Tutti sul carro dei vincitori: l'esempio del Pinasca. Calcio genuino di paese e aggregazione

COSA RESTA DI UNA STAGIONE? L'ESEMPIO DEL PINASCA

Calcio-romanticismo in un paese di 3mila anime

22 giugno 2017 - di Michele Rizzitano

 

Il Pinasca non ha vinto il campionato e non ha vinto i playoffs. Ha vinto molto di più: ha lasciato un segno indelebile in questa stagione per il suo modo di interpretare il calcio in un anno costellato da fallimenti di club e progetti, smantellamenti di gruppi e fusioni cercate disperatamente per tirare a campà.

 

Ad un certo punto bisogna chiedersi: ma cosa resta dopo una stagione calcistica? Cosa renderà più forte e speciale questo calcio? Su quali valori e principi si potranno costruire squadre e società più forti? Restano le classifiche, i risultati, ma soprattutto le emozioni, i ricordi, le immagini e le parole intense: proprio come quelle di Fabrizio Ramasotto, che ha preso la non facile scelta di smettere di giocare.

 

"Sono passati quasi 27 anni da quando misi per la prima volta le scarpette da calcio, 27 anni vissuti con passione, passione che mi ha dato in tutti questi anni la possibilità di conoscere persone e compagni con cui ho condiviso tanti bei momenti e solo qualche piccola (per fortuna) delusione.
Sono orgoglioso di tutte le maglie che ho indossato: dal settore giovanile del Pinerolo con la mitica annata dell'82, passando per Cumiana, Perosa e Piscinese Riva ed infine Pinasca.
Un grazie particolare va a tutti i miei compagni, allenatori, dirigenti con cui in tutti questi anni ho condiviso lo spogliatoio ed alle società che mi hanno accompagnato in questa bellissima storia che mi ha fatto crescere come uomo e come persona. Un ringraziamento particolare va al GS Pinasca.
Dal mio ritorno nel 2010 ho visto una società che giorno dopo giorno, stagione dopo stagione ha sempre cercato di crescere, anche con poche risorse, basando tutto sul GRUPPO. Quel GRUPPO che in questi anni ci ha permesso di vincere la coppa, di approdare per la prima volta in 1° categoria e di raggiungere al terzo tentativo i play-off. Questi play-off sono stati come una favola, qualcosa di magico, unico e straordinario.... ci hanno messo alle strette, siamo andati sotto, siamo stati due volte ad un passo dall'eliminazione ma se c'è una cosa che questo GRUPPO ha imparato in questi anni è lottare e non mollare mai".

 

Queste sono le parole che tutti i presidenti (in questo caso Consolata Barbero, la factotum del Pinasca) vorrebbe leggere dopo i sacrifici, le corse, gli impegni e le soddisfazioni di un'annata calcistica, anche faticosa da gestire per una piccola grande realtà.

Un vero esempio, quello del Pinasca. In una classica squadra di paese anche sfavorita dalla posizione geografica e dai budget limitati, ecco che l'unione di un gruppo vero trascina il carro (o il furgoncino...) alla conquista di risultati insperati. Tutto ciò segna una linea di continuità, un modo di vivere questo sport che tutti vorranno continuare a portare avanti.

Il seguito pazzesco di tifose accanite, poi, è qualcosa di unico: le "fan" ad esempio sono riuscite a mandare in bestia il portiere del Cit Turin in semifinale playoffs, arrabbiato perchè il tifo spudorato del Pinasca in corso Vittorio a Torino gli ha fatto pensare di giocare in trasferta. Da lì il "rimprovero" ai suoi stessi tifosi locali.

 

Dal rito dei "selfie" ("Portavano bene, tanto valeva continuare...", ci hanno detto) agli aperitivi post-partita, dalla rimonta-playoffs alla festa di fine anno. Tutti sul carro, perchè non si vince solo quando si alza una Coppa, ma quando si lascia un'impronta.

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.