Clamoroso! I cinesi sbarcano nel calcio torinese: pronti a fare affari con Grugliasco e Cit Turin

GRUGLIASCO E CIT TURIN, AFFARI COI CINESI

Clamoroso: c'è la conferma dei presidenti Marmo e Frau

PESCE D'APRILE IN COLLABORAZIONE CON LE SOCIETA': LEGGI QUI

31 marzo 2017

 

Clamoroso nel calcio torinese. Ieri abbiamo ricevuto una segnalazione che abbiamo gestito con le pinze, ma che a seguito di verifiche ci ha portato a parlare con due presidenti. Ci sono quindi le conferme: una cordata di imprenditori cinesi che operano nel mondo dell'import-export è interessata a fare affari con il Bsr Grugliasco di Felice Marmo ed il Cit Turin di Angelo Frau.

 

Grugliasco: come e perchè. Lo spiega proprio il presidente del Bsr Felice Marmo: "Da quando abbiamo messo in atto la fusione con il Borgo Sanremo siamo cresciuti moltissimo, portando anche la prima squadra ad uno storico salto in Eccellenza, oltre a conseguire ottimi risultati nel settore giovanile. Di questo si è accorto anche un nuovo imprenditore locale, che gestisce una grossa multinazionale vicino a noi e che è arrivato da Shangai pochi anni fa. Ha bussato alla nostra porta qualche mese fa. Inizialmente si è solo interessato alle nostre strutture e alla nostra filosofia societaria, un po' perchè spesso è da queste parti, un po' perchè è stato indirizzato qui da conoscenze. Poi ci ha presentato un progetto di collaborazione, che siamo pronti a sposare, assieme ad altri imprenditori. I cinesi stanno aprendo nuovi orizzonti per quanto riguarda l'interpretazione del calcio come business. Siamo ai dettagli. Per ora non posso entrare nello specifico, ma posso dire che potrebbe diventare un Grugliasco made in China. Mi spiace che la notizia sia uscita fuori adesso, abbiamo cercato di tenere tutto nascosto fino a inizio maggio, pazienza...".

 

La collaborazione del Cit Turin. Facevamo riferimento ad alcune conoscenze della cordata cinese e tra questi c'è Angelo Frau, presidente del Cit, che proprio qualche anno fa aveva rifiutato un'offerta da parte di un ricco imprenditore arabo: "Tutto vero. A qualcuno sembrerà strano, ma anni fa dissi di no dopo molte trattative ad un imprenditore arabo che voleva regalare l'impianto al figlio. Questa volta sono invece interessato. Non si parla assolutamente di cedere la società, ma di collaborare insieme e di portare l'entusiasmo del mondo cinese anche nel calcio torinese. Sia noi, che il Grugliasco, col quale abbiamo ottimi rapporti, porteremo delle novità in società e siamo pronti a mettere a disposizione i nostri settori giovanili e gli impianti. Per ora non posso fornire ulteriori dettagli, almeno fino a fine stagione".

 

Dall'Italia alla Cina? Non solo...Il vento, insomma, è cambiato e questa notizia lo dimostra. La Cina sta iniziando ad interpretare il mondo del calcio come un business e quale paese, se non l'Italia, può fare loro da banco di scuola? Sono passati i tempi in cui Pelé, Beckenbauer, Cruijff, firmavano l’ultimo contratto milionario della vita importando le loro magie in terre dove il calcio era ancora poco conosciuto. Oggi (mentre laggiù sono arrivati calciatori come Tevez, Lavezzi, Oscar, Pellè, Diamanti, Gervinho, Gyan, Witsel, Diamanti, Gilardino, Cahill, Guarin, Jakson Martinez) è tutto un altro film: la Repubblica cinese ha buttato giù un piano circa dieci anni fa per creare da zero un business intorno al calcio. Sono gli investitori che fanno lo spettacolo.

E poi: seimila insegnanti di calcio tengono lezioni in 20 mila scuole elementari e medie. Si costruiscono campi ovunque, anche nelle province più remote, perché il pallone deve essere prima di tutto uno sport di massa, non per pochi. Il piano prevede che nei prossimi dieci anni ci saranno almeno 100mila calciatori di livello per un investimento totale di 850 miliardi di euro. Numeri che mettono spavento.

Lo sviluppo in Cina sta seguendo lo stesso modello dei settori industriali d'oriente: si acquistano aziende e lavoratori stranieri per migliorare le competenze di quelli in patria, ma non solo. C'è anche chi vuole coltivare le sue idee proprio in Italia.

Lo stesso Xi Jinping, leader cinese, in un viaggio a Londra mesi fa dopo aver stretto la mano all’ex premier Cameron si è fatto portare a spasso nel centro di allenamento del Manchester City: nel futuro centri all’avanguardia e progetti futuristici, che ora si vogliono importare in Cina dando vita ad un business nel business. In parallelo uno sguardo all'Italia (già iniziato con Pavia, Inter e Milan) e alle sue opportunità, anche a livello dilettantistico, con un approccio bottom-up ovvero dal basso verso l'alto. Per Grugliasco e Cit Turin, in questo inizio di aprile, è pronta ad iniziare una nuova era...

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.