Chisola in Eccellenza! In finale di Coppa 2-1 al Lucento, decide un rigore di Barison

ESTASI CHISOLA! TRIONFO IN COPPA, E' ECCELLENZA!

Lucento ko: Deasti devastante, Barison decisivo

Lepera, Deasti e la delusione Lucento - CLICK PER ZOOM
Lepera, Deasti e la delusione Lucento - CLICK PER ZOOM
Gli uomini-chiave: Barison, Deasti e Bettega
Gli uomini-chiave: Barison, Deasti e Bettega

14 maggio 2017 - di Michele Rizzitano

 

CHISOLA-LUCENTO 2-1

Chisola: Ussia, Ramundo (46' st Beltramo), Bortolas, Ribechini, Casamassima, Bettega, Deasti, Sanmartino, Barison (47' st Filippone), Denny Vitale (22' st Ferrero). A disp.: Mazzetti, Genovesi, Costante, Nardiello. All.: Boschetto.
Lucento: Dinocca, Luparia (42' st Fogliato), Valeriano, Padroni (42' st Filograno), Bertinetti, Radin, Ferlazzo (1' st Riva), Amato, Lepera, Rizzo, Perrone. A disp.: Fornaro, Pili, Lo Giudice, Vittone. All.: Senatore.
Arbitro: Delnotaro di Vco.
Rete: 42' Deasti, 21' st Lepera, 38' st rig. Barison

 

Tutto vero! La Coppa Piemonte Promozione è del Chisola che alza il trofeo al cielo sbarcando in Eccellenza! Un trionfo per la squadra di Riccardo Boschetto, che ha battuto l'ostico Lucento in un pomeriggio di fuoco sul sintetico di Grugliasco. Per Boschetto quinta finale giocata con quattro squadre diverse e terzo successo!

 

Il Chisola torna in Eccellenza 1131 giorni dopo quel Chisola-Saluzzo del 9 aprile 2014 (retrocessione con 26 punti e penultimo posto nel girone vinto dall'Acqui).

E' festa grande per la società di Vinovo, per lo staff e la dirigenza capitanata dal presidente Luca Atzori. Un lavoro enorme nel settore giovanile, fiore all'occhiello del club, una crescita in prima squadra in Promozione C, la partnership sempre più solida con la Juventus, nuovi sponsor: un anno magico.

Il Chisola ha gestito saggiamente le energie in campionato in vista di questa sfida secca. L'ha studiata e preparata in ogni suo dettaglio. La qualità e la freschezza dei giovani (su tutti Deasti, migliore in campo, devastante) hanno fatto la differenza anche in finale, al cospetto della grande esperienza del Lucento. E così è finita in trionfo dopo che il Chisola aveva eliminato Trofarelo, Bsr Grugliasco, Denso, Piscinese Riva nei gironi eliminatori, Pancalieri Castagnole (quarti) e Vanchiglia (semifinali).

 

Un Chisola capace di tutto, capace di andare in vantaggio con Deasti, di gestire il ritorno del Lucento (1-1 di Lepera) e di sfoggiare una forza da leoni nel finale, quando qualità e benzina dei baby scrivono la differenza: Deasti spinge quando gli altri non ne hanno più e viene atterrato dopo l'ennesima serpentina. Rigore trasformato da Barison.

 

Il 14 maggio verrà ricordato in casa Chisola come il giorno di Ussia, Beltramo, Ramundo, Bortolas, Genovesi, Bettega, Deasti, Audino, Casamassima, Ferrero, Barison, Vitale, Ribechini, Sanmartino e compagni. Davanti ad una tribuna stracolma (900 spettatori in via Leonardo da Vinci) la finale è stata molto avvincente e combattutta, come da copione. 

 

CRONACA

 

La corona sulla testa di Boschetto a fine partita (lo chiamano Re di Coppe) e la festa del Chisola sono precedute dalla contesa sul campo. Il club di Vinovo nel primo tempo convince di più, soffoca la genialità degli esperti Rizzo, Lepera e Perrone, prende possesso dell'epicentro del gioco, ovvero il centrocampo, con gli ottimi Sanmartino (interdizione e ripartenza) e Bettega (60 minuti da protagonista). La strategia è chiara: servire Deasti, largo a sinistra, è come mettere i soldi in banca in Svizzera. Affidabilità certa.

Fino al 42' non si materializzano vere e proprie palle gol, poi ecco la svolta: Bettega pesca Deasti che scappa a Valeriano e beffa Dinocca con una conclusione al veleno. 1-0.

La ripresa è in mano al Lucento, che questa volta fa suo il cerchio centrale: più possesso, più velocità, più fluidità nella manovra per la squadra di Senatore, che trova il pari annullato per fuorigioco di Perrone. Al 21' Bertinetti disegna il cross perfetto e trova l'incornata vincente di Lepera nell'area piccola: 1-1.

A questo punto il Lucento preme e sfiora l'1-2 con un salvataggio di Casamassima su Perrone, che aveva superato Ussia in uscita. C'è però ancora da fare i conti con il 19enne Deasti, incontenibile: è lui, quando tutto sembra portare ai supplementari, a sgasare per l'ennesima volta a sinistra, ad entrare in area facendosi atterrare da Valeriano. Rigore. Il pallone pesa tantissimo per Barison, bomber che segna il suo gol più bello e pesante della stagione: tanti cuoricini, esultanza romantica sotto la tribuna e...Coppa al cielo per il Chisola!

I migliori: voto 9 per Deasti, 8 per Barison (gol pesantissimo, in queste partite lascia sempre un segno), 7.5 per Casamassima, Sanmartino e per la prima ora di gioco di Bettega.

Nel Lucento voto 7 per Lepera e Bertinetti, 6.5 per Amato soprattutto per il secondo tempo.

 

INTERVISTE

 

Riccardo Boschetto: "Dopo l'esperienza all'Orizzonti questi ragazzi mi hanno fatto tornare la voglia di allenare. Li ringrazio tutti, sono stati fantastici così come tutto il mio staff. La partita? Qualcuno dice che il Lucento ha fatto più possesso di noi, ma credo le percentuali siano 55 e 45. Li abbiamo contenuti benissimo, non ricordo loro grandi tiri in porta mentre noi abbiamo avuto diverse occasioni per chiudere la partita in ripartenza. Loro meglio nel secondo tempo, ma noi abbiamo superato il momento di difficoltà ed è lì che l'abbiamo vinta...La differenza l'ha fatta Deasti, oggi mostruoso, così come Ferrero e gli altri giovani. Qui c'è un materiale umano e tecnico incredibile, c'è solo l'imbarazzo della scelta per un direttore sportivo. Mi chiedo a volte dove siano...c'è parecchio da pescare qui. Durante l'anno abbiamo superato avversarie molto quotate e gestito anche infortuni come quelli di Di Leo e Carulli. Siamo cresciuti e spesso abbiamo mostrato carte d'identità diverse. E' stato un onore allenare questa squadra e voglio dire che sono loro i veri protagonisti, anche se mi hanno consegnato la corona...L'allenatore cura solo i dettagli. Il futuro? Mi piacerebbe allenare un club che ha precise ambizioni già definite, non so che programmi ci siano al Chisola".

Raffaele Senatore: "Abbiamo steccato due obiettivi su due. Sono amareggiato e deluso, mi aspettavo altri risultati e non so se guiderò io la squadra ai playoffs. Decidera la società. Purtroppo stiamo facendo i conti coi rimpianti e poi sapevamo di dover far bene in fascia destra, dove potevamo subire qualche colpo. E' andata proprio così, dovevamo essere più attenti. Il futuro? Non proseguirò al Lucento anche perchè la società ha cercato il mio sostituto prima della fine della stagione...Valuterei un progetto stimolante, ma ora sono un po' scarico. Vedremo, qualche proposta è arrivata..."

 

Foto: click per zoom

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.