Polemiche Susa-Piscinese: la verità sul caso-Aloisi. L'assessore Fontana risponde a Casciello

DEMASI: "LA VERITA' SU ALOISI E LA SUA TRATTATIVA"

L'assessore Fontana risponde a Casciello: "Le cose stanno diversamente"

19 giugno 2017 - di Michele Rizzitano

 

Abbiamo cercato di soffocarle rimarcando toni soft tra le parti, ma alla fine in questo mercato c'è tempo anche per loro: le benedette e sacrosante polemiche. Union Susa, tramite il ds Galluzzo, e Piscinese Riva, hanno versioni contrastanti sui tempi delle trattative con Simone Aloisi.

 

Per Galluzzo società e attaccante erano d'accordo da molto prima dell'articolo di Sportovest che ha svelato la trattativa (3 giugno), il ds Muratori della Piscinese ha sottolineato come invece non sia così: "Non rubiamo giocatori e anzi, quando abbiamo letto l'articolo ci siamo tirati indietro dicendo a Simone di rifarsi sentire solo dopo aver comunicato la sua scelta definitiva al Susa, che aveva già contattato per un punto della situazione. Intanto noi abbiamo sentito anche altri giocatori come Fascio, così come Aloisi altre società. Alla fine abbiamo trovato un punto d'incontro, felicemente".

 

A svelarci i tempi della "trattativa della discordia" è Bruno Demasi, ex giocatore e dirigente fino all'anno scorso in Pianezza e Olympic, temporaneamente fuori dal mondo del calcio per motivi personali.

Demasi gestisce un bar a Santa Rita: "Sì ed è qui che il martedì prima della finale di Champions, ovvero il 30 maggio di pomeriggio, si sono incontrati Aloisi e Muratori. Sapevo da mie conoscenze che Simone aveva dubbi sul restare a Susa, che in quel momento aveva già espresso con vari giorni di anticipo, e così ho proposto al mio amico Muratori di provare a contattarlo. Lo ha portato qui nel bar. Quindi è assolutamente falso che Aloisi ha cercato la Piscinese, come sostiene Galluzzo, perchè si è verificato il contrario su mio invito, e che il giocatore avesse da tempo accordi non svelati al Susa. Quel 30 maggio il Susa sapeva già dei dubbi di Aloisi sul continuare in Eccellenza. Mi dispiace leggere di lui come una persona che si è comportata male. E' un ragazzo d'oro, lo sanno tutti".

 

Le polemiche, poi, sembrano terminare pomeriggio. Giro di telefonate tra Galluzzo, Piscinese, Aloisi e Demasi e vari chiarimenti. Bene così.

Galluzzo: "Ci siamo allineati e confrontati, qualche equivoco c'è stato ma ora si guarda avanti. Un grande in bocca al lupo ad Aloisi per la sua avventura".

 

ANCORA POLEMICHE: L'ASSESSORE FONTANA RISPONDE A CASCIELLO

 

Dopo l'intervista al presidente Casciello (articolo) relativo alla migrazione dell'Union Susa da Susa oggi parola all'assessore allo sport Denis Fontana, 28 anni, da sempre inserito nel mondo del calcio e dello sport anche nelle squadre di Susa.

Fontana: "Non è che sia rimasto molto felice delle parole di Casciello...Sì, perchè ci sono tante cose da puntualizzare. Non si può affermare che qualcuno dell'Amministrazione abbia impedito all'Union di fare calcio. E' falso. Semplicemente l'Union legittimamente, facendo calcoli e bilanci interni, ha ritenuto di dover andare via. Le trattative sono partite nel 2015 coi vari Casciello, Coccia, Anselmo e Gallasso e noi siamo stati chiari. A Susa la Scuola Calcio stava perdendo bambini e iscrizioni poichè venivano dislocati su altre città. Nel contempo gli stessi bambini andavano per esempio a Venaus. Come Amministrazione questo scenario non poteva piacerci. A marzo 2016 ci è arrivata la lettera dell'Union. La proposta era quella di poter gestire un nuovo campo di calcetto da abbinare all'introito di 6mila euro derivante dalla Dinamica, ente che noi ha la convenzione per la gestione di piscina e campo da calcio. Noi innanzitutto non potevamo avere risposte certe sulla costruzione del campo. Non eravamo pronti. Dopodichè ci sembrava strano che oltre a quei 6mila euro una società potesse anche usufruire dei proventi dell'eventuale campo di calcetto. Infine sarebbe stata comunque la Dinamica, e non il Comune, a decidere a chi affidare quel campo. Così non ci siamo trovati. Il dialogo si è spento e in un anno ci saremmo visti un paio di volte, questo è vero".

Ancora Fontana: "Non ci siamo più spostati dalla nostra richiesta relativa ad un maggiore impegno sulla Scuola Calcio, perchè è quello che vogliamo per Susa. Non esiste che i campi siano vuoti. Voglio poi precisare di come nessuno abbia fatto una passerella il giorno della festa per l'Eccellenza. Era giusto esserci e ci siamo presentati ai giocatori. La targa che l'Union lamenta di non aver ricevuto allo Sportiamo? Le decidiamo a marzo, solo per questo non è stata fatta. Quello che è doveroso sottolineare è come la prima squadra c'entri poco o nulla con tutti questi discorsi. Non importa la serie A o l'Eccellenza, noi abbiamo sempre detto che al centro delle nostre idee c'è il calcio per i bambini. Abbiamo anche altre 25 associazioni sportive, c'è chi addirittura come il Rugby è venuto da Avigliana ad occupare quei campi che in realtà volevamo fossero pieni di ragazzi. Se all'Union questa cosa gravava sul bilancio non si può dire che sia colpa nostra. Infine non abbiamo accompagnato nessuno alla porta. Lo smentisco, così come smentisco il fatto che ad oggi ci sia un progetto già in piedi con favoritismi verso altre società. Assolutamente falso. Siamo per il calcio giovanile e se ci sarà modo di riavviare questo progetto abbinato ad una Terza Categoria lo supporteremo, questo sì, anche e soprattutto se si chiamerà "Susa Calcio" o qualcosa di simile. Ma il supporto economico che arriverà ad eventuali nuove realtà sarà identico a quello che prendeva l'Union, 6mila euro".

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.