Inno Juve al Filadelfia, leggerezza di un tecnico audio. La colpa? Le sequenze automatiche di Youtube...

SACRILEGIO: L'INNO DELLA JUVE NELLA CASA DEL TORO

I "limiti" di Youtube ed una leggerezza: ricostruita la vicenda

14 aprile 2017 - di Michele Rizzitano

 

Quante volte su Youtube avrete ascoltato una canzone che non avete scelto, semplicemente perchè è stata selezionata in modo automatico dal programma?

Ecco, se avete presente di cosa stiamo parlando potrete capire ancora meglio l'incredibile storia capitata in quello che sarà inaugurato a breve come il nuovo Stadio "Filadelfia" del Torino. La storia dell'inno della Juve diffuso tramite i megafoni nella casa (ancora vuota) del Toro, un autentico "tempio" pieno di ricordi. Pochi secondi di diffusione, ma in zona-stadio c'era qualcuno di molto attento...

 

Tutto ciò è stato accompagnato dalla pubblicazione di un imprescindibile video (girato dai balconi delle case posizionate vicino al "Filadelfia"), ma anche da successive verità travisate. Ora possiamo raccontare e ricostruire questa storia anche grazie a Carlo Fornaca, titolare della ditta responsabile dei lavori, la Cs Costruzioni Srl con sede ad Asti. Tanto per cominciare non corrisponde a verità il fatto che questa azienda abbia sospeso o licenziato il tecnico audio protagonista di una "leggerezza", che oltretutto non è un diretto dipendente. Poi possiamo smentire il fatto che tale tecnico sia un tifoso della Juve (è proprio del Toro) e che si tratti di un gesto compiuto volontariamente. Vi sembrerà assurdo, o normalissimo se masticate calcio da sempre, ma questa storia ha acceso un infinito dibattito in città tra tifosi di Juventus e Torino: se ne parla sul web, sui forum...

 

Il comunicato stampa della Cs Costruzioni Srl parla chiaro. Ma intanto ecco precisamente cosa è successo al "Filadelfia": nel giorno delle prove audio del nuovo stadio (ieri) il tecnico ha fatto partire l'inno del Torino utilizzando Youtube. In quel momento si trovava nella saletta audio del nuovo impianto granata, poi si è subito spostato all'esterno assieme ad alcuni colleghi ed operai, in modo da effettuare alcuni test sulla qualità del suono. Il problema è che la playlist caricata direttamente su Youtube conteneva altri inni al suo interno e l'inno successivo dopo quello del Torino era proprio...l'inno della Juve. Apriti cielo.

 

Ecco così la frenetica corsa per andare a spegnere il portatile con l'aiuto dei collaboratori della "Fondazione Filadelfia". Nel frattempo, però, gli ultrà granata che si trovavano in un bar poco distante si sono indispettiti e qualcuno dai balconi ha iniziato a registrare un video col cellulare: "Ma come, l'inno della Juve al "Filadelfia"...?". Gli autori dello stesso video sottolineano che i vari responsabili granata stavano correndo dappertutto per cercare di mettere una pezza e porre fine al sacrilegio.

L'epilogo non è stato raccontato in modo chiaro su molte testate nazionali. Sì, perchè il tecnico (che lavora per conto della Cs Costruzioni, non è un diretto dipendente) ha lasciato lo stadio non perchè "licenziato" ma perchè molto dispiaciuto dell'accaduto. Lo stesso titolare Carlo Fornaca ci ha detto: "Martedì vogliamo che torni a lavoro sperando che tutto sia superato". Intanto oggi è la giornata dei comunicati da parte della Fondazione Filadelfia e della ditta responsabile dei lavori.

 

Il comunicato ufficiale della Cs Costruzioni Srl:

 

"La C.S. Costruzioni Srl, capogruppo delle imprese che hanno eseguito i lavori di costruzione dello stadio "Filadelfia", presso la città di Torino, attualmente in fase di finiture, è al corrente del fatto che durante le prove audio, trasmettendo l'inno del Torino FC, a causa di un'incomprensione tecnica, sia stato successivamente trasmesso l'inno della Juventus FC. Pur non essendone responsabile, C.S. Costruzioni Srl si scusa con la committenza, la Fondazione Filadelfia, il Torino FC e tutta la tifoseria granata. Si precisa che nulla è avvenuto preterintenzionalmente: il tecnico incaricato ha riprodotto tramite Youtube il file musicale contente l'inno del Torino FC per effettuare la prova audio, inconsapevole che la playlist contenesse in coda l'inno di altre squadre. Per coincidenza fortuita a seguire vi era quello dellla Juventus FC. Per tale motivo si offre e si chiede comprensione nei confronti del tecnico che, amareggiato, si è allontanato dal cantiere. Consapevoli del suo rammarico e della sua buona fede, lo si attende in cantiere per eseguire le ultime prove prima dell'inaugurazione".

 

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.