Marcello Meloni e la sua Cbs: "Curare i dettagli e non dare nulla per scontato". Subito due vittorie

MELONI, 7° ANNO ALLA CBS. GRANDE ESORDIO IN PRIMA SQUADRA

Meloni e Balzano, uomo-gol della Cbs domenica col Cassine
Meloni e Balzano, uomo-gol della Cbs domenica col Cassine

PROMOZIONE D: CLASSIFICA

 

CBS-CASSINE 1-0 (0-0 pt)

Cbs: Pelissero, Bara, Clivio, Salusso, Favaretto, Rattalino, Balzano, Azzolina, Nalin (46' st Tulipano), Todella (33' st Arposio), Carbonaro (21' st Castellano). A disp. Petra, Barbero, Chiarle, Ghironi. All. Meloni.
Cassine: Decarolis, Carangelo, A. Amodio, Costantino, Salvi, Randazzo (45' st Barresi), Motta, Tognocchi (30' st Balletto), Boscaro, Di Stefano, Diop. A disp. M. Amodio, Monotonno, Marenco, Montobbio, Cavallero. All. Pastorino.

Rete: 26' st Balzano.

 

15 febbraio 2017 - di Michele Rizzitano

 

Dialettica eccellente, doti da tecnico, leader e comunicatore, esperienza interna alla Cbs lunga sette anni, un passato da "...centrocampista ragionatore e un po' rompipalle", dice lo stesso Marcello Meloni, l'uomo nuovo sulla panchina rossonera che dopo l'esonero di Brunetta ha già vinto due partite di fila. Un vero surplus, per lui che segue ancora parallelamente gli Allievi Fascia B, conoscere il perfetto identikit dei ragazzi del '96, '97, '98, '99, 2000, 2001 e 2002, oggi che è sbarcato in prima squadra.

 

Oggi, dunque, vi presentiamo un Meloni a 360°. Origini sarde, tifa Cagliari. Il calcio lo ha sempre accompagnato nella sua vita, fin da piccolo: "Sì, da quando ricevevo in regalo magliette e gadget di Juve e Toro. Mio padre un giorno mi portò una foto a colori del Cagliari e mi disse "vedi tu cosa scegliere"...". Lui ha scelto la fede per rossoblù, che in quei tempi di Ielpo, Cappioli e Ranieri era in serie C.

 

Meloni e la sua carriera da allenatore: "Ero un centrocampista, sono stato tanti anni al KL Calcio ma ho iniziato proprio alla Cbs. Quando ho smesso di giocare non ho deciso di restare nel mondo del calcio tanto per fare qualcosa a caso, ma per coltivare e portare avanti le mie idee in cui credo fermamente. E' così che ho iniziato in panchina al Lingotto. Già in campo davo indicazioni a destra e a manca, ho solo continuato un percorso che mi sentivo già dentro...Nei primi due anni ho fatto e imparato molte cose, ma una in particolare. Come dice Mourinho non puoi fare calcio parlando solo di calcio. Il pallone va oltre. E' vita. Con il calcio impari a gestire vittorie e sconfitte, lavori per non esaltarti troppo quando tutto va alla grande e per non deprimerti troppo quando inciampi. Una squadra forte e consapevole non si emoziona troppo. A me poi piace soffermarmi sui rapporti umani, sui dettagli e le piccole cose. Non riesco a non affezionarmi ai posti dove sto e secondo me tutto ha molto più senso se viene accompagnato dalla passione, dall'attaccamento alla causa e dall'applicazione. Io questo sport lo vivo così, è il mio credo...". Idee chiarissime.

 

E così inizia il percorso alla Cbs: Giovanissimi, Allievi Fb, una finale provinciale, un mare di soddisfazioni coi Regionali, un 4° posto, un ingresso nelle migliori 8, sempre lì a giocarsela coi top club come il Chisola, un titolo vinto e l'anno scorso una spettacolare cavalcata fino alle fasi nazionali.

Un chiodo fisso per Meloni: "Mai dare nulla per scontato, anche se qui ero di casa. E guai a farsi schiavizzare dalla sola rincorsa al risultato. Per me contano le basi, la continuità del lavoro, i progressi a lungo termine. Non mi piacciono le rivoluzioni tecniche. Se ho determinate risorse, prima di pensare di scartarle e di scegliere altro, voglio tirar fuori il meglio da loro".

 

Quando Brunetta è saltato la società non ha avuto dubbi: Meloni in prima squadra. E' così da due settimane e lui ha già preso 6 punti su 6 contro San Giacomo Chieri e Cassine volando in piena zona playoffs a -3 dalla vetta. Ora Cenisia, Savio Rocchetta e Santostefanese. Tre gare decisive per capitan Militano (infortunato domenica), Todella, Nalin, Salusso, Balzano e compagni?

Sentite Meloni: "Ho la fortuna di aver preso la squadra dopo l'ottimo lavoro svolto da Brunetta. Ad oggi non c'è alcun assillo di vincere, ma le potenzialità sono enormi e ci deve entrare in testa di fare sempre di più e meglio. E' quello che faccio in campo io stesso. In occasione di un gol spesso non esulto perchè sto già pensando a qualcos'altro. Insomma, non guardo più di tanto la classifica, che è ottima, non lo si può nascondere, perchè siamo molto al di sopra dell'obiettivo salvezza. Io sono concentrato sulla mia idea di calcio, che di certo non è quella di giocare palla a 60 metri, come spesso accade in queste categorie. In questi 10 giorni ho parlato, guardato e osservato, ma da qui in avanti voglio che questi ragazzi fantastici, davvero molto disponibili, sentano la propria sicurezza nel giocare dentro lo stomaco...Ci metterò del mio con le mie idee da trasmettere dal più esperto come Nalin al più giovane dei 18enni".

 

Mister, in campo chi ti assomiglia? "Favaretto gioca un po' come me in passato. Sempre in zona nevralgica, tante geometrie. Per fortuna abbiamo una linfa verde che ha un continuo ricambio. Azzolina, per esempio, domenica ha giocato da interno di centrocampo. Ha fatto una partita stratosferica. Clivio è uno dei migliori '99 in circolazione e potrei fare 300 nomi, ma preferisco far parlare il campo. In tanti club ci si riempie la bocca coi giovani, qui alla Cbs c'è gente che lavora in questo senso con l'anima. Penso a Lorenzon, allenatore in seconda amico di tutti che ha sempre una parola di conforto nei momenti di stress. Oppure a Maina, preparatore che ha un'enorme voglia di fare, una persona eccezionale. Questa Cbs è una grande famiglia".

Una filosofia molto simile a quella del Cenisia, prossimo avversario: "E' vero. Il mio amico Caprì è un altro che arriva dalle giovanili della società e che ha fatto tutta la trafila. Sono contento che due realtà simili e genuine siano così in alto in classifica". E domenica vedremo chi si candiderà all'inseguimento di Savio, Lucento e Asti...

La gioia rossonera domenica scorsa
La gioia rossonera domenica scorsa

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.