ven

03

feb

2017

Lorenzo Capello (San Maurizio), idee chiare a 19 anni: "Ho preferito Medicina e Chirurgia ai sogni da calciatore"

"COSA VUOI FARE DA GRANDE?"

Lorenzo Capello
Lorenzo Capello

3 febbraio 2017 - di Michele Rizzitano

 

Lorenzo Capello, portiere del San Maurizio in Promozione B ieri ha sostenuto il primo esame di Chimica a Medicina e Chirurgia di Torino. Oggi vi raccontiamo la sua storia, che lui stesso ha definito "...alternativa".

 

Sì, perchè quanti sono i ragazzi che a 19 anni si allenano con la Primavera di una squadra professionistica (la Pro Vercelli, serie B) e che puntano tutto sul mondo del calcio? Tanti...

I sogni, certo. Ma anche la realtà. Lorenzo, fresco di esperienza alla Pro e di allenamenti al fianco di Pigliacelli (che oggi gioca al Trapani in B) dopo l'esame di maturità ha dovuto e voluto scegliere tra il calcio, il primo grande sogno, e la carriera universitaria a Medicina e Chirurgia, "...il mio secondo sogno, un piccolo gradino sotto".

 

Capello, che ci risponde da una biblioteca e che infatti si alza ed esce fuori per parlare...: "Da certe cose non si scappa. Un anno fa mi sono fatto due domande. "Cosa vuoi fare da grande?"...Se sfondi nel calcio vivi sicuramente bene, ma è un mondo particolare e puntare tutto su quello, tralasciando magari gli studi, di questi tempi è molto rischioso. Ho scelto un percorso di crescita diverso, seguendo comunque un'altra grande passione, e preferendo una strada un po' più sicura. Nel frattempo il calcio mica l'ho mollato...".

Medicina e Chirurgia non è una facoltà che può essere affrontata giocando in una Lega Pro o in una serie D. Forse, neanche in un'Eccellenza, visti gli impegni e il tempo che portano via ad un calciatore questi campionati. Capello: "Così mi sono preso sei mesi per studiare per il test di ammissione a Medicina e intanto ho giocato in Prima Categoria. Il test l'ho passato...Diventare medico e aiutare gli altri è qualcosa che mi farebbe stare al settimo cielo. Non ho alcun rimpianto, anche se so che la strada è lunga e faticosa".

 

La scelta è pesante: lasciare una Primavera alle soglie del calcio professionistico con tanti addetti ai lavori che riconoscono grandi qualità e con qualche proposta da rifiutare.

Il colpo di fortuna calcistico arriva lo stesso, perchè oggi Capello continua a giocare nel dilettantismo in Promozione e vive un grande momento dal punto di vista personale e di squadra in una realtà più piccola e certosina, quella del San Maurizio Canavese appena neopromosso. L'entusiasmo non manca e nemmeno i numeri: Capello difende la miglior retroguardia del girone B (12 gol, due in meno della capolista Union Susa) e la squadra di Di Muro è seconda a -3 proprio dal Susa, battuto tra l'altro 2-0 in un giorno memorabile.

 

Lorenzo abita a Ciriè, a pochi chilometri. Che emozioni stai vivendo? "Dopo i sei mesi in Prima Categoria e la vittoria del campionato oggi stiamo continuando a sognare ad occhi aperti. Nessuno si sarebbe mai aspettato che dopo 17 partite potessimo avere la vetta a -3 punti. Molti ci hanno criticato e spesso snobbato, ma io dico che possono anche continuare. Ci hanno solo fortificato".

L'Eccellenza è veramente qualcosa che potrebbe arrivare tramite 1° posto o playoffs: "Noi dobbiamo stare coi piedi per terra e continuare a giocare con umiltà. In effetti è raro, forse rarissimo, che si riesca a fare un doppio salto di categoria dalla Prima all'Eccellenza in due anni. Noi ci proveremo. Abbiamo fatto 30, faremo anche 31...Se l'Union Susa, che ha una gara in meno, terrà certi ritmi, dovremo solo applaudirli".

Zullo e Palma bomber della squadra, ma tanti baby protagonisti al San Maurizio: "E' vero. Bussi, Zullo, Palma, Ravizza, Bissacco, Cannata, Torre, Gega e molti altri rappresentano l'ottimo parco giovani della società. C'è una grande sinergia tra questi giocatori e i più esperti come Tano Alestra o Corona. Voglio anche sottolineare il lavoro di mister Di Muro. E' molto preparato e ci dà una carica enorme..."

Fresche parate decisive? "Quest'anno ricordo piacevolmente la partita col Venaria. Ho fatto molti interventi decisivi. E poi anche con l'Union Susa, dove ho parato un rigore".

Una partita speciale nel tuo percorso alla Pro Vercelli? "Sicuramente l'1-3 in casa della Fiorentina con la Primavera. Non perdeva da una vita e gliele abbiamo suonate in casa loro".

 

Ieri il primo esame di Chimica all'Università. Come è andato? "Spero e credo bene, a breve avrò i risultati. Avevo un po' di tensione, ma è andata...". Ed è così che Lorenzo Capello è passato dai test sul campo a quelli sui banchi universitari. Nel frattempo ha già risposto al domandone che stuzzica tutti i 18enni: "Cosa vuoi fare da grande?"...

 

COSI' DOMENICA: San Maurizio-Atletico Chivasso, Bollengo-Caselle, Quincitava-Gassino SR, Victoria Ivest-Ivrea Banchette, Lascaris-Santhià, Vanchiglia-Nolese, Venaria-Union Susa, Mathi Lanzese-Volpiano.

 

IL TREND DELLE ULTIME 5 PARTITE IN PROMOZIONE B

 

 

Squadre P G VC VF PC PF NC NF GF GS
ATLETICO CHIVASSO 12 5 2 2 1 0 0 0 12 7
IVREA BANCHETTE 10 5 1 2 1 0 1 0 12 8
VOLPIANO 10 5 1 2 1 0 0 1 9 7
SAN MAURIZIO C.SE 9 5 2 1 1 1 0 0 10 7
VANCHIGLIA 9 4 2 1 1 0 0 0 13 6
QUINCITAVA 9 5 2 1 0 2 0 0 6 6
NOLESE 9 5 1 1 0 0 1 2 9 6
LASCARIS 8 5 1 1 0 1 2 0 9 7
MATHI LANZESE 8 5 1 1 1 0 1 1 6 5
UNION SUSA 7 4 1 1 0 1 0 1 7 4
GASSINO SR 7 5 1 1 1 1 0 1 8 7
VICTORIA IVEST 6 5 1 1 2 1 0 0 6 9
BOLLENGO 3 5 0 1 2 2 0 0 4 10
VENARIA REALE 1 5 0 0 1 3 1 0 2 7
SANTHIA' 1 5 0 0 2 2 1 0 2 9
CASELLE 1 5 0 0 2 2 0 1 4 14

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.