Real Leinì-San Mauro 3-4, Maselli: "Mai visto un arbitraggio simile in 15 anni". Olympic, che numeri

LA RABBIA DEL LEINI', I NUMERI DELL'OLYMPIC

REAL LEINI'-SAN MAURO 3-4

Real Leinì: Tricarico, Riccelli, Liotta, Moretto, favata, Guida, Pelle, Rucchione, Di Grigoli, Loiacono, Mazza. All.: Maselli.

San Mauro: Ignazzi, Grimaldi, Dotto, Di Fiore, Schinco, Marocco, Lasaponara, Bonomo, Saracino, Delise, Greco Ferlisi. All.: Perziano.

Reti: 3' Greco Ferlisi, 22' Rucchione (R), 25' Mazza (R), 12' st Di Grigoli (R), 19' st rig. Bonomo, 44' st Saracino, 46' st rig. Bonomo.

 

31 gennaio 2017 - Prima girone D al peperoncino. Daniele Maselli, tecnico del Real Leinì sconfitto 3-4 dal San Mauro (al 30' della ripresa la gara era sul 3-1), stavolta non le manda a dire. Sul banco degli imputati la conduzione del direttore di gara Lama della sezione di Bra.

 

Maselli: "Neanche il miglior sceneggiatore avrebbe potuto scrivere un finale del genere. Il Real Leinì non si sente assolutamente rispettato. Ci sta perdere, ci sta sbagliare, ma quello che è successo domenica con il San Mauro ha dell'incredibile e in 15 anni in panchina non l'ho mai visto. Preciso che non abbiamo nulla contro il San Mauro, società che peraltro tramite suoi dirigenti ci ha fatto capire che anche loro si sentivano in imbarazzo per l'operato dell'arbitro".

 

Tre rigori assegnati. Maselli nel dettaglio: "In occasione del primo penalty nessuno ha capito che l'arbitro avesse fischiato un tiro dagli 11 metri. Erano tutti girati, non è successo un bel nulla in area di rigore. Anche i giocatori del San Mauro erano increduli. Spiegazioni? Non ne abbiamo avute. E così siamo stati umiliati, visto che abbiamo trovato un muro di fronte. Zero dialogo. Il secondo è stato dato per un presunto tocco di braccio mai avvenuto. Il terzo, al 90', ci poteva anche stare per un atterramento. Ma siamo a due rigori inesistenti su tre. A tutto ciò aggiungo 9 ammoniti e un espulso per noi, considerando anche la panchina, e un ammonito per loro. Dico, ma è stata una guerra, ci sono stati feriti? A me non risulta. Anzi, è stata una bella partita tra due squadre che hanno battagliato, certo, con agonismo. Infine negli spogliatoi l'arbitro ha iniziato una caccia all'uomo per capire chi lo avesse leggermente spintonato. Siamo stati costretti, noi del Leinì, a chiamare i Carabinieri perchè volevamo essere tutelati e pretendavamo che fosse messo a verbale cosa realmente stava succedendo. Cioè nulla di grave".

Maselli furioso: "Se dovessi leggere nelle decisioni del Giudice sportivo qualcosa di falso sarei anche pronto a dimettermi da allenatore e a passare alle vie legali per difendere me e la società. Ho 41 anni, non accetto di essere preso in giro in questo modo da un ragazzo che oltretutto mi dava del tu. I sacrifici dei ragazzi sono stati calpestati e questa sconfitta ridimensiona completamente le nostre ambizioni. Non possiamo stare zitti questa volta, anzi, vogliamo che qualcuno capisca il nostro stato d'animo. In generale sono contento del nostro cammino fin qui, ma per la prossima partita lavorerò sull'aspetto mentale. Quella di domenica è stata una brutta botta a livello psicologico, anche se ci toglie la pressione dell'alta classifica. Dobbiamo e vogliamo rimetterci in carreggiata, c'è tanta rabbia".

 

Diritto di replica al San Mauro. Bomber Gabriele Saracino: "Non voglio entrare nella polemica. Posso e voglio soltanto raccontare la gara come l'ho vista io. Il San Mauro ha avuto sempre il pallino del gioco, anche sotto di 3-1 con tre tiri subiti. Abbiamo segnato quattro gol, preso due traverse e un palo, sciupando altre 4-5 occasioni davanti al portiere. Ci abbiamo sempre creduto, fino alla fine. L'arbitro? Per me è stata una buona direzione di gara e non è giusto farlo passare per unico colpevole. E' stata una partita con moltissimi falli e tante proteste, ecco spiegati i tanti gialli. Il secondo e terzo rigore? Ci stanno tutti. Ripeto, è un commento sulla partita. Le polemiche non ci interessano, siamo concentrati per i nostri obiettivi. Coppa e campionato".

 

Dopo la seconda giornata di ritorno c'è una sorpresa: tra le squadre più in forma ecco l'Olympic Collegno del timoniere Redavid. Per Cilia un gol e un assist a Fina, che segna il 2-1 nel derby contro la Pro Collegno (sotto il bomber in festa). Nelle foto le classiche "storie da derby" con una maglia-sfottò firmata da Ferrari, Voci, Sperandio, Fina e compagni: 11 punti in 5 giornate, Olympic davanti a tutti nell'ultimo periodo, anche grazie ai nuovi rinforzi.

Sta facendo bene, oltre al San Mauro, anche il Pianezza di Bonafede: soffocate le ambizioni del Caselette dell'ex Musso con un roboante 6-2. Giornata super per Navarra, Furgato, Rognetta e Ferroglio.

 

 

 

Squadre P G VC VF PC PF NC NF GF GS
OLYMPIC COLL. 11 5 3 0 0 0 0 2 12 6
SAN MAURO 10 5 2 1 0 1 0 1 11 8
PIANEZZA 10 5 1 2 1 0 0 1 13 8
CASELETTE 10 5 2 1 0 1 1 0 9 8
RIVER MOSSO P. 9 4 2 1 1 0 0 0 11 4
CNH INDUSTRIAL 9 5 2 1 0 2 0 0 12 10
ESPERANZA 8 5 1 1 0 1 1 1 6 6
REAL LEINI' 7 5 1 1 1 1 0 1 15 10
VALDRUENTO 7 5 1 1 0 2 1 0 7 6
COLLEGNO PAR. 6 4 2 0 1 1 0 0 11 6
VILLARBASSE 5 4 0 1 1 0 2 0 5 5
CORIO 4 5 1 0 2 1 0 1 9 16
BVS 4 4 0 1 1 1 1 0 3 5
BUSSOLENO 3 4 1 0 0 3 0 0 6 14
PRO COLLEGNO 1 5 0 0 2 2 1 0 2 6
ROSTA 0 4 0 0 1 3 0 0 2 16

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.