Mastroianni e il gol-salvezza con la Bruinese: "Serie A o Terza, si gioca per momenti come questi..."

L'ETERNO MASTROIANNI SEGNA IL SUO GOL PIU' PESANTE

Airaschese-Bruinese 2-3: al 112' guizzo del bomber

23 maggio 2017

 

AIRASCHESE-BRUINESE 2-3 - Playout Prima Categoria

Reti: 5' Casetta (A), 25' Ballacomo, 27' Ursoleo (A), 38' st Tonda, 7' sts Mastroianni.

 

"Dopo il gol non ci ho capito più niente. Ero in totale trance agonistica, arrivavo da un mese e mezzo di stop per infortunio. Sono entrato all'inizio della ripresa e in quel momento, al 112', mi sono visto arrivare la palla giusta sul dischetto...L'ho girata in mezza rovesciata in rete, ho chiuso gli occhi e ho iniziato a correre come un pazzo dopo aver visto la rete gonfiarsi... Non conta la categoria, conta dare un senso alle cose che fai ovunque tu sia. Si gioca per queste emozioni, per questa adrenalina, per questa voglia di combattere un destino già segnato. Qui a Bruino avevamo 2 punti dopo 13 partite...Eravamo già in Seconda da un pezzo. Questa salvezza ha il sapore di un miracolo, sono veramente felice per la squadra, per il gruppo e per il presidente Taramasco".

 

Così Eugenio Mastroianni, eterno bomber del calcio piemontese verso i 150 gol segnati in carriera. Ha girato mille piazze: il Novara in C a 18 anni, Rivoli, Canavese, Giaveno, Orbassano, Novese, Airaschese, Fossano (tre anni con Giuliano ed un altro al Benarzole), Gassino, Sciolze, Lucento, Pancalieri e forse ne dimentichiamo qualcuna. Tanta passione per il pallone, tanta voglia di mettersi in gioco anche in questa stagione.

 

Mastro-gol: "Ringrazio il presidente, ha creduto in me quando mi ha chiamato a dicembre. Alla fine ha esultato in mutande in panchina mantenendo fede ad una promessa...Mi ha detto "dai, fai il miracolo e torna in campo per i playout". Avevo e ho ancora il ginocchio tutto meno che a posto, ma volevo dare il mio contributo e ho giocato oltre mezzora anche a centrocampo. E' una scommessa vinta da tutta la squadra, che era praticamente spacciata dopo un terzo di campionato. Un grande gruppo che ha gestito con la testa le mille difficoltà".

Grande festa per Ievolella, Tonda, Ballacomo, Circiello, Mascia, Sannino, Sforza e compagni, sotto ben due volte ai Airasca e capaci di segnare poco prima del gong finale (il pareggio avrebbe salvato l'Airaschese) con il 2-3 firmato Mastroianni...