Rivoli, 2° posto: Cravetto assist-man, Arcari gol. Petrosino: "Domenica Castellazzo-Saluzzo, momento importante"

RIVOLI, GRAN PARTENZA NEL 2017

15 gennaio 2017 - Tra le tante notizie del giorno in Eccellenza B (tripletta di Alfiero a quota 21 reti, festival del gol in Cheraschese-Fossano 3-5, 0-0 in Corneliano Roero-Castellazzo) spicca sicuramente il salto in lungo del Rivoli: 0-1 a Valenza Po firmato Arcari e balzo al 2° posto assieme al Saluzzo. In concreto sono due punti presi proprio al Castellazzo capolista e al Saluzzo (fermato nel finale da Buongiorno del Cavour dopo l'1-0 di Pinelli).

 

Mister Petrosino: meglio il Rivoli non poteva proprio iniziare vero? "Assolutamente sì. Siamo molto felici, ma sotto la doccia ho già sentito qualcuno pensare al Benarzole, col quale abbiamo fatto 1-1 all'andata. Questo è l'atteggiamento giusto ed è lo spirito che serve per provare a stare in cima alla classifica. Oggi siamo secondi, sicuramente i risultati delle rivali sono stati favorevoli".

 

Decisivo (oltre che Volante, portiere che ha realizzato una doppia parata nella stessa azione nella ripresa) soprattutto il baby bomber Arcari, che ha scaricato in rete un piattone a rimorchio su assist dal fondo di bomber Cravetto al 13'. Petrosino: "Siamo tutti molto contenti per Arcari, un ragazzo giovane della società in evidenza. Ha dimostrato di essere all'altezza e di poter dare un contributo importante in un contesto come l'Eccellenza. Al Rivoli siamo comunque abituati a non elogiare mai solo un singolo, ma sempre la squadra. Tutti hanno fatto bene il proprio compito vincendo su un campo difficile. Ci aspettano ora Benarzole e Cheraschese, vogliamo riprenderci i punti lasciati per strada all'andata con queste due squadre. Si tratta di due partite fondamentali per la scalata al primo posto, anche perchè domenica c'è Castellazzo-Saluzzo. Noi riposeremo quando gli altri giocheranno, il momento di allungare è proprio questo".

 

Come è andato il primo Rivoli versione 2017? "Complessivamente bene. Non avevamo ancora totalmente il ritmo partita, ma abbiamo disputato un buon primo tempo e rischiato qualcosina nella ripresa. Ci sta, anche perchè la Valenzana aveva un'enorme fame di punti".

Grauso non è sceso in campo: "Sì, confermo. Nella fase di riscaldamento ha accusato un fastidio al polpaccio e ha preferito non rischiare. Pantaleo ha preso così il suo posto. Era già successo venerdì, poi insieme a Claudio abbiamo provato a valutare la condizione prima della partita. Sembrava tutto a posto e invece non lo è ancora".