San Secondo, miracolo Juniores Regionale. "E adesso torniamo ai Provinciali...ma perchè?"

SAN SECONDO JUNIORES: DAL MIRACOLO ALLO STUPORE

"Riforma penalizzante. Vinto il Regionale, torniamo ai provinciali"

7 luglio 2017

 

Come ben sapete ci occupiamo quasi principalmente di prime squadre ma in redazione è arrivato un messaggio sincero, uno sfogo, l'urlo di un sostenitore di un club che ha fatto la storia calcistica in un piccolo paesino: San Secondo di Pinerolo.

 

Ecco, la Juniores del San Secondo (essendo iscritta la sua prima squadra in Prima Categoria) l'anno scorso ha disputato il torneo di pre-qualificazione ai Regionali e poi, clamorosamente, ha vinto proprio i Regionali davanti a squadre blasonate come Atletico Torino, Mirafiori, Piscineseriva, Villar Perosa, Cavour e soprattutto il Chisola. Un cammino leggendario per la squadra di Amatulli.

La riforma che ha riguardato il campionato Juniores ricaccia indietro, però, il San Secondo. E il nostro lettore non ha dubbi: "Così le piccole società piano piano scompariranno. E' una riforma che ci umilia dopo quello che abbiamo fatto".

 

Ecco la sua lettera:

 

"Buonasera, vi scrivo per condividere con voi il mio pensiero riguardo la riforma del campionato regionale Juniores. Premetto che io faccio parte della società San Secondo, club che rappresenta un piccolo borgo di qualche migliaio di abitanti vicino alla più ben nota Pinerolo. Nella stagione appena conclusasi la nostra juniores è riuscita nell'impresa di vincere un campionato regionale, ovviamente dopo le qualificazioni di inizio anno poiché la nostra prima squadra milita in Prima categoria, davanti a squadre blasonate come Atletico Torino, Mirafiori, Piscineseriva, Villar Perosa, Cavour, per non dimenticare il Chisola, vera e propria corazzata che da un diversi anni domina in tutte le categorie. Ecco, proprio leggendo la vostra foto di copertina di Facebook ("L'impossibile diventa possibile", nda) penso che la medesima frase possa essere attribuita all'impresa dei nostri ragazzi la quale, tuttavia, dopo questa scellerata riforma non avrà l'occasione di potersi ripetere, ovviamente con tutte le dovute precauzioni scaramantiche. Già non trovavamo giusto che la squadra vincitrice di un campionato regionale non potesse entrare di diritto in quello dell'anno successivo, ora addirittura la nostra juniores sarà costretta a partecipare ad un provinciale senza neanche la possibilità di giocare delle gare di qualificazione! Certo, con l'introduzione dei quadrangolari fra club le cui prime squadre giocano in Eccelenza e Promozione e la conseguente "retrocessione" di tre di esse indubbiamente il livello del campionato provinciale sarà più alto degli scorsi anni, ma un campionato provinciale rimane tale così come un campionato regionale. La distinzione fra i due rimane altissima e, a tratti, abissale. In questo momento mi sembra che fra tutte le squadre juniores in lizza per partecipare ad un regionale la nostra sia quella più penalizzata dalla riforma, oltre al fatto che la medesima è uscita ad inizio luglio quando ormai tutte le squadre hanno programmato la stagione successiva e comprato qualche giocatore. Con che motivazioni i nostri ragazzi parteciperanno ad un campionato che sanno benissimo non essere il loro dopo che l'anno precedente hanno fatto parte delle 8 squadre più forti del Piemonte? Con che coraggio la Lega ha attuato questa riforma, dopo che per anni è stata portata avanti la storia della tutela e dello sviluppo del settore giovanile?
Scusate lo sfogo, ma in tutte queste polemiche ci si ricorda solo delle grandi squadre con piu che onesti fondi di investimenti e storie calcistiche importanti. Di questo passo le piccole società scompariranno a meno che non ci siano azioni di tutela e principalmente di rispetto, poiché questa riforma ci offende e ci umilia, come se lo scorso anno, nel nostro piccolo ovviamente, non avessimo contribuito a scrivere un pezzo di storia del calcio giovanile nostrano in cui i cosiddetti miracoli sportivi si contano ormai sulle punte delle dita".

(Lorenzo G.)

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.