Mister Camardo lascia l'Airaschese per motivi extra-calcio: "Grazie a tutti, esperienza fantastica".

CAMARDO: "GRAZIE A TUTTA L'AIRASCHESE"

11 gennaio 2017

 

A tutto Gianni Camardo. Ecco le parole del mister che lascia l'Airaschese, con un passaggio di testimone già avvenuto in Prima girone F all'ex Susa e Venaus Davide Vigliotti: qui motivazioni, precisazioni e ringraziamenti.

 

Camardo: "A fine novembre sono diventato papà di un bimbo, ho deciso per questo di allontanarmi dalla squadra non potendo più garantire la mia presenza con regolarità. Siamo così arrivati di comune accordo ad interrompere il nostro rapporto. Voglio ringraziare la società per avermi dato un'occasione così importante in un club dove sono anche cresciuto calcisticamente. E' stato come tornare a casa. La salvezza della squadra credo sia raggiungibile anche se ad oggi la classifica non è delle migliori. I motivi per essere fiduciosi sono molti. Innanzitutto c'è una gara in meno da considerare e soprattutto ci sono gli innesti di dicembre, tra cui Boetto, portiere esperto e di categoria. In alcune delle precedenti partite abbiamo giocato con 1-2 fuoriquota oltre al portiere, sono in particolare orgoglioso di aver portato in prima squadra e nei titolari alcuni giocatori che erano con me in Terza Categoria".

 

Camardo chiude così: "E' stata un'esperienza fantastica che mi ha insegnato molto. Un grazie di cuore al presidente Basano, al ds Biolatto, al direttore generale Ivan Nota, al preparatore Pasquariello oltre che ai ragazzi, coi quali si è creato un rapporto umano prima che calcistico, e a tutta la società".