Squiseasy - via Cavour 171 Alpignano (Torino)

Tel. 011-9672520 - Cell. 339 - 3093434

Orari. 12-14 19-23. Martedì chiuso.

via Pietro Cossa 293/4E Torino

Pub - Cocktail Bar  - Pizzeria

Lounge Bar

Pagina Facebook

Mappa

Foto e info!


MERCATO: LA FILA PER IL BOMBER MACEDONE BAJRAM UMEROSKI

Bajram Umerosky
Bajram Umerosky
Usaf Favari, un arrivederci
Usaf Favari, un arrivederci

9 giugno 2016 - Tutti vogliono il bomber macedone Bajram Umeroski, protagonista della cavalcata vincente con i Red Devils Verres di mister Roberto Cretaz (ad un passo dal Pont Donnaz, manca solo l'ufficialità).

Dalle informazini recuperate Umeroski, fortissima punta originaria di Ocrida, splendida città posizionata sull'omonimo lago in Macedonia (il bomber torna lì almeno due volte l'anno), ha almeno cinque club che lo seguono sul mercato: Ivrea Banchette, Quincitava, Ponderano, Cossato e Ceversama. Ancora top secret la sua destinazione.

A proposito di Red Devils Verres: come già anticipato nei giorni scorsi la società rischia di non iscriversi al prossimo campionato di Promozione. Lo sponsor principale, infatti, sta migrando verso il Pont Donnaz.

 

Un'altra news importante in tema di mancate iscrizioni e ripescaggi ufficializzata qualche giorno fa. In Prima Categoria ci sarà un posto libero da riempire (purtroppo). Finisce la favola dell'Usaf Favari, squadra "a zero euro" che con la sua passione e semplicità si è fatta notare in questi anni per il grande gruppo e per lo storico salto in Promozione con mister Marocco. Ora però, dopo la retrocessione, non ci sono le condizioni per iscriversi al campionato: il club non lo ha nascosto.

IVREA CHIAMA, CALANDRITTI (109 GOL IN 4 ANNI) RISPONDE..."SI'"

S.Mauro si fa grande: Marmo, Di Matteo, Dazzini, Maio e non solo

9 giugno 2016 - di Michele Rizzitano

 

Bombe(R) di mercato: non capita tutti i giorni di sentire così tanto entusiasmo per l'inizio di una nuova avventura calcistica. Belle, bellissime, cose. E' successo oggi nella chiacchierata con Matteo Calandritti, bomber di razza, 109 gol in 4 anni (25 con la Bosconerese, 61 a Corio in due anni, 23 a San Maurizio). Ha giocato dappertutto, ma ama così tanto il pallone che ogni storia lo riporta ad un punto zero. E questa volta ha trovato l'accordo per un'avventura che già lo affascina.

E' ufficiale: l'attaccante 35enne si trasferisce dal San Maurizio Canavese (fresco di titolo in Promozione) all'Ivrea Calcio 1905 in Seconda Categoria, dove è stato riconfermato mister Pairotto. Per lui titolo in Terza (58 punti in 22 gare nel girone A) e pure una Coppa Piemonte. En plein. Ma Ivrea vuole di più. In fretta. E' questo il chiodo fisso del fondatore Stefano Braghin, figura di riferimento nel settore giovanile della Juventus.

Calandritti a dir poco entusiasta: "Ho pensato a uno scherzo all'inizio...Invece no. Ivrea è una maglia, e una piazza, impossibile da rifiutare. Ci ho messo cinque minuti, una volta ascoltato il progetto, a dire di sì. Sono veramente felice e un giorno spero di poter dire di aver contribuito a riportare in alto questo club glorioso...LEGGI TUTTO!

 

Ancora tanti nomi gravitano attorno al nuovo San Mauro di Berta, protagonista del mercato di Prima Categoria di giugnopraticamente ufficiali i nomi del difensore Gabriele Marmo, del centrocampista Di Matteo, del portiere Dazzini (entrambi dall'Atletico Torino) e del difensore Maio.

Con Schinco, Corbo e Saracino (dalla Denso) è quotato al 90 per cento anche Greco Ferlisi, bomber implacabile che ha giocato in tutto il Piemonte, reduce dalle avventure in Caselle e Venaria. Ma non basta: avvicinati alla società anche Di Marco, Di Tanno (Vado), Mazza (Borgaro) e Di Vanno (BarcanovaSalus). Contatti e trattative avviatissime. Insomma, è davvero un grande San Mauro quello che nascerà.

CAMPIONATI FINITI? A PINASCA LE FOTO SONO PER IL SETTEBELLO

9 giugno 2016 - Parentesi rosa su Sportovest. I campionati sono finiti, i maschietti si riposano e...a Pinasca è il momento di altre "foto di squadra" riservate alle donne: la presidentessa Barbero, mogli e fidanzate dei giocatori compongono un interessante "settebello". Eccole: Consolata, Micaela, Federica, Michela, Marzia, Giorgia e Chiara.

Al prossimo giro le aspettiamo sul campo con divisa ufficiale...

ULTIM'ORA: UFFICIALE, GAMBINO MISTER DELLA PISCINESE RIVA

Da Facebook
Da Facebook

9 giugno 2016 - di Michele Rizzitano

 

Ultim'ora: la Piscinese Riva ha un nuovo allenatore in Promozione, ovvero Antonio Gambino. Ufficiale il trasferimento dell'ex Airaschese, Pinerolo (campionato di Promozione C vinto nel 2009/2010), Villafranca e Saluzzo: c'è la conferma del presidente Michele Marano.

Dunque, voci confermate. Da almeno tre settimane i rumors di mercato portavano a Gambino, tra mezze smentite e mezze verità (e mentre la Piscinese Riva era impegnata ai playoffs). Probabilmente dopo il sorpasso del Fossano ai biancorossi all'ultima giornata qualcosa si era rotto.

Così il patron Marano: "L'avventura con Bertelli si è chiusa in modo assolutamente sereno. Come già detto giorni fa ha fatto benissimo, ma abbiamo optato per alcuni cambiamenti. Ieri sera abbiamo definito l'accordo con Antonio Gambino, un mister molto esperto del calcio nel pinerolese e non solo, ex giocatore a livelli importanti ed allenatore dal carattere pacato che sa guidare la squadra in campo e nello spogliatoio. Da oggi al 16 agosto ci confronteremo ogni giorno per la costruzione della rosa, dopodichè dal ritiro in poi la gestione tecnica sarà completamente nelle sue mani. Chi resterà? Per noi il 90 per cento dei giocatori, ora bisogna vedere per loro. Entro pochi giorni incontreremo i componenti della rosa e sapremo tutto". Voci di corridoio assicurano che ci siano già due giovani molto importanti (dal Pinerolo?) pronti per il trasferimento a Piscina.

CORNELIANO ANNUNCIA MELLE. DINARO DAL LUCENTO AL SETTIMO

Affiliazione CollegnoParadiso-Perugia. Borgaretto vuole il rilancio

Stacco aereo di bomber Melle
Stacco aereo di bomber Melle
Dinaro al Settimo
Dinaro al Settimo

Lele Polonio (Nichelino Hesperia)
Lele Polonio (Nichelino Hesperia)
Il pres Mesiano: affiliazione Collegno Paradiso-Perugia
Il pres Mesiano: affiliazione Collegno Paradiso-Perugia

9 giugno 2016 - Dopo la conferma del giocatore ora è arrivata anche quella ufficiale, sul web, da parte della società. Colpo in Eccellenza: Fabio Melle, che arriva dalla Pro Dronero, è un nuovo giocatore del Corneliano Roero. E' una girandola di bomber: Melle a Corneliano, Cirillo ad Alpignano, molto probabilmente De Peralta a Dronero.

 

A Settimo, invece, ecco il nuovo numero uno tra i pali: è Alessio Dinaro, classe '93 ex Lavagnese, Rapallo, Valle d'Aosta, Casale, Fossano e Lucento. Un portiere d'esperienza anche se giovanissimo per la rosa di mister Christian Viola. In attacco il Settimo ripartirà da bomber Padoan, assieme a lui tra le conferme anche Fassari, Chiumente e Zanellato. Piacciono per l'attacco Amoruso (Borgomanero) e Rognone (Virtus Verbania).

 

9 giugno 2016 - Divertente 3-3 ieri sera in amichevole tra il Borgaretto e il Nichelino Hesperia del duo Blandi-Di Nola. Il genio Lele Polonio, dopo aver realizzato il gol salvezza (qui l'articolo) si è fatto ancora notare tra i protagonisti.

In casa Borgaretto mister Livieri è già al lavoro per rilanciare il club dopo un'annata no: si ripartirà dalla Prima Categoria. Il presidente Dalle Sasse: "In 24 anni di calcio per me questa appena terminata è stata la peggior stagione a Borgaretto. In Promozione B c'è stato poco o nulla da salvare, ma eravamo reduci da ottime annate e ci servirà da lezione. Abbiamo idee chiare per il futuro. Vogliamo rilanciarci, continuare a puntare sui giovani e per la prima squadra c'è già un gruppo di giocatori di categoria aggregato alla rosa. Siamo fiduciosi, Livieri è carico e anche lui cerca un riscatto. Personalmente non vedo l'ora che arrivi settembre perchè Borgaretto ha bisogno di questo nuovo corso per girare pagina in fretta".

SAVIO ROCCHETTA-COLLINE ALFIERI: FUSIONE PIU' LONTANA

8 giugno 2016 - Da fonti attendibili: la fusione Savio Rocchetta-Colline Alfieri, rispetto a quanto sembrava solo poche settimane fa, sarebbe molto più lontana (ma non è detta l'ultima parola, anche perchè i presidenti si conoscono molto bene).

Il Savio Rocchetta, sempre sulla base delle informazioni raccolte, procederà (ad oggi in Promozione) in solitaria con queste mosse: richiesta di ripescaggio in Eccellenza e una decina di giocatori in entrata. Che sia Eccellenza, che sia Promozione.

Confermato mister Raimondi, pronto per il rilancio dopo un'annata-no (a seguito di diversi fattori) chiusa con la retrocessione ai playout.

Lasceranno il Savio Rocchetta Kamana, Travaini (vicinissimo al ritorno alla Junior Biellese), Sciani, Trabace e De Souza (per lui si parla di Fossano). Con ogni probabilità si ripartirà, invece, da Corradino, Rea e da alcuni giovani come Giudice, Ashta, Pia, Rosa, Di Santo e Lanfranco.

TUTTI I RICONFERMATI DELL'FCD RIVOLI CALCIO: 12 GIOCATORI

Dopo Grancitelli pronti tre colpi. Piace molto il '98 Gatti (Pavarolo)

Gatti, qui a sinistra con la maglia del Pavarolo (a dx Talarico)
Gatti, qui a sinistra con la maglia del Pavarolo (a dx Talarico)

7 giugno 2016 - di Michele Rizzitano

 

Ecco la lista dei 12 giocatori riconfermati ufficialmente dal ds Azzolina e dalla dirigenza dell'Fcd Rivoli Calcio per l'Eccellenza: Volante, Pavan, Piroli, Pantaleo, Cervino, De Rosa, Cravetto, Dilonardo, Montalti, Montanino, Carrassi, Ferone.

 

Ufficiale il trasferimento del centrale Grancitelli, classe 1983. Il difensore centrale ex Pinerolo ha giocato proprio a Rivoli nel 2000, passando poi per Canavese, Casale, Ivrea, Pro Vercelli, Chieri, Tortona e ProSettimoEureka, sempre in serie C2 e serie D.

E' poi seguito con forte interesse Federico Gatti (Pavarolo, di proprietà dell'Alessandria). Si tratta di uno dei migliori '98 del calcio piemontese, quest'anno in trionfo in Coppa Piemonte in finale col Villafranca. Per Gatti, attaccante e trequartista alto, possente e dai piedi buoni, il Fcd Rivoli Calcio parlera' a breve con l'Alessandria. Si tratterebbe di un gran colpo, anche perche' il giocatore e' finito in queste settimane sul taccuino di un mucchio di club. Da valutare, e non da escludere, c'è anche la possibilità che il ragazzo (che abita a Chieri) resti a Pavarolo, "...gruppo fantastico e società che mi ha fatto crescere sotto tanti punti di vista", dice lo stesso Gatti. Che precisa: "Al momento tutto può essere. Sto facendo delle valutazioni e aspetto che si sblocchi la situazione-Alessandria. Rivoli è una società ambiziosa e ha un progetto davvero interessante, essere nel mirino di un club del genere mi fa molto piacere. Ma ripeto, per ora tenuto conto che bisognerà sentire l'Alessandria e che desidero fare valutazioni più approfondite, dico solo che non c'è nulla di certo". Giorni decisivi all'orizzonte, dunque.

Tra le piste aperte resta intanto in piedi l'ipotesi-Marinaro, esterno alto ex Città di Rivoli che ha già giocato in Eccellenza col vecchio Cvr Rivoli Giaveno: piace ai dirigenti ex Brandizzo e appunto Citta' di Rivoli.

Ci sono poi molte trattative aperte e a breve potrebbero essere ufficializzati altri due grandi colpi di mercato (vicinissimi) pronti per essere inseriti nella rosa di mister Andreotti.

PISCINESE RIVA, PER IL 2016/2017 NON SI RIPARTIRA' DA BERTELLI

7 giugno 2016 - Ultim'ora: ufficiale, la Piscinese Riva cambia l'allenatore della prima squadra in Promozione C. Non si ripartirà da Stefano Bertelli, che questa serà non è stato riconfermato sulla panchina di Piscina.

Così il presidente Michele Marano: "Confermo. Bertelli non ha fatto bene, ha fatto molto bene, e lo ringrazio per il suo lavoro. Ora però ci siamo indirizzati verso un cambiamento ed altre soluzioni". Domani ne sapremo di più.

PONT, PARTE IL TOTO-MISTER: CRETAZ FAVORITO. RIVOLI: IL LOGO

Ipotesi Cretaz al Pont: futuro incerto per i neopromossi Red Devils?

Cretaz, qui a destra: è vicinissimo al Pont
Cretaz, qui a destra: è vicinissimo al Pont
Logo del nuovo Fcd Rivoli Calcio
Logo del nuovo Fcd Rivoli Calcio

7 giugno 2016 - di Michele Rizzitano

 

Si lavora senza sosta in via Rosta a Rivoli, dove nascerà il nuovo "FCD Rivoli Calcio": questo il nome ufficiale della nuova società presieduta dagli Scozzaro. Oggi è stato diramato il nuovo logo: colori gialloblù di contorno (che richiamano la tradizione dei Lupi rivolesi) e rossoblù (come il Città di Rivoli) sono accompagnati dal pallone, dall'anno di fondazione e dal disegno stilizzato del Castello di Rivoli.

Nel frattempo la dirigenza è al lavoro in tutte le categorie, dall'Eccellenza alla Scuola Calcio. I campi del nuovo Fcd Rivoli Calcio saranno quelli del "Ferruccio Novo" di via Rosta a Rivoli, del "Giuseppe Vavassori" di via Isonzo e probabilmente (valutazioni in corso) il campo "Gigi Meroni" di via Orsiera.

Per la prima squadra mister Andreotti sta già valutando i primi rinforzi (confermato Grancitelli dal Pinerolo, difensore centrale) assieme al ds Azzolina. A breve anche tutta la lista dei riconfermati. In società: Mimmo Dilonardo coordinerà il Settore Giovanile come direttore sportivo, Francesco Gallo sarà il direttore tecnico della Scuola Calcio e Pippo D'Amico responsabile di Settore Giovanile e Scuola Calcio.

Allenatori, nomi importanti: per la Juniores Regionale Angelo Azzolina, per gli Allievi Regionali l'ex Lascaris e Pianezza Andrea Bovolenta, per gli Allievi FB l'ex Rapid Torino Ivo Carrer, per i Giovanissimi due nomi dal Chisola, ovvero Ezio Begolo (2002, ex Pro Vercelli) e Fabrizio Morabito (2003, ex Lascaris e Paradiso).

 

7 giugno 2016 - di Michele Rizzitano

 

Ultim'ora: tu chiamale se vuoi, elezioni. E' tempo di toto-mister in casa Pont Donnaz, dove da ieri sera Massari non è più l'allenatore della prima squadra inserita in Promozione B. Alla base della separazione dopo due anni e due qualificazioni ai playoffs (quest'anno eliminazione senza perdere) ci sono motivazioni tecniche e non solo.

 

Oggi tante notizie attorno alla società, che riconferma la sua ambizione con nuovi programmi. Intanto fuori i nomi (ma qui niente ballottaggi, quorum o referendum): 40% Cretaz, 30% Cusano, 30% Torricelli.

Zoom. Roberto Cretaz attualmente è il favorito ma "...la fumata è ancora grigia", dice il direttore sportivo Walter Barbero, il factotum orange, punto di riferimento per decenni nel campo del giornalismo e dell'editoria in Valle d'Aosta e Canavese che vive il calcio con grande passione e che ha messo il suo zampino anche nei tour della Reggina ad Aosta e dintorni quando giocava in serie A.

Cretaz è una figura molto conosciuta nel territorio valdostano e anche piemontese. E' cresciuto nel Gabetto...LEGGI TUTTO - CLICCA QUI!

ULTIM'ORA: MASSARI-PONT, FINISCE QUI. GRECO FERLISI A S.MAURO?

River Mosso, quasi ufficiale: Gavazza nuovo ds. Pianezza, idea-Mastrorosa

7 giugno 2016 - di Michele Rizzitano

 

Le strade si separano: Massari non è più l'allenatore del Pont Donnaz. Questo quanto filtra da casa PDHA dopo il direttivo di ieri sera, anche se non è ancora confermato ufficialmente dalla società. Alla base della separazione motivazioni tecniche e non solo. Previsto qualche cambiamento in società (a breve le dichiarazioni ufficiali del dirigente Barbero).

 

Una conferma di mercato: il San Mauro (che proverà il ripescaggio in Promozione) non nasconde il suo forte interesse per il bomber del Venaria Greco Ferlisi, già puntero proprio a Venaria con mister Berta. Inoltre i nomi vicini alla firma sarebbero quelli del trio dalla Denso Saracino-Schinco-Corbo e del portiere ex Atletico Torino Dazzini. Si lavora anche per Maio, difensore centrale ex Venaria, Zullo e Bonomo.

Berta reduce dai playoffs con l'Atletico Torino: "C'è un progetto interessante e stimolante, sono felice di farne parte. In questo momento siamo concentrati sulla costruzione della rosa e cercheremo di capire al più presto se sarà Promozione o Prima Categoria. Balluardo? Le incomprensioni del passato sono superate. Ci siamo parlati, confrontati e siamo ripartiti da zero, da uomini".

Voci Gassino-River Mosso-Pianese: un passa-parola dietro l'altro e così abbiamo chiesto direttamente ai dirigenti delle società in merito ad un possibile accorpamento dei club, mormorato in questi giorni di mercato. Da Gassino Sorrentino e Marsala praticamente in coro: "Nessun contatto col River Mosso, anche se sono mesi che sentiamo questa voce. Siamo una realtà in espansione con oltre 400 tesserati e molto probabilmente faremo richiesta di ripescaggio in Eccellenza". Dal River Mosso il dirigente Pelella: "Stiamo lavorando come River Mosso e in questo momento non ci serve una fusione, ma spazi, perchè ci stiamo ingrandendo coi nostri 340 tesserati. Le voci, probabilmente, sono nate da una serie di nostri sondaggi riguardanti gli impianti di gioco di Gassino e Pianese. Non c'è nulla di concreto. Confermo che noi cerchiamo un impianto più grosso, questo sì. Confermo anche che a breve ufficializzeremo il nome di Gavazza come direttore sportivo". Ancora voci: Gigi Serra sarebbe il candidato più vicino alla panchina del River Mosso.

 

Prima Categoria: la punta Mastrorosa (Villarbasse) sarebbe un serio obiettivo di mercato del Pianezza di Bonafede, vicinissimo al ritorno del portiere Losacco da Rosta.

PROMOSSE E RETROCESSE: LA NUOVA SITUAZIONE. MA ADESSO...

Ultim'ora: Raffaele Dragone, ex San Mauro e Settimo, nuovo ds dell'Atletico Chivasso.

 

7 giugno 2016 - Le classifiche hanno detto questo: ecco il tabellone completo delle squadre promosse e retrocesse. "Carta canta", ma sappiamo bene che i tempi del pallone sono supersonici e che le cose cambiano in fretta quando si aprono situazioni nuove. E così sbarchiamo nell'attualità, nel grande classico di giugno, luglio e agosto: fusioni, mancate iscrizioni, richieste di ripescaggi. Avanti tutta.

Tanto per cominciare in Eccellenza ci sono situazioni da monitorare: la Novese non vive un momento sereno dal punto di vista economico (e non c'è l'intesa per unire le forze con la Pozzolese), a Settimo sembra definitivamente saltata la fusione tra ProSettimoEureka e Settimo, delicato il momento in casa Varallo Pombia (iscrizione a rischio?) e Valle d'Aosta (multe, possibile cambio di presidenza, ci risulta una riunione nei prossimi giorni). Il Brandizzo, invece, cambierà sicuramente nome e diventerà Fcd Rivoli.

Ripescaggi: Santhià, Gassino, Cerano, Colline Alfieri, Pont Donnaz e Lucento potrebbero essere interessate al ripescaggio. La Piscinese Riva (al 99%) non inoltrerà richiesta come anticipato giorni fa dal presidente Marano.

In Promozione non si iscriverà la Virtus Mondovì, che pare a seguito della fusione con la Vicese sceglierà la Prima Categoria col nuovo nome "Monregale Calcio" e mister Capoferri al timone. Un posto da riempire, dunque. E un altro buco libero sarà quello del Città di Rivoli, che a questo punto sparirà (a meno di una ripartenza dalla Terza, ma al momento non ci risulta). Da monitorare le vicende in casa Asti e Pozzolese, con società pronte a cambiare volto.

Ripescaggi: Ivest, San Mauro, Villar Perosa, Atletico Chivasso, Moncalieri e Luese potrebbero valutare la richiesta di ripescaggio in Promozione.

Per un salto in Prima Categoria potrebbe far richiesta di ripescaggio il nuovo Usd Volpianese Mappano, pronto a nascere dalla fusione tra Atletico Volpiano e Football Mappano, in questo momento due squadre di Seconda Categoria. Ci sono le prime conferme dei dirigenti e Marra è candidato per la presidenza.

PROMOSSE IN SERIE D

Dal girone A di Eccellenza: Virtus Verbania

Dal girone B di Eccellenza: Casale

 

IN ECCELLENZA

Dal girone A di Promozione: Alicese

Dal girone B: Brandizzo (Fcd Rivoli), Pavarolo (Coppa), Rivarolese

Dal girone C: Fossano

Dal girone D: BonBonAsca

 

Retrocesse dalla D: Novese, Castellazzo Bormida e Acqui, Vado (playout)

 

IN PROMOZIONE

Dal girone A di Prima: Castellettese, Gravellona (playoffs)

Dal girone B: Dufour Varallo

Dal girone C: Red Devils Verres

Dal girone D: Nolese

Dal girone E: San Maurizio Canavese

Dal girone F: Nuova Sco, Trofarello (playoffs)

Dal girone G: San Sebastiano

Dal girone H: Cassine, Pozzolese (Coppa)

 

Retrocesse dall'Eccellenza: Ivrea Banchette, Volpiano, Omegna (playout), Santhià (playout), Gassino, Pedona, Virtus Mondovì, Savio Rocchetta (playout).

IN PRIMA CATEGORIA

Dal girone A di Seconda: Vol. Suno

Dal girone B: Caltignaga

Dal girone C: Serravallese

Dal girone D: Valchiusella

Dal girone E: Corio

Dal girone F: Montanaro

Dal girone G: Aurora Piossasco

Dal girone H: Villastellone

Dal girone I: Ol. Saluzzo

Dal girone L: Tre Valli

Dal girone M: Sexadium

Dal girone N: Valmilana, Castelnuovo (Coppa)

 

Ammesse tramite playoffs: Feriolo (A), Gaglianico (B), La Vischese (D), Olympic Collegno (E), Bricherasio (G), Pro Polonghera (H), Scarnafigi (I),  Auxilium Cuneo (L), Junior Calcio Pontestura (M)

Retrocesse dalla Promozione: Verbania, Biogliese, Ceversama, Rosta, Borgaretto, Pro Collegno, Luserna, Airaschese, Usaf Favari, Pozzomaina, Rapid Torino, Mirafiori, Cit Turin.

 

IN SECONDA: dal girone A di Terza Atletico Alpignano e Marentinese.

Retrocesse dai gironi D/E di Prima: Venaus, Orione, Atletico Volpiano, Sporting Cenisia, San Giorgio Torino, Santa Rita.


FESTA IN CASA PRO COLLEGNO: 50 ANNI PER LA SOCIETA' ROSSOBLU

Foto Saverio Morra - Grande festa in casa Pro Collegno per i 50 anni della società. Presenti al "Bendini" giocatori, ex giocatori, dirigenti, amministratori, volontari, collaboratori, allenatori e soprattutto tutti i presidenti. Tra gli ospiti illustri la cantante Annalisa Minetti, che ha raccontato i suoi sogni realizzati senza rinunciare mai a niente nonostante la sua diversa abilità, e l'allenatrice dell'Italia Under 17 Rita Guarino, cresciuta sui campi della Pro Collegno e personaggio molto conosciuto in Piemonte e non solo.

Per quanto riguarda la prima squadra ecco le prime notizie: la Pro Collegno (dopo aver riconfermato mister Rubino) vuole fortemente tornare in Promozione e puntellerà la rosa con qualche rinforzo, non solo in attacco. Rubino ritroverà il portiere Bonifai dopo l'infortunio e l'esterno Zoppè di ritorno da un'esperienza in Spagna, per l'attacco in uscita Brescia e Caravaglio, ora sul mercato. Di conseguenza le prime ad arrivare saranno le punte...

FOSSANO, LE MOSSE DI VIASSI. RIVOLI: ANDREOTTI PER DECOLLARE

Bomber Melle: "Corneliano". Lo spettacolo Rivarolese. E Massari...

Massari-Pont, siamo ai saluti?
Massari-Pont, siamo ai saluti?
Viassi, mister del Fossano: Eccellenza al 1° colpo
Viassi, mister del Fossano: Eccellenza al 1° colpo

6 giugno 2016 - E' il momento della verità in casa Pont Donnaz. Stasera è previsto un direttivo dopo il quale arriverà la schiarita sulle prossime ambizioni del club, ma anche sull'eventuale richiesta di ripescaggio e sulla situazione allenatore. Ad oggi le nostre fonti dicono che all'80-90% il tecnico Massari lascerà il Pont Donnaz, squadra che quest'anno si è fatta apprezzare per l'ottimo gioco espresso e per la solidità difensiva e che assieme alla Piscinese Riva si è riconfermata nella griglia playoffs come l'anno scorso.
Tanta continuità ed un solo (fatale) periodo di black out tra febbraio e marzo, esattamente dopo il 2-2 nel derby col Quincitava: il calo e le tre sconfitte consecutive con Mathi, Pro Collegno e Bollengo hanno compromesso la lotta al titolo e impedito agli orange di raggiungere la migliore posizione ai playoffs (cioè il secondo posto) che invece ha favorito la Rivarolese, protagonista di una crescita esplosiva nell'arco di tutta la stagione (+26 punti rispetto al 2015/2016) e meritatamente in Eccellenza.
Parola a Massari: "Quando sono arrivato a Pont due anni fa l'obiettivo era valorizzare i giocatori del territorio puntando ad alte posizioni di classifica con un mix di calciatori giovani e più esperti. Abbiamo disputato per due volte i playoffs, dal mio punto di vista non ci sono rimpianti". Qualcosa però ha turbato l'ambiente: "Sì ed è stato abbastanza fastidioso. Le voci sulla panchina sono arrivate prima di iniziare i playoffs e non hanno fatto bene a nessuno. Siamo andati avanti senza dare molto peso a ciò che circolava fuori, ora però vedremo se quelle voci avevano un fondamento...". E si parla di un possibile divorzio tra il Pont e Massari: i ben informati dicono "molto probabile". Massari: " Io intanto ho già incontrato una prima volta il presidente Calliera. Se sarà un addio andrò via sereno, tanto lo scopriremo presto. Nel calcio ci si prende e ci si lascia, sappiamo tutti come funziona. Una cosa è certa, al mattino quando mi guardo allo specchio posso farlo a testa alta, super sereno e soddisfatto per il lavoro svolto. Se per qualcuno non è sufficiente non è un problema mio, va benissimo così".

La Rivarolese di Scardino: che spettacolo questo 2015/2016! Ecco Sua Eccellenza
La Rivarolese di Scardino: che spettacolo questo 2015/2016! Ecco Sua Eccellenza

Tre squadre in Eccellenza arrivano dal girone B di Promozione: Brandizzo (leggi Fcd Rivoli), Pavarolo (tramite Coppa) e Rivarolese. La prima voleva e doveva vincere, era partita con questo obiettivo a Salice d'Oulx ad agosto 2015, e ha centrato il suo traguardo. Non era facile, visto che il Brandizzo era una matricola vacante e che la squadra è stata costruita in pochissimo tempo a luglio 2015. La seconda è esplosa nel 2016 con sette vittorie consecutive e numeri da record impressi sul marmo da Ballario & C.: alla fine della stagione il tecnico ha puntato "all in" sulla Coppa, mettendo in conto qualche distrazione in campionato. Scelta giusta e azzeccata. Nella finale Pavarolo-Villafranca ha vinto la squadra più forte.

La terza è stata probabilmente quella dal trend più lineare: crescita lenta, continua, esponenziale per la RivaroLeicester del Piemonte. 1-1 col Pont (D'Agostino), 2-0 al Cerano (Scala-Grosso), 2-0 al Colline (Querio-D'Agostino) ed è Sua Eccellenza con scacco matto in tre mosse.

Un magnifico lavoro per mister Scardino, che (lo ricordiamo sempre) con 3-4 rinforzi ed il blocco della scorsa stagione è riuscito a mettere a punto un diesel inarrestabile, che ha scatenato il suo turbo quando più contava (qui l'approfondimento statistico della scorsa settimana).

Scardino: "Ancora non ci crediamo...Rivarolo in Eccellenza con numeri straordinari in un girone difficilissimo, dove giocare con Bollengo, Lascaris e Union Susa significava trovare avversari sempre all'altezza delle grandi. Stiamo vivendo ore stupende, perchè abbiamo coinvolto la città in una grande festa. E questo è fondamentale perchè si parla di sport. Ai playoffs c'è sempre stata una tribuna piena. La gente ci ha seguito tutto l'anno ma ancora di più nelle battaglie finali. Non sono state semplici, perchè ai playoffs non puoi sbagliare una virgola...Il Pont lo conosciamo, squadra fortissima. Il Cerano si è dimostrato un avversario tosto superato nei supplementari. E il Colline Alfieri arrivava da due successi in trasferta. Un po' di paura di rovinare tutto all'ultima curva c'era". Ma questa Rivarolese è stata più forte di tutto: "Io mi ero messo in testa di puntellare la difesa, perchè questo era forse il punto più debole della passata stagione. Con Balagna e Franzino (giocatori decisivi come i più noti D'Agostino, Reano, Querio e Rizzuto, nda) siamo andati a nozze, ci siamo assestati. E' cresciuta la fiducia, siamo cresciuti fisicamente. E insieme, le motivazioni. Abbiamo lavorato sulle nostre qualità, che di certo erano diverse da quelle di Brandizzo e Pont".

L'anno scorso 47 gol subiti, quest'anno sono diventati...25. Ecco dove nasce il successo. Anche qui. E poi lavoro spettacolare dal punto di vista atletico per mister Scardino e il collaboratore Roberto Milani (ex Canavese, campionati vinti a Savona ed Alba): "Sì, è vero, fisicamente i ragazzi sono andati fortissimo tutto l'anno. Faccio i complimenti a tutti per l'impegno dimostrato e alla società per la sua attenzione e vicinanza. Ci autodedichiamo questo successo per i sacrifici fatti durante la stagione, per la voglia di non mollare mai, neanche dopo la delusione per non essere arrivati primi in campionato. Lì si è vista davvero la nostra forza. Abbiamo perso il titolo, potevano sbandare e invece mentalmente non siamo mai crollati. Anzi...".

6 giugno 2016 - Ultim'ora: il bomber Fabio Melle, uno degli attaccanti piemontesi più prolifici (19 reti quest'anno nella classifica marcatori Eccellenza), ha scelto. "Vado a Corneliano", ci ha dichiarato nel primo pomeriggio l'ormai ex Pro Dronero. E' quindi notizia ufficiale, così come il trasferimento (ritorno di fiamma) di "Pinilla" Cirillo all'Alpignano. Anche in questo caso il giocatore ha confermato il suo "ok" a Sportovest.

E a proposito di Alpignano: il presidente Granieri conferma anche i "lavori in corso" su Nicolini della Piscinese Riva. A questo punto l'effetto-domino, o meglio il valzer degli attaccanti, può chiudersi a Dronero con l'ingaggio di De Peralta.

Sul mercato l'allenatore ex Ivrea Banchette, Bvs, San Mauro, Vigone e Susa Lucio Facchini.

 

6 giugno 2016 - di Michele Rizzitano

 

Un centrale difensivo, un centrocampista e un esterno alto dal gol facile. Ecco come si sta muovendo mister Viassi e il suo Fossano, fresco di promozione in Eccellenza dopo un solo anno di purgatorio. Confermatissimo il blocco dei campioni (da Alfiero a Romani, da Mozzone a Douza...) l'unica partenza ufficiale è quella del difensore Plado, libero sul mercato. In questi giorni altri due incontri per le riconferme per la linea difensiva davanti al portiere Masneri, anche lui confermatissimo.

Capitolo difesa: la new entry con ogni probabilità sarà un giovane (21-22 anni) proveniente dalla serie D. Nome ancora top secret. Per l'attacco (l'esterno che arriverà girerà attorno a bomber Alfiero) circolano già alcuni nomi, da Morero del Saluzzo ('95) a Magno della Piscinese Riva, fino a De Souza del Savio Rocchetta e Messias del Casale, avvicinato anche all'Fcd Rivoli e al Chieri. Tutte piste calde, ma c'è un nome in cima alla lista della spesa. A breve vi diremo di chi si tratta.

 

La nuova avventura di Marco Andreotti. Sempre più "rivolese" questo Fcd Rivoli. Il 1° luglio 2016, in Eccellenza, nascerà infatti una società con un presidente rivolese (curiosità, Giuseppe Scozzaro ha anche giocato nel Rivoli da piccolo), con dirigenti rivolesi (ci saranno ben 4 ex presidenti tra Cvr Rivoli, Città di Rivoli, Cvr Rivoli Giaveno e via dicendo) e adesso...c'è anche un allenatore della prima squadra rivolese doc. E' Marco Andreotti, nato a Rivoli nel marzo 1977, per il quale come anticipato giovedì pomeriggio parte una nuova avventura in panchina dopo tantissima esperienza sui campi (dalla serie A in giù, vincendo sette campionati, due dei quali con la Fiorentina).

Andreotti in panchina è un'idea che nasce da lontano: un nome caldo, già in cima alla lista dei desideri, prima della composizione da parte degli inevitabili rumors di mercato di una lunga lista di allenatori avvicinati alla società in queste settimane. Per il nuovo corso dell'Fcd Rivoli (tra il discorso fusione confermato, la vittoria del campionato del Brandizzo e mille percorsi burocratici) la società aveva pensato da tempo a questa soluzione.

Il direttore sportivo Pasquale Azzolina: "Andreotti è un nome in cui crediamo fortemente ed è la persona giusta per decollare con il nostro ambizioso progetto. Investiamo su un uomo di società. Sapevamo che avrebbe voluto provare la carriera da allenatore dal prossimo anno, abbiamo quindi colto al volo l'occasione. A Rivoli c'è voglia di grande calcio dopo l'ottimo lavoro svolto dal Città di Rivoli in Promozione. I nostri programmi sono confermatissimi". Manca solo il nero su bianco per la fusione, che potrà arrivare solo dal prossimo 1° luglio. Ancora su Andreotti: "Ha il carisma e l'esperienza per gestire lo spogliatoio di questa nuova società che nasce e che avrà la prima squadra in Eccellenza. Abbiamo pensato subito a lui, in queste settimane abbiamo sondato come tutti il mercato per compiere le valutazioni necessarie e arrivare all'ufficialità e alla scelta giusta".

FantAloisi: "Felice di restare a Susa". Fusione Atletico Volpiano-Mappano, il sì di Marra

PDHA, A CHE PONT SIAMO? BOMBER CIRILLO: "100% ALPIGNANO"

DE PAOLA AL BOLLENGO. VIALE: ANCORA "PANCA". ROMAGNINO, A GIORNI...

6 giugno 2016

 

Mercato Eccellenza: è stato lo stesso bomber a dichiararlo stamattina, corteggiato "senza pietà" dal presidente Granieri subito dopo la fine dei campionati. Così l'ex Corneliano Raffaele "Pinilla" Cirillo: "E' ufficiale, vado all'Alpignano". Ecco quindi che a Corneliano si libera un posto al centro dell'attacco e le voci continuano a insitere, riportando sempre alla pista-Melle dalla Pro Dronero. E per chiudere il cerchio a Dronero arriverebbe De Peralta.

In uscita da Alpignano il portiere Davide Giovanni Libertazzi: per lui ritorno in serie D al Borgosesia, dove ha giocato per due anni fino al 2015. In entrata ci risulta che sia vicinissimo all'Alpignano il centrocampista Nicolini della Piscinese Riva. Seguiti Coppo della Biellese e Fontana della Cheraschese.

Disputerà il quinto campionato consecutivo con il LG Trino il centrocampista classe '87 Alessandro Lopes, riconfermato ufficialmente dalla società. A Borgaro per la difesa torna Cristino dopo l'esperienza al Cnh Industrial. In attacco, invece, Brugnera dal Santhià. Confermati in uscita Geografo, Sansone e Riccio.

Il Savigliano, col nuovo allenatore Milani in panchina, conferma bomber Varvelli. Dopo l'addio di Peritore l'Orizzonti United è pronta ad annunciare il tecnico ex Gattinara, Santhià e Biogliese Marco Mellano. Poi ci sono due conferme: Pino Di Leone a Cavour e Eugenio Sgarbossa alla BonBonAsca dopo varie voci di mercato, invece, non si muoveranno dalle attuali panchine.

A proposito di BonBonAsca: bomber Boscaro e compagni incontreranno la società a giorni. Boscaro: "La mia intenzione è quella di rimanere, anche per motivi logistici e per il lavoro svolto nel 2015/2016 con la vittoria del campionato. Devo però ancora parlare con il club, sono aperte tutte le possibilità".

 

6 giugno 2016 - "A che Pont siamo?". In Valle d'Aosta se lo stanno chiedendo in molti...Tanto per cominciare, i giocatori. E stasera arriveranno le prime risposte in casa Pont Donnaz. E' infatti in programma un direttivo dove verrà valutata l'eventuale richiesta di ripescaggio, insieme agli obiettivi per il 2016/2017 e al bilancio del lavoro svolto dal tecnico Massari. Le voci che fanno il giro delle montagne e arrivano in Piemonte dicono che potrebbe anche non essere confermato. A breve ne sapremo di più...

 

6 giugno 2016 - Mercato Promozione: ufficiale, l'ex bomber Roberto De Paola (che ha vestito le maglie di Ivrea, Canavese, Acqui, Asti, Settimo, Volpiano) è il nuovo allenatore del Bollengo in Promozione. La conferma del ds Foti dalla società: "E' stato un nostro ex giocatore e ha allenato la Juniores. E' lui il nuovo tecnico". Lo stesso Foti al 30 giugno sarà ufficialmente dimissionario per motivi personali.

Dunque, una pista in meno per il "mistero-Romagnino", che era stato avvicinato al Bollengo. L'ex allenatore del Mathi Lanzese (avvicinato anche a Volpiano, Orizzonti e Gassino) ci ha dichiarato che "...a metà settimana sarà tutto più chiaro". Al momento prende quota l'ipotesi Atletico Torino, società dalla quale è andato via Berta (al San Mauro). Il ballottaggio in casa Atletico pare sia proprio tra Romagnino e l'ex Caselle Goria, con Roberto Pallitto (ex Lucento e BarcanovaSalus) in seconda battuta.

In casa PancalieriCastagnole non ci sono dubbi. Mister Viale: "Resto e anche volentieri".

A Revello si volta pagina: arriva l'ex Carignano Francesco Perlo, che aveva fatto benissimo in biancorosso col salto di categoria. FantAloisi: "Felice di rimanere a Susa". Il bomber dell'Union (tra i primi a colloquio dal ds Galluzzo, poichè sempre richiestissimo) risponde alle voci di oggi su carta stampata: "E' risaputo quanto sia speciale il rapporto con mister Musso, ma non ho mai sentito nè lui per questa possibilità, nè il Caselette".

Altro giro, altro bomber: Calandritti rincontrerà a breve il San Maurizio Canavese, fresco di Promozione. Per il momento nessuna schiarita sulla sua possibilità di rimanere al centro dell'attacco.

In casa Boves superate le perplessità: la squadra con ogni probabilità si iscriverà al campionato di Promozione. Lo conferma l'addetto stampa Alberto Emmolo.

RIVAROLESE, E' ECCELLENZA! TROFARELLO IN PROMOZIONE!

Mercato: Marco Andreotti nuovo tecnico dell'FCD Rivoli

Rivarolese, il giusto premio per una stagione pazzesca: Eccellenza!
Rivarolese, il giusto premio per una stagione pazzesca: Eccellenza!
Il Trofarello
Il Trofarello

Domenica 5 giugno 2016

 

FINALE PLAYOFFS PROMOZIONE: Rivarolese-Colline Alfieri 2-0 dts, 0-0 al 90' (gol di Querio e D'Agostino ai supplementari, Rizzuto sbaglia un rigore, tutto nel 2 tempo supplementare)

Ospiti in dieci uomini dal 12' per l'espulsione di Delpiano.

 

Finale 3-4 posto: Piscinese Riva-Cerano, a Piscina: 2-3 finale (2 Martin, Boscolo, Salzano, Lo Presti)

Graduatoria playoffs:

1º posto: Rivarolese in Eccellenza

2º posto: Colline

3° posto: Cerano

4° posto: Piscinese Riva

 

FINALI PLAYOFFS PRIMA CATEGORIA

Atletico Chivasso-Sinergy Gravellona (campo neutro) 0-2 (2 Franzetti) finale

Victoria Ivest-Trofarello 1-2 finale (Arlorio, Romano, rig.)

 

SECONDA CATEGORIA - Finale per salire in Prima categoria

Già ammesse in Prima tramite playoffs: Feriolo, La Vischese, Olympic Collegno, Pro Polonghera, Scarnafigi, Junior Calcio Pontestura.

 

Ardor Torino-Bricherasio 3-4 (Ardor in casa, seconda girone F contro quinta girone G)

Gaglianico-Maranese 1-1 supplementari

Spinettese 2013-Aux. Cuneo 3-4

 

2 giugno 2016 - di Michele Rizzitano

 

Ultim'ora, anzi, ultimo minuto: e' Marco Andreotti il nuovo tecnico dell'Fcd Rivoli, societa' pronta a nascere in Eccellenza dalla fusione tra Citta' di Rivoli e Brandizzo. Dunque, un nome di grandissima esperienza sul campo: Andreotti passa dal terreno di gioco alla panchina. La societa', con il presidente Scozzaro e il ds Azzolina in prima linea, in sinergia con i dirigenti rivolesi ha sondato il mercato (tantissimi i nomi avvicinati all'Fcd Rivoli, tante piste errate) e poi ha svoltato pescando in casa.

I titoli di coda dicono questo: i compagni di squadra (che adesso allenera') hanno portato Andreotti in trionfo, come capitano (ha condiviso la fascia con Carrassi) e come leader dello spogliatoio. Da qui la scelta della societa': Andreotti, personaggio stimatissimo nel calcio piemontese, ha la fiducia dell'ambiente e il carisma necessario per il ruolo, essendo gia' stato considerato dal club l'anno scorso 'un allenatore in campo'. E questo e' un primo tassello importante.
Marco Andreotti da Rivoli, centrocampista 39enne, ha giocato dalla serie A in giù in stadi stracolmi e davanti a migliaia di persone. Dopo i campionati vinti nella Fiorentina (due, salendo dalla C2 in serie B) e poi con Ivrea, Savona, Spal e Volpiano Andreotti, passando anche da Pianezza e Alpignano, ha messo in tasca la settima meraviglia: l'Eccellenza col Brandizzo vincendo il girone di Promozione B, che tradotto in termini burocratici significhera' dal 1 luglio 2016 l'Eccellenza a Rivoli. Ora, la panchina. Una nuova entusiasmante avventura.

D'ALESSANDRO RESTA A PAVAROLO. IL PORTIERE LIUT AL ROSTA

Saracino-Schinco-Corbo con Berta a S.Mauro? Allievi Rosta: Pavone

Liut al Rosta di Baron
Liut al Rosta di Baron

1 giugno 2016 - Bel colpo per il Pavarolo di Ballario, che si prepara per l'Eccellenza: Fabio D'Alessandro, superbomber del girone di Promozione B di questa stagione, era finito sul black notes di parecchi direttori sportivi che abbiamo sentito in queste settimane. Stasera, però, ha firmato: continuerà a Pavarolo, è ufficiale.

A San Mauro pare stia nascendo un progetto molto interessante e sarà da vedere se in Prima Categoria o Promozione (ripescaggio?). In panchina mister Berta e in campo potrebbero arrivare tre giocatori: Saracino e Schinco (dalla Denso) e Corbo.

 

1 giugno 2016 - Vincenzo Pavone, ex Bvs, Cumiana e Giaveno, allenerà gli Allievi del Rosta. Un altro bel nome (ex calciatore e tecnico) per il ds Di Gianni e il presidente Mirisola dopo un primo accordo con Casciani, che invece è passato al Lucento.

Prima Categoria. Vianney: in uscita dopo mister Ardito anche Petrolo, Gallesio, Ferrantino e Rodorigo. Bomber Tucci già ufficiale al Rosta, dove arriva anche il portiere Liut dal Rapid Torino.

Borgaretto: con mister Livieri ufficiali i trasferimenti di Santi (anche lui dal Vianney), Fichera, Di Matteo e Tancini. Lo staff: ds Maurizio Ferrari, Fabio Lantean vice allenatore, Claudio Vola preparatore dei portieri (ex giocatore, smette), Matteo Gentili ex Rapid e Venaria preparatore atletico.

I NUMERI, I PARTNER E I TITOLI DI CODA ALLA STAGIONE 2015/2016

1 giugno 2016

 

Come ogni anno, a giugno e a fine dicembre, qualche riga per aggiornarvi su "che tempo fa" su Sportovest. Perchè questo è un sito cresciuto con i lettori, correndo insieme.

In archivio un'altra stagione davvero super. Rapidi numeri: l'audience è cresciuto in un anno di tre volte e la domenica il sito raggiunge fino a 4500 visitatori unici (che fanno anche più di un accesso) per 7-8mila click in 24 ore. Un gran bel numero, se vogliamo da edicola, che stimola sicuramente a fare di più e meglio. Parallelamente, c'è un potenziale di crescita enorme. Il fulcro centrale delle notizie, delle fonti e dei lettori è però oggi ben definito. La priorità, il chiodo fisso di questo sito, è quella di dare notizie certe, verificate, con il massimo dei virgolettati e le conferme dirette dei protagonisti. Poi certo, colore, ironia, interazione e condivisione. Ma prima, informazione. Le scivolate vogliamo che siano ridotte a zero, ma a volte fanno parte del grande gioco del giornalismo, un mondo (come tanti altri) che sta cambiando.

Durante tutta la stagione sono arrivati 546mila click, da settembre 2015 ad oggi. Dati certificati da due raccoglitori di statistiche e che si alternano tra l'alta stagione (quando si gioca), il periodo invernale e quello estivo. Una grande visibilità per gli articoli e poi per le attività che accompagnano Sportovest.

Dopo cinque anni è stata aperta la pagina Facebook, un "ponte" eccezionale. I click su ogni link sono centinaia, spesso migliaia. Tanto per fare un esempio: quasi 3000 click in pochissimi giorni su questo articolo (trasferta Cuneo-Leicester da parte di 7 giocatori piemontesi, che sono andati a trovare Ranieri passando per Londra e Parigi).

Per informazioni, comunicati stampa, notizie, suggerimenti e segnalazioni, oltre al social sempre aperto, resta sempre aperta la mail, molto utilizzata.

 

Noi ci siamo divertiti un mondo e il "grazie" va alle società, agli addetti ai lavori, alle fonti (sempre più sparse...), ai colleghi, ai vecchi e nuovi lettori. A questo punto aspettiamo solo più i verdetti di domenica 5 giugno, poi volteremo pagina verso il 2016/2017. Assieme a voi.

 

Ps. Volete rileggere le notizie dell'anno? Un click in news e nelle varie pagine collegate e troverete tutto.

 

Il direttore

Michele Rizzitano

I PARTNER 2015/2016

Sul sito i vari link e collegamenti ai partner

CountryShop: alimenti e accessori per animali domestici. 12 negozi a Torino e provincia.

Squiseasy: il nuovo ristorante/pizzeria di Alpignano, in via Cavour 171. Gusto ed eleganza.

ViaMazzini: arriva l'estate, tempo di super-gelati ad Alpignano, Torino e Venaria.

Candiotto Gomme: ad Orbassano. Centro revisioni, officina, manutenzione e meccanica.

Talent Cafè: cocktail bar, pub e pizzeria in via Pietro Cossa a Torino, aperto 24 ore su 24.

Idoc: un must per chi ama il caffè e non solo. In corso Susa a Rivoli e tanti altri punti vendita.

BONGERA A NOZZE: UN MUCCHIO DI GIOCATORI ALLA SUA FESTA!

Foto-collage di Tounkara (Fossano) e gruppo-istruttori a Venaria

1 giugno 2016 - Campo-cena-discoteca: un mucchio umano di giocatori del calcio piemontese si è mobilitato per l'addio al celibato di Luca Bongera, idolo a Rivoli e non solo. Amici, compagni, ex compagni di squadra lo hanno accompagnato in questi anni sul campo e pochi giorni fa nelle sue ultime ore prima delle nozze: Casamassima, Beltramo, Volante, Golè, Polimeni, Sanguedolce, Ferretti, Cellamaro, Marsico, Gasperini, Mascia, Andretta, Furno, Salusso, Talarico, Ferrantino, Caria, Melle, Mandres, Schinco, Conrotto, Del Buono, Trombini, Ferrato, Mastroianni, Bonin, Russo, Polesenani, Tucci, Farruggio, Borelli, Talarico, Sardo, Meola, Bedino, Renzi, Baron, Barison, Nicola, Margaria, Bottazzo, Camposeo e tanti altri.

 

Il collage di Tounkara (titolo vinto col Fossano, salto in Eccellenza con numeri da urlo per la squadra di Viassi) accompagnato dalle parole sul web: "Un altro anno è passato. Mi avete regalato gioie, fatiche, crescita e grande spirito di squadra, ma soprattutto mi avete sempre fatto sentire a casa...vi sarò sempre grato per tutto questo. Non so da dove partire con i ringraziamenti, ma vi voglio dire che vi ho tutti nel cuore e questo è il ''Grazie'' più grande che vi posso fare. Grazie ragazzi per questo anno fantastico passato con voi, vi voglio bene".

 

Venaria: presentata la Scuola Calcio stagione 2016-2017. Nella foto gli istruttori della prossima stagione. Tra gli altri Giuseppe Napoli agli Esordienti 2004, Luca Mazzariol (Piccoli amici), Nino Greco Ferlisi (Piccoli Amici), Massimo Ferro (Esordienti 2005) e Andrea Libero (Pulcini 2006).

VILLAFRANCA: "UNA GRANDE STAGIONE. SI RIPARTE DAI SENATORI"

Gambino sul mercato: "Piscinese? Se mi chiamano vado a parlare"

Capitan Righero
Capitan Righero

1 giugno 2016 - Promozione C: molto soddisfatta la dirigenza del Villafranca per la stagione 2015/2016. Un girone di ritorno favoloso, con un rendimento inferiore solo al Fossano, un cammino in Coppa esaltante fino alla finale col Pavarolo.

Pronino dalla società: "E poi nulla da dire, sono stati più bravi loro. Giusto così. In quella partita hanno dimostrato di andare più forte di noi. Ci è mancata solo la stoccata finale, ma siamo molto felici. Peccato non essere partiti subito forte in campionato, con quel turbo che abbiamo inserito a campionato in corso. Per il prossimo anno abbiamo confermato il blocco storico. Ripartiremo da mister Caputo, col quale stiamo già lavorando per il 2016/2017, dai senatori Basano, Righero e Corsaro. Potrebbe arrivare qualche rinforzo, ad oggi non ci risultano partenze. Come tutti, stiamo monitorando il mercato per quanto riguarda i '98"

 

L'ex Pinerolo Gambino sull'ipotesi-Piscinese Riva, un giro di voci che prosegue da 15 giorni tra mezze verità e mezze smentite (sotto i commenti di Marano e Bertelli). Il tecnico: "Frequento i campi di calcio del pinerolese, di Airasca e di Piscina. Anche io ho sentito alcune voci, probabilmente qualcuno ha fatto 2+2 vedendomi spesso in tribuna...Se il presidente Marano mi chiamerà lo ascolterò volentieri, so comunque che la Piscinese è una società seria. In ogni caso sono sicuro che prima si confronterà con Bertelli ed è giustissimo così. Io sento solo voci per il momento e mi stanno coinvolgendo senza che io sia troppo informato. Sono sul mercato. Dovesse esserci la possibilità di allenare a Piscina la valuterò certamente".

GIRA LA RUOTA: UFFICIALE, MR MUSSO DALL'OLYMPIC AL CASELETTE

Marrese su "Scherzi a Parte": puntata di "Amici contro" con Calabrò

Gira la ruota: Ivan Musso al Caselette, Paolo Marrese al Venaus
Gira la ruota: Ivan Musso al Caselette, Paolo Marrese al Venaus

Mercato: il centrocampista ex Moncalieri, Lucento e Borgaretto Daniele Gaudino è un nuovo rinforzo del Lesna Gold in Prima gir. E. L'accordo è stato trovato ieri con il club di via Milano.

 

31 maggio 2016 - di Michele Rizzitano

 

Ultim'ora ufficiale: mister Ivan Musso al Caselette in Prima Categoria. Un grande colpo per la società neroverde, che taglia il traguardo dei 50 anni dalla fondazione con un nuovo corso sulla panchina della prima squadra dopo l'era-Marrese (passato al Venaus). L'ex Lascaris e Pianezza questa sera ha comunicato all'Olympic Collegno la sua volontà di girare pagina, ringraziando società, collaboratori e giocatori per due stagioni molto positive. Alla fine è andato via riuscendo a far centro: l'Olympic inseguiva da tempo la Prima Categoria e due giorni fa l'ha raggiunta sul campo di Orbassano contro l'Ardor Torino in finale playoffs (articolo). Musso, però, probabilmente sarebbe andato via in ogni caso alla ricerca di nuovi stimoli e motivazioni. E il Caselette, che ha sondato il terreno, non ha perso tempo. A questo punto lo "zar" ritroverà l'Olympic da avversario il prossimo anno...

La notizia è stata confermata dalla dirigenza del Caselette e dal vicepresidente Cerrano.

 

Il messaggio dell'Olympic per Musso: ecco le parole dei capitani Carpinelli e Parla, di RomaVoci, Menardo, Valastro e di tutti i compagni di squadra che hanno appreso (non senza dispiacere) che il tecnico va al Caselette. "Un grande uomo, un fantastico mister, una splendida persona. Hai creduto in noi, sempre e comunque. Da Cafasse a Rubiana, da Corio ad Orbassano, passando per il nostro bunker di Collegno. Grazie per tutti questi momenti. Ti auguriamo tutto il bene che meriti e ti abbracciamo forte uno ad uno. Forza Olympic e in bocca al lupo mister, il capitano e la tua squadra".

 

Lo scherzo a Marrese: ieri pomeriggio (martedì, non c'era ancora l'ufficialità di Musso al Caselette) è partito uno scherzo telefonico al mister che ha guidato i neroverdi nelle ultime stagioni e che si è già accordato col Venaus. Regista: Natalino Calabrò, che proseguirà in panchina col Lesna Gold. Calabrò (ex Caselette anche lui) è un grande amico di Marrese, i due sono entrambi di Susa e si sentono tutti i giorni.

A Marrese è arrivata una telefonata: "Sai chi è l'allenatore del Caselette? Calabrò...". Marrese è rimasto spiazzato e anche un po' sconcertato: "Ma davvero? E' un mio amico, l'ho sentito stamattina e non mi ha detto niente...". Al telefono: "Sì, sì. E' confermato. E' ufficiale da dopo pranzo".

Dopodichè Marrese, via telefono e sms, ha provato a cercare un riscontro, ma collaboratori e dirigenti del Caselette erano tutti d'accordo! E così Dario Cela e Gino Seccia non gli hanno risposto. Un quarto d'ora di imbarazzo per Marrese: "Sì ma le potevano dire però...Non si fa così. Calabrò è un amico, anche lui cavolo. Perchè non mi ha detto nulla per così tanti giorni?". Domande (e altri sms) che non trovano risposta fino alla telefonata di Calabrò: "Sei su Scherzi a Parte amico...". E giù di risate.

Marrese: "Io l'avevo capito che era uno scherzo. Se Calabrò fosse andato al Caselette me l'avrebbe detto, da amico, e anche Dario Cela...". Parliamo di Venaus, che ripartirà in Seconda per innescare subito la Prima marcia: "E' stata una porta sempre aperta, essendo io di Susa e giocando anche mio figlio lì nei 2004. Sono contento di affrontare una stagione diversa, partendo per vincere, dopo quattro anni di salvezze e playoffs. A Venaus c'è un paese al campo, è un ambiente molto caldo proprio come Caselette. Conosco tutti, abito a 3 chilometri dal campo. Darò una mano anche nel settore giovanile. Al momento i giocatori sono tutti confermati, ma proveremo a portare in rosa qualche rinforzo". Come si è chiusa a Caselette? "Bene. Una bellissima esperienza. Dopo i playoffs dell'anno scorso quest'anno non si poteva fare più dei 37 punti che abbiamo totalizzato. Anche perchè...ero senza attaccanti. Fuori Anelli, fuori Pirinei, via Dosio. Strocchio ha fatto un gran lavoro, Sandroni e Iezzi hanno dato una mano. Mancavano però vere prime punte. Troppi infortuni".

ALESSIO MARMO (BSR) LASCIA IL CALCIO: "23 ANNI INDIMENTICABILI"

Alessio Marmo, qui davanti a Molinaro del Torino in amichevole
Alessio Marmo, qui davanti a Molinaro del Torino in amichevole

31 maggio 2016 - di Michele Rizzitano

 

"La domenica? Non sarà più la stessa cosa...". Oggi zoom su un momento particolare e delicato della vita di un giocatore dilettante o professionista. L'addio al calcio giocato. Il momento in cui il cervello prende consapevolezza che si chiude un capitolo fatto di gioie e dolori, di vittorie e sconfitte, ma soprattutto di vita da spogliatoio. Una cosa unica.

Questa volta tocca a un capitano, una bandiera grugliaschese, un leader e trascinatore di tanti spogliatoi per un totale di 23 anni di calcio: Alessio Marmo, classe '85 del Bsr Grugliasco.

Dirigenti, allenatori ed ex compagni di squadra gli hanno chiesto "...ma sei proprio sicuro?". E lui ha risposto così': "In realtà no...ma devo fermarmi. Devo. Mi costa tantissimo, ma non posso andare avanti ad infiltrazioni dopo i tanti infortuni subiti. Praticamente dovrei dire, per fare prima, cosa non mi sono rotto. Non ci posso far niente, la guerra in campo a me è sempre piaciuta. Mi divertiva, tanto più se dovevo marcare attaccanti alti e grossi. Ma sono quattro anni che i medici mi dicono di smettere...".

 

Marmo, cresciuto come centrocampista fino ai 14 anni nel Grugliasco e nella Juventus....

IL MIRACOLO RIVAROLESE: +26 PUNTI SUL 2015 E FINALE PLAYOFFS!

D'Agostino-Reano e la squadra di Scardino
D'Agostino-Reano e la squadra di Scardino

31 maggio 2016 - di Michele Rizzitano

 

Miracolo RivaroLeicester. Una squadra che ha stupito tutti in campionato. Sì, adesso però la Rivarolese di mister Scardino non è più solo sorpresa e rivelazione dell'anno in Promozione ma una grande conferma: si è portata a casa 26 punti in più rispetto al 2014/2015 (67 contro 41) con la stessa squadra e qualche ottimo rinforzo, si è riconfermata ai playoffs prima contro il Pont Donnaz (1-1) e poi contro il Cerano (2-0) senza mai perdere la testa e le gambe ai supplementari e dimostrando un'eccellente tenuta atletica alla 30esima partita stagionale.

Niente da dire. Questa "Riva" è uno spettacolo e ora manca solo la ciliegina sulla torta: domenica 5 giugno la finalissima contro il Colline Alfieri (terza nel girone D) vede i granata leggermente favoriti in quanto secondi classificati nel girone B. Tanto per cominciare si giocherà a Rivarolo in virtù della migliore posizione di classifica. Il pareggio al 90' o eventualmente al 120' porterà dritta in Eccellenza la Rivarolese, che ha già dimostrato di essere una squadra sempre affamata, che non si accontenta del segno "x", oltre che quadrata, ordinata e lineare nel suo trend.

 

Lo dicono i numeri: 30 gol segnati in casa, 30 gol in trasferta (dove la crescita rispetto all'anno scorso è stata enorme). E poi: 34 punti in casa, 33 in trasferta. Il gioco espresso (corsa, pressing, fasce mobili con una fase difensiva convincente), ha permesso alla squadra di andare ben poche volte in tilt (la solidità della Rivarolese ha impressionato moltissimi avversari), spesso di ribaltare un punteggio, come avvenuto in casa Brandizzo, e soprattutto ha permesso al bomber D'Agostino di avere sempre palloni giocabili. Per lui (che ci risulta già sul taccuino di parecchi addetti ai lavori del mercato) è manna dal cielo: 24 gol in campionato e uno ai playoffs. Molto bene anche Rizzuto (9), Reano (7, due gol da 6 punti al Brandizzo all'andata e al ritorno) oltre a Grosso e Scala, non a caso gli ultimi marcatori contro il Cerano.

L'UNION SUSA CONTINUA A VOLARE COL SUO FALCO: C'E' LA FIRMA!

31 maggio 2016 - di Michele Rizzitano

 

Ultim'ora: ecco la firma del mister Alberto Falco! L'ex Lascaris (avvicinato da rumors di mercato ad altri club della prima cintura torinese) è stato riconfermato dai vertici dirigenziali dell'Union Susa e ha scelto di continuare a sposare il progetto biancorosso assieme al presidente Casciello, al dg Rodolfo Coccia e al direttore sportivo Marco Galluzzo.

In questa stagione, per Falco e i suoi ragazzi, un'opera d'arte nel girone di ritorno: 12 partite senza perdere, 8 vittorie consecutive, un punto in meno del Brandizzo campione in Promozione B nell'arco delle ultime 12 gare, 57 punti in campionato (nuovo record storico dopo i 50 punti con Melega/Caputo/Plano del 2011/2012) e la qualificazione ai playoffs col quarto posto solitario.

A Susa, dopo l'eliminazione avvenuta ad opera del Pont Donnaz (2-1), i giocatori non nascondono anche qualche rimpianto per non aver potuto giocare la finale playoffs del girone contro la Rivarolese, battuta in casa sua all'andata e gestita bene al ritorno con un 1-1 a Susa.

Basi solidissime, dunque, per il 2016/2017: grazie al lavoro dei dirigenti e alla nuova sinergia del trittico Galluzzo-Coccia-Casciello il club è cresciuto sia dal punto di vista organizzativo (anni fa non era così scontato che arrivassero giocatori da fuori Valle) che tecnico. Un grande passo in avanti e come ha detto Galluzzo qualche settimana fa "...tutto ciò deve essere solo un punto d'inizio". Ora Susa vuole continuare a volare. Con il suo Falco...

"PRES" MARANO (PISCINESE): "NO AL RIPESCAGGIO. E IL MISTER..."

Bertelli
Bertelli
Berta a San Mauro
Berta a San Mauro
Bonafede resta a Pianezza
Bonafede resta a Pianezza

Marano
Marano

30 maggio 2016 - di Michele Rizzitano

 

E' un Michele Marano a ruota libera, quello che abbiamo intercettato stamattina dopo l'eliminazione dai playoffs di Promozione. Il presidente della Piscinese Riva (65 punti, un campionato di altissimo livello appena dietro al razzo-Fossano, due anni senza perdere in casa in campionato in Promozione) fa il punto della situazione su vari fronti.

Prima questione: l'ex Pinerolo Gambino è stato avvicinato alla panchina Piscinese e se ne parla da almeno due settimane. Bertelli o non Bertelli per la prima squadra? Marano: "Non c'è niente che possa essere escluso al momento. Bertelli ha fatto un grandissimo lavoro in questi anni e potrebbe anche rimanere". Gambino quindi è una pista errata...? "Sento e leggo il suo cognome da giorni. Non c'è stato nessun contatto. Ma ripeto, non escludo nulla. La priorità del momento della società è decidere l'obiettivo della prossima stagione, insieme, con dirigenti e collaboratori. Deciso quello, tutto viene definito a cascata. Su questo io ho le idee molto chiare ma ci confronteremo. Innanzitutto al 99,9 per cento non faremo richiesta di ripescaggio. Se si va in Eccellenza bisogna essere pronti da tutti i punti di vista, ovvero economico, organizzativo e logistico. Il campo ha detto che tecnicamente non siamo pronti, anche se abbiamo fatto due anni a tutta. Ieri il Colline ha avuto più determinazione e convinzione di noi. Poter disporre di due risultati su tre, mentalmente, non è sempre un vantaggio. Ripartiremo senza problemi dalla Promozione e per quanto mi riguarda continueremo a lavorare molto sul settore giovanile. E' importantissimo, è lì che nascono le basi per il futuro della prima squadra e noi sono sette anni che copriamo tutte le categorie".

Capitolo giocatori. Marano: "Onoreremo l'ultimo impegno con la finalina di domenica prossima, che per noi non conterà nulla visto che non ci interessa il ripescaggio, e poi daremo risposte certe. Posso solo dire che per noi quasi tutti sono riconfermati e che avremo bisogno di qualche rinforzo. Ora bisogna vedere cosa diranno i giocatori".

Parola anche al mister Bertelli: "Preciso senza fare polemiche. Oggi ho letto su un giornale che saprei già tutto, cioè che Gambino sarà il nuovo allenatore. Smentisco. Non ho detto questo. Io non so nulla, alleno e farò il massimo fino a domenica prossima. Quello che so è l'esistenza di voci, ma ci mancherebbe, fa parte del gioco del calcio. In serie A si fanno i nomi dei mister tutte le settimane...Ovvio, dà fastidio leggere un altro nome per la panchina sulla quale sei seduto e proprio mentre hai ancora l'obiettivo playoffs in corso. Io sono sereno e so cos'è l'ambiente Piscinese, una società seria e rispettosa che sono sicuro per il rapporto che ha con me non lavori sottobanco. Se non sarò confermato credo che il presidente Marano me lo dirà senza problemi. Ci incontreremo presto, oggi voglio solo precisare. Non è vero che so che Gambino allenerà la Piscinese, altrimenti mi sarei dimesso subito. E poi, eventualmente, non sarei stato io a doverlo dire".

OLYMPIC, TUTTE LE STRADE PORTANO A..ROMA: BOMBER, CHE GOL!

Tra i grandi protagonisti di Olympic-Ardor 3-2 (partita che ha consegnato la Prima agli orange di Musso, qui cronaca e a breve altre foto/video) c'è sicuramente bomber Roma: un gol da antologia da 30 metri (siluro a scendere sotto la traversa), un assist, un incrocio dei pali con un fantastico destro al volo, un palo. Prestazione sopra le righe anche per Tiribocchi-Pace, Bellardo (subentrato, ha spaccato la partita), Valastro, Carpinelli, Bardella, Boi, Menardo e Voci, match winner con il gol del 3-2.

 

Leggi la cronaca, a breve altri contenuti.

CASCIANI, NIENTE ROSTA MA LUCENTO: "NON C'HO DORMITO SU..."

30 maggio 2016 - di Michele Rizzitano

 

Casciani al Rosta: il matrimonio non s'ha da fare. Il mister andrà sulla panchina degli Allievi del Lucento. Non sarà dunque l'ex Collegno Paradiso il nuovo tecnico degli Allievi a Rosta, ma non c'è alcuna polemica. Anzi. Scelte di vita, di calcio e di extra-calcio.

Casciani: "Ringrazio il Rosta, il ds Di Gianni e il presidente Mirisola, persone eccezionali alle quali avevo dato una parola. Rosta ce l'avevo proprio dietro casa, il Lucento mi ha però fatto una proposta anche a livello lavorativo e in questo momento della mia vita non posso non tenerne conto. E' tutto qui, in totale sincerità. Quando venerdì scorso mi è stata presentata la proposta a Torino, la notte non c'ho dormito su. E' stata una decisione difficile, ma ho scelto così e ripeto, a Rosta hanno capito le mie priorità e li ringrazio per avermi contattato e inizialmente scelto". Di Gianni ha già il sostituto di Casciani: stasera l'ufficialità.

 

In settimana: l'addio al calcio della bandiera grugliaschese Alessio Marmo, il capitano.

Peritore, ciao Orizzonti. Pianezza e Pro: Bonafede e Rubino riconfermati

RAGAZZONI AL CARRARA! ROMAGNINO, 3 CLUB. BERTA: SAN MAURO

Salierno a Trino. Sansone, ciao Borgaro? Maina preparatore alla Cbs

29 maggio 2016 - di Michele Rizzitano

 

Sarà l'ex tecnico di Pianezza e Rapid Torino Alessio Ragazzoni, quest'anno in panchina con la Rappresentativa Giovanissimi Torino, a guidare il Carrara nella stagione 2016/2017. Notizia esclusiva di Sportovest.com.

Così il mister: "Confermo tutto. Fino al 30 giugno sono legato alla Federazione, ma ho già avvertito il presidente Mossino, che ringrazio assieme a giocatori e collaboratori. Allenare in Rappresentativa è stata una bella esperienza, è una vetrina importante e ho riscoperto la passione per il campo dopo un'annata storta non solo dal punto di vista del risultato sportivo. In queste settimane il Carrara è la società che più mi è stata dietro (pare che si sia interessato al tecnico, tra le varie squadre, anche il Caselette, nda) e sono contento di partire con questa nuova avventura. Abbiamo un programma triennale e il primo obiettivo è conquistare il prossimo anno una salvezza più tranquilla di quella appena centrata ai playout. Lavoreremo molto coi giovani e col vivaio, sarà una Prima Categoria interessante viste le squadre retrocesse dalla Promozione e le formazioni che hanno fatto il salto dalla Seconda...".

 

MERCATO: la vittoria in casa Piscinese Riva del Colline Alfieri significa Eccellenza più vicina, in caso di ripescaggio, anche per il Savio Rocchetta, interessato ad una fusione che sembra sempre più vicina. E questo ci porta a pensare, sulla base delle informazioni ricevute nelle ultime settimane, che mister Raimondi possa avvicinarsi definivamente alla panchina della Santostefanese dove però sembrerebbe riconfermato Amandola. Dalla società, però, non ci sono notizie ad oggi certe. O meglio, non ci sono notizie ufficiali "per il momento".

Le parole del presidente della Santostefanese Bosio: "Per il momento non abbiamo ancora riparlato con Amandola, tecnico che gode della nostra massima stima per quanto dimostrato sul campo, semplicemente perchè prima dobbiamo riunirci in un direttivo". Ma una novità c'è: "Abbiamo indetto un direttivo proprio perchè potrebbe anche spuntare un nuovo presidente che prenderà il mio posto...Vedremo". Ancora sul mister: "Ad oggi smentisco alcun contatto con mister Raimondi. Ripeto, prima il direttivo, subito dopo valuteremo l'eventuale nomina di un nuovo presidente, poi tutto il resto di conseguenza". Aperte tutte le strade.

 

MERCATO bis: Eccellenza, in casa Orizzonti United colpo di scena. Mister Luca Peritore lascia il club e torna sul mercato. Aygreville: il nuovo mister è l'ex Ivrea Alberto Rizzo.

Bosticco (12 anni al Chieri) è un nome nuovo per quanto riguarda gli allenatori liberi sul mercato. Nel weekend è stato accostato alla panchina del Pavarolo (nel caso di un eventuale addio di Ballario, al quale sarebbe stata proposta la panchina della Juniores Nazionale proprio del Chieri - Ballario invece resterà a Pavarolo) e dell'Fcd Rivoli.

A proposito di Pavarolo, il club vuole portare in rosa due nuovi difensori, un centrocampista e una punta. Giocatori di categoria. Seguiti Lapadula (ma la riconferma a Saluzzo è più quotata), Capocchiano del Gassino, Pupillo della Cheraschese, Monteleone del Mathi, Ciccomascolo del Savigliano (sondaggi per lui anche da Alpignano, Settimo e Denso) e Carini dell'Orizzonti.

Settimo: si riparte da mister Viola. In casa Juventus Domo, nonostante la conferma di Foti, arriva con un colpo di scena l'ex Virtus Verbania Lucio Brando come confermato giorni fa. Brando ha conquistato la serie D a Verbania sorpassando in extremis il Borgaro in Eccellenza A, ma in città sono pronte nuove cordate per far fronte ad alcuni problemi economici.

Giuseppe Sansone, seconda punta ex Bsr Grugliasco e Lascaris, è in uscita da Borgaro, dove potrebbe arrivare Scutti dall'Orizzonti United. Se ne saprà di più quando tornerà dal suo viaggio in questi giorni alla Maldive. Con ogni probabilità Sansone sarà a breve ufficialmente sul mercato. Assieme a lui Geografo e Riccio.

Il difensore '94 Edoardo Salierno, ex Santhià e Pro Vercelli, all'Lg Trino assieme al '96 Bellinghieri, anche lui ex Santhià. Sono stati presentati ufficialmente sabato. Riconfermato a Trino anche Marco Capelli, classe '93 e difensore. Ad Omegna nuovo allenatore (Gherardini, già ex giocatore ed allenatore rossonero) e la riconferma del direttore sportivo (Aron Danini).

Alpignano: atteso il "sì" ufficiale di bomber Cirillo (Corneliano, gli sta dietro l'Orizzonti United) vengono seguiti Amedeo del Lucento e Coppo della Biellese. Tantissimi club su Davide Lapadula, che ha trovato l'intesa col Saluzzo ma che interessa a Cheraschese, Pavarolo e Settimo. Da Saluzzo, invece, in uscita Morero, altro baby attaccante ricercatissimo (Casale favorito) e in entrata il '97 Micelotta dalla Cheraschese e il '98 Porporato dal Chieri. Il Corneliano, che ha già perso in zona gol Cirillo, punta forte su Melle della Pro Dronero, ma nelle ultime ore c'è la pista Pregnolato, che potrebbe non rimanere al Benarzole.

Promozione: l'ex Atletico Torino Roberto Berta sorpassa tutti (si era parlato di Viola, Ambrosini, Perziano, Cellerino) e approda sulla panchina del San Mauro. Un mistero sulla prossima panchina di Romagnino, ex Mathi: le quotazioni al momento dicono 50% Volpiano, 30% Bollengo, 20% Orizzonti United. Ma spunta anche il Gassino. Così oggi Romagnino: "Ascolto tutti e giovedì decido...".

Confermato il nome di Marco Bergantin come nuovo allenatore dell'Ivrea Banchette. Il Mathi di Binandeh tenta Fina (seguito però anche dal Rosta di Baron e da molti altri club). Al fianco del nuovo allenatore Brunetta, in casa Cbs, lavorerà il preparatore atletico Antonello Maina, ex Nizza, Rapid e Lesna Gold.

Prima Categoria: mister Rubino riconfermato alla guida della Pro Collegno. Stessa news direttamente dal ds Oliviero Chiapino per quanto riguarda il tecnico Bonafede a Pianezza: "E' riconfermato e stiamo già lavorando su obiettivi mirati per quanto riguarda alcuni giocatori".

A Villarbasse torna mister Alessandro Bianchin. La punta Santi pronta a raggiungere mister Livieri al Borgaretto dal Vianney. Con lui "avvicinati" anche Tancini e Nicoletta dal Pertusa, oltre ai già citati Di Matteo e Fichera (dal Rapid) e Marchionni (ex Denso e Antico Borgoretto).

L'IMPRESA DEL COLLINE: VINCERE A PISCINA, MISSION (IM)POSSIBLE

A Piscina tiene il record che dura da due anni in campionato (marzo 2014, zero sconfitte). La squadra di Bertelli viene però punita nuovamente ai playoffs: l'anno scorso dal Trino, quest'anno dal Colline Alfieri, che comunque è l'unica squadra ad aver violato Piscina nel 2015/2016. Festa meritata anche per il Victoria Ivest (finale playoffs in Prima!): la squadra di Barbino ha perso il titolo per una partita vinta sul campo e persa a tavolino col Nichelino, si è piazzata in classifica a -1 dal San Maurizio Canavese e ora si giocherà tutto col Trofarello!

Colline, l'impresa a Piscina
Colline, l'impresa a Piscina
Ivest, è finale col Trofarello!
Ivest, è finale col Trofarello!

Terza gir. A: Avigliana, che botta. Perde anche con la Marentinese (0-1), niente Seconda

CANTO-ARANCIO: OLYMPIC IN PRIMA! "RIVA" E COLLINE, E' FINALE!

VERDETTI 29 maggio 2016 di Michele Rizzitano

 

Promozione: Rivarolese in finale playoffs contro il Colline Alfieri! La squadra di Scardino (sempre più rivelazione!) supera ai supplementari il Cerano 2-0 (gol di Grosso e Scala) e si prepara ad affrontare il Colline, che espugna con gol di Gueye il campo della Piscinese Riva (0-1). Espulso a metà ripresa bomber Barison (ammonizione dopo 30 secondi e simulazione) Occhio alle classifiche: Rivarolese seconda, Colline terzo. Non è un dettaglio, perchè si giocherà a Rivarolo e i padroni di casa (già scatenati due volte ai supplementari contro Pont Donnaz e Cerano) potranno usufruire del pareggio al 120'.

Prima Categoria: Atletico Chivasso, 0-2 al Vigliano firmato Zanzarelli-Atzori e finale! La squadra di Rista giocherà con una tra Sinergy e Trecate (gara rinviata per pioggia). L'altra finale è Victoria Ivest-Trofarello! 3-2 ai supplementari per la Barbino band e colpo esterno del Trofarello (2-3) a Castelnuovo.

Seconda Categoria: canto arancio! L'Olympic Collegno sale in Prima Categoria, 3-2 all'Ardor Torino in una partita pazzesca, con gol da antologia. Qui tutto sul match! E dediche speciali per mister Musso, che aveva già vinto i playoffs proprio ad Orbassano col Pianezza nel 2010...

Terza Categoria: dopo una stagione da urlo i titoli di coda fanno male, malissimo, all'Avigliana sconfitta per 0-1 in finale playoffs contro la Marentinese, che dopo aver concesso il titolo all'Atletico Alpignano (togliendolo proprio all'Avigliana) si prende anche il salto di categoria. Applausi, comunque, per la squadra di Viglietti. Resta però tantissima delusione.

OLYMPIC COLLEGNO-ARDOR TORINO 3-2

Olympic Collegno: Castelli (1' st Richieri), Boi, Cilia, Menardo, Bardella, Caldieri, Carpinelli, Voci, Pace (36' st Bruno), Roma, Valastro (3' st Bellardo). A disp.:  Lamberti, Parla, Guidetti, Petrarota. All.: Musso.

Ardor Torino: Dinicastro, Grobberio, Gallina, Longo, Bonanno (23' st Mihail, 45' st Santoro), Armato, Esposito, Cavallaro (20' st Romano), De Marco, Negrescu, Trombini. A disp.: Praticò, Garino, Bo, Olivo. All.: Negro.

Arbitro: Pellegrino di Nichelino.

Reti: 24' Esposito, 30' Roma, 39' Pace, 46' Esposito, 31' st Voci.

 

29 maggio 2016 - "Prima o poi doveva succedere", riporta la maglia orange che celebra il successo. Ed eccolo qua il canto arancio: Olympic Collegno in Prima Categoria, questo il verdetto del campo dopo il campionato di Seconda E e dopo i playoffs. Il premio per una squadra che ha vinto 14 volte in casa su 28 partite nel suo bunker di via Tampellini, perdendo curiosamente solo con la neoretrocessa Rocchese in una domenica storta.

E voi credete alle favole? E alle coincidenze? Maggio 2010: sul campo di via Marconi ad Orbassano mister Ivan Musso, lo "zar", vinceva i playoffs contro il Cumiana col suo Pianezza e sale in Promozione. Sei anni dopo: maggio 2016, ancora lo "zar", ancora via Marconi ad Orbassano, ancora festa e tripudio. Questa volta è l'Olympic Collegno a fare baldoria: 3-2 all'Ardor Torino in una partita bellissima, ricca di gol sensazionali (Roma ed Esposito ne sanno qualcosa) e colpi di scena.

 

>>>>>>> LEGGI TUTTO

Aloisi (Susa) e la fidanzata Federica
Aloisi (Susa) e la fidanzata Federica

29 maggio 2016 - Sportovest anche Posta del Cuore. Bello, ci piace. E non è la prima volta...

La dedica di mister Musso: "Dedico questo successo così cercato, voluto e sofferto a mio figlio Paolo, che per alcune vicende di vita ho ritrovato felicemente, alla donna che amo, grazie alla quale ho potuto vivere questa stagione in amore e serenità, e a due ragazzi che sono contentissimo di aver fatto incontrare e che si sposeranno il prossimo 10 luglio. Simone Aloisi dell'Union Susa (ex giocatore di Musso al Pianezza, meglio conosciuto in valle Susa come "FantAloisi", nda), e Federica, una collega. Voglio loro un bene dell'anima. Quando si vince sul campo è sempre una gioia incredibile, una felicità che voglio condividere con gli affetti e gli amici".


La Rivarolese di Scardino scesa in campo contro il Pont: +26 punti sul 2014/2015, rivelazione assoluta
La Rivarolese di Scardino scesa in campo contro il Pont: +26 punti sul 2014/2015, rivelazione assoluta
Gueye, attaccante del Colline Alfieri: il giustiziere della Piscinese Riva!
Gueye, attaccante del Colline Alfieri: il giustiziere della Piscinese Riva!

27 maggio 2016 - A breve cronaca/foto/video dell'impresa orange dell'Olympic Collegno: 3-2 all'Ardor nella finale playoffs. Olympic in Prima!

 

PROMOZIONE: finale playoffs Rivarolese-Colline Alfieri (seconda e terza)!

Domenica 29 maggio, semifinali playoffs

 

RIVAROLESE-CERANO 2-0 dts (0-0 al 90')

Rivarolese: Gillone, Ciccarelli, Puddu, Sicca, Balagna, Bertot, Reano, Scala, D'Agostino, Querio, Rizzuto. A disp. Milano, Surace G., Margrotto, Puddu, Surace D., Nabili, Grosso. All.: Scardino.

Cerano: Scarlatti, Vada, Bompan, Scarlata, Carfora, Gibbin, Salzano, Franco, Damiano, Petrone, Lo Presti. A disp.: Gilardi, Tinaglia, Finotti, Corvino, Mainini, Boscolo, Priore. All.: Galeazzi.

Arbitro: Umbrella di Nichelino (Blasi e Pellegrino di Torino).

Reti: 0-0 al 90', decidono i gol al 101' Grosso e 112' Scala.

 

PISCINESE RIVA-COLLINE ALFIERI 0-1

Piscinese Riva: Di Stefano, Scarlino, Scarsi, Giai Pron, Molinaro, Gambino, Nicolini, Muratori, Barison, Martin, Sconosciuto. A disp.: Bauducco, Agosta, Ferrero, Previati, Bertalmio, Rundo, Del Prete. All. Bertelli.

Colline Alfieri: Brustolin, Ishaak, Sasso, Marino, Testolina, Lumello, Fraquelli, Di Maria, Gueye, Bosco, Delpiano. A disp.: Fenocchio, Testolina, Labbate, Pozzatello, Carbone, Torra, Barbero. All.: Moretti.

Arbitro: Cimarrusti di Novara (Bocchiotti e Vicenzetto di Casale Monferrato).

Rete: 36' st Gueye.

Espulso: 20' st Barison per doppia ammonizione.

 

Il 5 giugno, finalissima 1°/2° posto Rivarolese-Colline Alfieri e 3°/4° posto Piscinese Riva-Cerano con assegnazione di un posto sicuro in Eccellenza e graduatoria finale utile per i ripescaggi.

 

PRIMA CATEGORIA: finali Victoria Ivest-Trofarello e Atletico-(?)Gravellona/Trecate!

Domenica 29 maggio, semifinali playoffs

  • Sinergy Gravellona-Trecate (1) rinviata per pioggia
  • Vigliano-Atletico Chivasso (2) 0-2 live (Zanzarelli, Atzori) campo neutro di Strambino
  • Victoria Ivest-Costigliolese (3) 3-2 ai supplementari campo neutro di Caramagna.

Impresa dei torinesi, sotto 0-2, capaci di rimontare 2-2 con due rigori sbagliati, e vittoriosi nei supplementari.

  • Castelnuovo Belbo-Trofarello (4) 2-3 finale

 

Il 5 giugno finali tra i primi due abbinamenti (1-2) e gli ultimi due (3-4) per determinare due salti di categoria diretti in Promozione e successiva graduatoria utile per i ripescaggi.

 

SECONDA CATEGORIA - Finale per salire in Prima categoria

Olympic Collegno-Ardor Torino 3-2

(24' Esposito 0-1, 30' eurogol di Roma da 30 metri 1-1, 39' Pace 2-1, 45' Esposito 2-2, 30' st Voci 3-2)

L'Ardor tornerà in campo il 5 giugno per una nuova finale contro la perdente di Pro Polonghera-Bricherasio (seconda e quarta classificata nei rispettivi gironi): in palio un altro posto diretto per la Prima Categoria.

ULTIM'ORA: A GRUGLIASCO MR MARANGON E YANO (EX GIAPPONE)

25 maggio 2016 - di Michele Rizzitano

 

Ultim'ora serale Promozione B: il Bsr Grugliasco ha scelto il suo nuovo allenatore dopo il passaggio di Marco Faghino al Chisola nelle vesti di Responsabile Scuola Calcio.

Il nuovo mister di via Leonardo da Vinci è l'ex Novese, Atletico Gabetto, Crescentinese, Lottogiaveno e Cossato Gianfranco Marangon, un allenatore d'esperienza che arriva da avventure in serie D ed Eccellenza. Alla Juniores un altro nome nuovo: Aldo Mennuni.

Per il ruolo vice-allenatore un nome tutto da scoprire: curriculum eccezionale per Daisuke Yano, che ha lavorato con Zaccheroni nel Giappone oltre che a Torino in qualità di traduttore di Oguro e di responsabile nel club del presidente Marmo.

 

La storia di Daisuke Yano tra Italia e Giappone: nato nel  luglio 1980 a Tokio in Giappone, ha curiosamente ottenuto il diploma di scuola media nel 1997 a Chieri tra la licenza media e quella di maturità (scientifico) raggiunta in Giappone.

Tra le sue esperienze lavorative è stato Responsabile Juventus Soccer School in Giappone, collaboratore ed interprete in supporto allo staff di Alberto Zaccheroni durante i 4 anni di guida dell'italiano alla Nazionale giapponese (2010-2014), collaboratore e interprete per il Torino Fc durante la permanenza del calciatore Oguro (2006-2008) e poi anche direttore tecnico Juventus Soccer School in Giappone, collaboratore tecnico della prima squadra del Bsr Grugliasco dal 2015, commentatore tecnico per la serie A italiana per Fox Sports Japan e autore di due libri sul calcio per il mercato giapponese (90.000 copie vendute). Infine, anche calciatore dilettante a Chieri, Pecetto e Cambiano.

 

Stangata del Giudice sportivo dopo la sospensione della gara playout di Prima Categoria Busca-Dogliani, giocata a Verzuolo (sotto l'articolo). L'arbitro Barbato di Nichelino, che aveva assegnato agli ospiti un rigore sullo 0-0 al 118' dei supplementari, era stato costretto a scappare nel parcheggio dopo aver ricevuto una borraccia in faccia, un pugno, diversi schiaffi e spintoni prima del ritorno negli spogliatoi e dell'arrivo dei Carabinieri. L'arbitro, tra l'altro, sarà costretto dopo sette giorni di prognosi ad effettuare una visita oftalmica specialistica.

Così è deciso: 0-3 a tavolino per il Dogliani, che dunque si salva, retrocessione (la quarta consecutiva dall'Eccellenza del 2013) per il Busca in Seconda Categoria, 250 euro di multa e una pioggia di squalifiche.

>> Guarda l'elenco (il Giudice sportivo riporta la orribili sequenze della fuga dell'arbitro e dell'aggressione nei suoi confronti).

 

Mercato giocatori: bomber Ligregni dal Carignano all'Infernotto, il Chianocco di Mirabile ingaggia la punta ex Bussoleno e Don Bosco Rivoli Federico "Sheva" Vetrò.

Ultim'ora: il nuovo allenatore del Santa Rita, con ogni probabilità, sarà Camillo Gialanella.

PISCINESE SUPER: 4-0 AL VILLAFRANCA. RIVAROLESE AL 120'

Pazza gioia nello spogliatoio dell'Olympic Collegno di Musso
Pazza gioia nello spogliatoio dell'Olympic Collegno di Musso

25 maggio 2016 - Con le ultime forze. Con le ultime energie. Le squadre ancora in gioco nella bagarre dei playoffs sono scese in campo domenica scorsa, poi ieri sera (mercoledì) e sono attese sui terreni di gioco anche domenica 29 maggio e domenica 5 giugno. Una task force finale dove sarà fondamentale la preparazione atletica, che in queste giornate (probabilmente anche calde) farà la differenza.

 

Intanto ecco gli ultimi verdetti:

 

PROMOZIONE - Mercoledì 25 maggio, finali prima fase playoffs:

Girone A: Romentinese-Cerano 0-1 finale

Girone B: Rivarolese-Pont Donnaz 1-1 finale (D'Agostino, Destrotti del Pont)

Girone C: Piscinese Riva-Villafranca 4-0 finale (Martin, 3 Barison)

Girone D: Lucento-Colline Alfieri 1-2 ai supplementari, 1-1 al 90' (6' Delpiano, 43' Martorano, 3' pts Delpiano).

 

- Il Cerano vince i playoffs di Promozione A: 0-1 in casa Romentinese

- La Rivarolese vince i playoffs di Promozione B: gol di D'Agostino, risposta di Destrotti, gara ai supplementari ma l'1-1 non cambia più. Applausi per il Pont Donnaz, che però esce di scena. Risultato eccezionale per il team di Scardino, sempre più rivelazione della stagione 2015/2016 con +26 rispetto allo scorso anno.

- La Piscinese Riva vince i playoffs di Promozione C: prestazione super per i ragazzi di Bertelli, che schiantano 4-0 il Villafranca con Martin e il solito Barison (altri 3 gol, sono 35 stagionali!).

- Il Colline Alfieri vince i playoffs di Promozione D: 1-1 sul campo del Lucento al 90', poi l'1-2 ospite ai supplementari. Punteggio finale che premia la terza classificata.

 

A questo punto: domenica Cerano-Rivarolese e Piscinese Riva-Colline Alfieri. Successivamente, il 5 giugno, finalissima 1°/2° posto e 3°/4° posto con assegnazione di un posto sicuro in Eccellenza e graduatoria finale utile per i ripescaggi.

 

PRIMA CATEGORIA - Finali prima fase playoffs

 

Girone A: Sinergy Gravellona-Inter Farmaci 5-0. Girone B: Greggio 2009-Trecate 1-2.

Girone C: Vigliano-Valle Cervo Andorno 1-0. Girone F: Moncalieri-Trofarello 0-1.

Girone G: Costigliolese 2010-Atletico Racconigi 2-0. Girone H: Castelnuovo Belbo-Luese 1-0.

 

Fasi successive: domenica 29 maggio semifinali playoffs

Sinergy Gravellona-Trecate (1)

Vigliano-Atletico Chivasso (2)

Victoria Ivest-Costigliolese (3)

Trofarello-Castelnuovo Belbo (4)

 

Il 5 giugno finali tra i primi due abbinamenti (1-2) e gli ultimi due (3-4) per determinare due salti di categoria diretti in Promozione.

 

SECONDA CATEGORIA - Prima fase playoffs

 

Olympic-Football Mappano 3-1 (2 Pace, Valastro)

Domenica 29 maggio, finale playoffs: Olympic Collegno-Ardor Torino (per l'Ardor 2-1 al Castiglione). Chi vince sale in Prima Categoria direttamente, chi perde tornerà in campo il 5 giugno per effettuare un'altra partita secca contro un'altra squadra sconfitta il 29 maggio (in caso di vittoria salto in Prima).

 

Questo, dunque, il verdetto del girone E: Olympic Collegno-Football Mappano termina 3-1. Partita scoppiettante tra gli orange di Musso (con questa 14 vittorie in casa in 28 match, record del campionato) e i mappanesi capaci di sfornare 91 reti in 27 gare (!), 65 dei quali realizzati dai bomber Aniello e Arena. Decidono la doppietta di Daniele Pace e il gol di Valastro.

 

TERZA CATEGORIA gir. A - Prima fase playoffs: domenica Avigliana-Marentinese

Tanta fame di rivincita per i locali di Viglietti, che all'ultima giornata hanno subìto (proprio ad opera della Marentinese) la fatale sconfitta per 1-0 che ha spedito in Seconda l'Atletico Alpignano. Adesso finale playoffs del girone. Palla al centro, un'altra storia con l'Avigliana messa meglio in classifica.

ULTIM'ORA ALLENATORI: LIVIERI A BORGARETTO, BARON AL ROSTA

Livieri al Borgaretto: ufficiale
Livieri al Borgaretto: ufficiale
Stefano Baron al Rosta
Stefano Baron al Rosta

25 maggio 2016 - di Michele Rizzitano

 

Ultim'ora - Ufficiale anche questa news: Daniele Livieri, ex Venaria e Rapid Torino, è il nuovo tecnico del Borgaretto, che ripartirà in Prima Categoria. E' lo stesso mister a confermarlo: "Inizierei anche domani...Il progetto del Borgaretto mi è piaciuto subito. Io e il club abbiamo molta fame di riscatto dopo un'annata non bellissima, chiusa con la retrocessione per la squadra e con un salto in Promozione che poteva andar meglio per me tra Rapid e Venaria. Sono molto carico, punteremo ai piani alti della classifica e cercheremo di ridare entusiasmo all'ambiente Borgaretto".

Con il mister andranno al "Borga" il preparatore dei portieri Vola (ex Pozzomaina), il preparatore atletico Gentili (ex Venaria) e pare ci siano già alcuni giocatori pronti a ripartire in maglia verdeorange: Di Matteo e Fichera (dal Rapid), Nicoletta (ex Pertusa), Marchionni (ex Denso e Antico Borgoretto).

 

24 maggio 2016 - di Michele Rizzitano

 

Toc, toc. Altro colpo del Rosta. Casciani nel settore giovanile, importanti collaboratori come Barcello (responsabile Scuola Calcio) freschi di nomina, l'ingaggio di bomber Tucci dal Vianney (quasi 150 gol in Prima Categoria) e ora...il mister. Scatenato il ds Di Gianni, già decisamente a suo agio nelle vesti di direttore sportivo dopo una lunga trafila da giocatore e allenatore.

 

E' ufficiale: sulla panchina di via Ponata arriva infatti Stefano Baron, ex Cumiana, Piscinese, Alpignano e Brandizzo. E proprio guidando il Cumiana (prima curiosità) Baron ha affrontato nel 2009/2010 (archivio) Di Gianni da allenatore, quando lui era il timoniere del Cvr Rivoli che fece il suo record di 55 punti in Prima.

Il ds: "C'è stata sempre stima reciproca. Baron è una grande persona e un bravissimo allenatore, io e il presidente Mirisola siamo felici che abbia scelto Rosta".

Baron (che ha affrontato il Rosta quest'anno ben tre volte col Brandizzo, due in campionato e una in Coppa): "Molto felice di ripartire in panchina a Rosta. In pochi incontri ho avuto subito l'impressione di trovarmi in un ambiente organizzato, sereno e familiare, dove fare calcio senza pressioni ma con molta serietà. Mi ricorda un po' Piscina. Abbiamo fissati i nostri obiettivi e inizieremo a lavorare fin da subito per allestire una squadra competitiva per la Prima Categoria. C'è un bel progetto a lungo termine. La cosa che più mi ha impressionato di Rosta è il richiamo dal punto di vista dei tesserati. Mi risulta che ci siano 800-900 tesserati nell'intero club, si tratta quindi di un importante polo calcistico anche e soprattutto a livello di settore giovanile e spero di dare il mio ulteriore contributo. In questi anni sono passato da Rosta da avversario, ma ho avuto sempre buone impressioni incrociando gli avversari in via Ponata. Da adesso, via con la costruzione della rosa...".

Seconda curiosità: vi ricordate un anno fa? Scrivevamo di un possibile passaggio degli Scozzaro da Alpignano (dove era stato scelto Baron in arrivo da Piscina) a Rivoli (dove Di Gianni aveva vinto il campionato). Per qualche settimana si diceva: e adesso chi sarà l'allenatore a Rivoli? Baron o Di Gianni? C'era anche chi aveva ipotizzato che i due potessero lavorare assieme in panchina. Poi è cambiato tutto: gli Scozzaro e Baron sono passati al Brandizzo (dove in un anno hanno conquistato l'Eccellenza partendo da una matricola destinata a sparire) e Di Gianni è rimasto al Città di Rivoli, dove comunque ha lasciato un pezzo di cuore.

Bene. E' passato un anno. E' cambiato tutto. Di nuovo. Il Città di Rivoli diventerà l'Fcd Rivoli.

E Baron+Di Gianni rieccoli, questa volta, insieme...

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.