la vittoria del campionato e segnando anche un record. Meglio di così non poteva andare...Quindi voto 10 all'esperienza in Promozione. In Eccellenza per me il voto attuale è 9. Siamo quinti, abbiamo fatti grandi cose pur perdendo qualche punto per inesperienza come contro Olmo e Cavour, ma la cosa più bella è lo spirito del gruppo che vuole sempre migliorarsi".

La società intanto ha continuato a valorizzare i giovani: "Certo e questo mi piace. Il tipo di progetto che ha, in Eccellenza, è praticamente unico. Abbiamo un'età media dell'undici titolare che si aggira sempre sui 21 anni o poco più. Qui se c'è un momento di difficoltà non si smonta tutto per andare a prendere i cosiddetti giocatori vecchi da categorie più alte, ma si lavora sulle risorse per riuscire a far esplodere le qualità che indubbiamente ci sono. Ci vuole pazienza e...un allenatore come Viassi, che tira fuori il meglio. E' successo anche l'anno scorso quando si è scelto di dare continuità e fiducia alla rosa anche nel momento in cui avevamo -7 punti dalla Piscinese Riva e avevamo pareggiato con le ultime. Può arrivare un rinforzo o due nelle varie finestre di mercato, certo, ma la filosofia è quella. E' una gioia e un piacere far parte di questo progetto".

Si può pensare ad un Fossano in serie D nei prossimi anni? "Assolutamente sì. Questa è una società che guarda già avanti, lo dimostrano i trasferimenti di Gemello e Giraudo al Toro e di Galvagno alla Juve. Aggiungo che non è così scontato che un club liberi i suoi talenti come succede a Fossano. Conosco tanti giocatori che sono stati bloccati nel momento di fare il salto nel professionismo. L'obiettivo del 2017? Mantenere la categoria. Vogliamo continuare a crescere, divertirci e valorizzare talenti. Quando ho scelto il Fossano non ho mai pensato che sarei sceso in Promozione. Per competenze e livello di organizzazione qui è riduttivo parlare di dilettantismo".

 

Il momento-chiave del 2016? "Nessun dubbio, quello successivo allo 0-0 col Chisola in Promozione. In quella partita era stato espulso Alfiero, uno dei giocatori più determinanti della rosa. La domenica successiva avevamo in casa la partita decisiva con la Piscinese. Siamo andati sotto e tutto sembrava girare storto, invece l'abbiamo poi vinta persino in dieci uomini nonostante un'altra espulsione a Brondino. Idem nella gara successiva a Carmagnola. In quella e in tante altre occasioni, come nel 4-4 di Dronero in Eccellenza, un pareggio strappato in 9 uomini, abbiamo dimostrato di che pasta siamo fatti. La forza del gruppo si vede in quei momenti. Io ho vissuto le dinamiche di molti spogliatoi calcistici, ma nessuno è paragonabile a quello del Fossano".

 

Chi vincerà questa Eccellenza B? E quali giocatori ti hanno più impressionato? "Vedo favorito il Castellazzo sul Rivoli. Credo invece che il Saluzzo non sia ancora pronto per vincere, almeno questa è stata la mia sensazione sul campo. Due giocatori devastanti? Celeste della Cheraschese, col quale ho giocato assieme, e Sardo del Rivoli. Che qualità...".
E che carattere, questo Masneri, la cui storia può fare bene a tanti giovani. In un momento di smarrimento calcistico, con la propria società in grande difficoltà, Thomas ha dimostrato di sapersi tuffare su un treno in corsa e di trovare il colore giusto per una nuova avventura: il blu dipinto di blu, quello del Fossano.

IN ARRIVO SU SPORTOVEST: PAGELLONE 2016, TOP 11 E INTERVISTE

Viassi traccia la via da seguire: Fossano tra i top club del 2016
Viassi traccia la via da seguire: Fossano tra i top club del 2016

2 gennaio 2017 - Il pallone è a riposo al calduccio. Per ora possiamo lasciarlo tranquillo, visto che poi rimbalzerà su tutti i campi del nord ovest per i mesi (sportivamente) più caldi, quelli più attesi con i verdetti e le sentenze da emettere. Per l'inizio del nuovo anno il menù della redazione di Sportovest.com sarà il seguente:

 

- interviste ai portavoce delle squadre top del 2016

- pagellone 2016

- top 11

- cronaca, foto, video e interviste da Borgaro-BorgoVercelli, finale di Coppa Eccellenza del prossimo 6 gennaio

 

Si ripartirà nel 2017 verso aggiornamenti sempre più frequenti, ma intanto i motori sono già pronti. Seguiteci!

 

ps. Vi siete persi l'articolo esclusivo relativo ad Eccellenza e Promozione con la somma-punti dell'anno solare 2016? Eccolo a questo indirizzo!