Bomber D'Agostino lascia la Rivarolese: "122 gol in 6 anni in tutte le categorie. E' stato bellissimo"

D'AGOSTINO-RIVAROLESE, FINE DI UN'ERA

Futuro in Promozione? A breve lo scopriremo

8 giugno 2017

 

Lo ha confermato lui stesso: Antony D'Agostino lascia la Rivarolese del nuovo corso targato-Gousse. Un percorso bellissimo costellato di gol e di gioie. Ecco le parole del bomber:

 

"122 goal in 6 stagioni dalla serie d alla prima.. segnando in tutte le categorie con la stessa maglia.. 59 goal negli ultimi 3 anni.. mai più avrei pensato di cambiare.. ma nel calcio non c'è niente di scritto! Volevo solamente ringraziare ma tanto i miei compagni anzi i miei amici che hanno provato in tutti i modi a far sì che io rimanessi.. volevo ringraziarvi perché mi avete permesso di migliore prima di tutto come uomo e poi come giocatore! Grazie ancora! Vi voglio bene".

 

Il futuro? Tantissimi i contatti per D'Agostino che vorrebbe rimanere in Eccellenza, anche se - assicura il bomber - non potrà spostarsi molto lontano da Rivarolo: "Probabilmente la Promozione sarà la soluzione migliore per motivi di lavoro, ma vedremo...".

Le nostre fonti registrano i tentativi dei club "vicini" di casa di D'Agostino: Gassino (Serta, Atzori, Napoli i nomi comunque in pole position vista la partenza certa di Apezteguia), Nolese, Volpiano, Bollengo, Quincitava, Ivrea Banchette...

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.