PRONOSTICI: SCHEDINE E INTERVISTE

PRONOSTICI 2016/2017

 

CLASSIFICA

 

El Bahi (Pinasca) 8

Trapani (Juve Femminile) 7

Balsamà (Bussoleno) 5

Sardino (Quincitava) 5

Costantin (Perosa) 4

Fascio (Santostefanese) 3

Pio (Bvs) 2

PRIMO ROUND! E' GIULIA TRAPANI AD APRIRE I PRONOSTICI '16/'17

Da così a così: prima il Luserna e poi la Juventus. Ecco Giulia Trapani!
Da così a così: prima il Luserna e poi la Juventus. Ecco Giulia Trapani!

8 settembre 2016 - di Michele Rizzitano

 

Sorpresa! Ad aprire la rubrica "Pronostici" stagione 2016/2017 è la calciatrice della Juventus Femminile Giulia Trapani, grande appassionata di calcio che ogni tanto - ci confida - compila qualche schedina sul calcio di serie A assieme al fratello Daniele, che gioca nell'Aurorarinascita Piossasco in Prima Categoria. Oggi si racconta a Sportovest.com: dai sogni agli hobby, dal lavoro sul campo fino alle lunghe trasferte di squadra in Toscana e Sardegna e...a proposito di schedina, le tocca quella sul calcio dilettantistico!

 

Giulia Trapani è una classe '94, ha 22 anni, abita a Nichelino, città alla quale è molto legata, tifa Juve ("E mi piace andare allo stadio"...), ama il ruolo di centrocampista-regista ("Alla Pirlo, mio idolo") e ha già realizzato un piccolo grande sogno: giocare in serie A. Ci è riuscita l'anno scorso con il Luserna San Bernardo Femminile.

Già ai tempi dell'asilo Giulia giocava a pallone: "E' diventato in fretta il mio mondo perchè vedevo mio fratello appassionarsi a questo sport...". All'età di 6 anni subito un provino per il Don Bosco Nichelino, squadra della sua città: "E' andato bene ma mia mamma, che oggi è la mia più grande tifosa, non era molto convinta...Così ho iniziato a fare karate e danza. Io però continuavo a voler giocare a calcio...".

Due anni dopo Giulia insiste e allora in famiglia si trova la quadra: "A 8 anni finalmente ho iniziato al Don Bosco e fino ai 13 sono stata l'unica ragazza a giocare in mezzo ai maschi. Mi sono sempre trovata benissimo".

Poi una situazione curiosa per lei che oggi è juventina: "A 14 anni sono passata al Toro Esordienti rimanendo due stagioni lì, poi ho messo il bianconero addosso trasferendomi alla Juve, dove ho giocato cinque anni tra Primavera e Prima squadra in serie B". E così si arriva all'attualità: "Due anni al Luserna molto belli. Il primo in B e poi il salto in serie A, andando a giocare contro le campionesse in carica del Brescia, e poi contro Verona, Fiorentina, Mozzanica, Roma e Bari".
Da quest'anno Giulia fa nuovamente parte della rosa della Juventus Femminile, inserita in uno dei quattro gironi di serie B (la serie A è sempre a 12 squadre, in B 12 o 14). Allenamenti a Mirafiori, partite a Borgaretto. Pochi giorni fa dopo la sconfitta col Luserna in Coppa è arrivato un grande 7-0 al Toro Femminile. Con Giulia titolare.

 

Tra i sogni di Giulia da piccola c'era quello di giocare proprio in serie A: "Una splendida avventura condivisa con le compagne di squadra, che poi spesso diventano amiche. Giochi contro squadre fortissime e calciatrici dal talento impressionante, come la Rosucci del Brescia. Un Andrea Pirlo al femminile, la mia giocatrice preferita. Devo dire però che da piccola avevo idealizzato la nostra serie A, che purtroppo non ha nulla di simile a quella maschile. Rispetto alla serie B il livello sale e di molto, ma per quanto riguarda campi, strutture e interessi cambia poco. Le calciatrici di A, B e serie minori, quindi, sono in questo mondo davvero per la sola pura passione verso lo sport. Come me. Lavoriamo come professioniste, ma non lo siamo".

Per chi non lo sapesse (purtroppo, come dice Giulia) c'è una differenza planetaria tra la serie A maschile e femminile che va dalle strutture organizzative delle società, che sono appunto società e non aziende, agli introiti pubblicitari, dall'interesse dei media fino agli stipendi per le giocatrici, nessuna delle quali può vivere di calcio tranne in rarissimi casi (Brescia, Verona e dintorni, il top del calcio femminile). Molte ricevono un rimborso di poche centinaia di euro per coprire almeno il tempo, la benzina e le spese extra, qualcuna neanche quello.

La differenza è tutta qui: il calcio maschile di serie A è professionistico, cioè ci lavori e ci campi (e alla grande come ben sappiamo), quello femminile è dilettantistico. Ce ne aveva parlato qui su Sportovest anni fa l'attuale tecnico del Borgaro Licio Russo, che allora allenava il Toro Femminile in serie A.

Il movimento è in forte crescita (circa 700 squadre in Italia) ma ancora non basta, anche se la Figc si è mossa per smuovere le acque e ha stabilito l’impegno a tesserare almeno ulteriori 20 calciatrici Under 12 per le società di serie A e B (e nei prossimi anni anche Lega Pro), in modo da costruire squadre di "Giovanissime" nel 2017/2018 e di "Allieve" nel 2018/2019.

L'Italia con le sue 22mila tesserate (dati Uefa) non è avanti come la Germania (250mila tesserate), la Francia (170mila), l'Inghilterra (90mila) e persino la Danimarca (70mila).

 

Giulia, come funziona la tua settimana? "Io sono carrellista presso l'azienda Sfk. E' un lavoro che mi permette di allenarmi di sera, tre volte a settimana. Si tratta di sedute belle toste...ieri siamo state anche in palestra seguite da una massaggiatrice". E nel weekend? "Si viaggia e si gioca. Le società ti rimborsano tutto per quanto riguarda il viaggio. La serie A gioca di sabato, quest'anno quindi io giocherò di domenica. Affronteremo Oristano e Caprera in Sardegna, le liguri Molassana, Ligorna e Lagaccio, in Toscana l'Empoli. Puoi partire con l'aereo il giorno stesso, come accadeva col Luserna, e in quei casi ti svegli alle 4 di mattina. Oppure puoi prendere anche il pullman o sicuramente il traghetto per quanto riguarda la Sardegna". Ma per tornare a Torino a qualcuna servirà un permesso o le ferie di lunedì? "Esattamente...".

Donne e pallone: amicizie o invidie, sinergie o rivalità? "Le mie esperienze sono state tutte molto positive. Ho trovato la giusta competizione e sana rivalità. Tra i gruppi migliori ricordo sicuramente quello dell'anno scorso al Luserna o quello della Juve cinque anni fa".

Ti è mai venuto in mente di prendere un aereo e andare negli Stati Uniti, in Canada o anche solo in Germania, dove giocare in serie A significa vivere di calcio? "Spesso ci penso e ci ho pensato in passato. Non ho mai avuto il coraggio...".

Segui la serie A maschile e il calcio dilettantistico? "Assolutamente sì. Fin da piccola tifo Juve, mi piace andare allo stadio e ogni tanto faccio qualche scommessina sulla serie A con mio fratello, tramite il quale mi informo sul calcio dilettantistico in Piemonte". E allora via ai pronostici di Giulia: domenica è campionato dall'Eccellenza alla Prima Categoria. Si parte col saluto al femminile della Trapani!

 

I PRONOSTICI DI GIULIA TRAPANI (Juventus Femminile): 7 PUNTI

 

ECCELLENZA A ALPIGNANO JUVENTUS DOMO 2 (2-0)
ECCELLENZA A PAVAROLO BORGARO 2 (1-3)
ECCELLENZA B FOSSANO CHERASCHESE 1 (4-2)
ECCELLENZA B RIVOLI VALENZANA MADO 1 (1-0)
PROMOZIONE B NOLESE LASCARIS 2 (1-0)
PROMOZIONE A SINERGY VERBANIA PONDERANO X (1-1)
PROMOZIONE B UNION SUSA MATHI LANZESE 1 (3-1)
PROMOZIONE C SAN SEBASTIANO PISCINESE RIVA 2 (0-2)
PROMOZIONE C VILLAR PEROSA BSR GRUGLIASCO 2 (0-1)
PROMOZIONE D SAN GIULIANO N. LUCENTO 2 (0-2)
PRIMA D ROSTA SAN MAURO X (0-1)
PRIMA D POZZOMAINA CARRARA 2 (1-1)
PRIMA F BRUINESE BORGARETTO X (1-6)

EL BAHI, TALENTO MAROCCHINO

11 novembre 2016 - di Michele Rizzitano

 

Al servizio del Pinasca ecco il talento marocchino di Mohamed El Bahi da Marrakech: un idolo delle squadre dove ha giocato, un centrocampista forte e possente, un giocatore esperto e prezioso che nel 2017 festeggierà i 20 anni in Italia.

Si è trasferito infatti a San Germano Chisone nel 1997 (ad 11 anni) partendo da un paese molto vicino a Marrakech nel nord-ovest dell'Africa, dove puntualmente torna per stare assieme alla famiglia. Ormai Mohamed si sente quasi più italiano che marocchino dopo una perfetta integrazione lavorativa e calcistica, visto che a partire dalle giovanili del Villar Perosa ha giocato sempre in quella zona spostandosi verso la pianura e passando dal Roletto al Cumiana, dal Luserna al Pinasca, poi ancora Villar e ancora Pinasca per un felice ritorno targato 2016.

 

Prima girone F. Pinasca al 4° posto, atteso dalla gara interna col fanalino di coda Luserna: Mohamed, sognare si può? "Si può e si deve, ma non bisogna mai sottovalutare le partite contro le squadre di bassa classifica. Anzi...servirà ancora più concentrazione. Ce lo ha insegnato anche l'ultima gara con la Bruinese, che abbiamo vinto di misura faticando".

Perosa e Infernotto viaggiano forte: "Sì è vero, probabilmente saranno le squadre da battere, ma noi proveremo a stargli dietro. La società sarebbe contenta di raggiungere i playoffs e per ora stiamo andando oltre le aspettative".

Ecco, a proposito di società. Come ti trovi a Pinasca? "C'è un bellissimo gruppo, al giovedì siamo tutti a cena assieme e nello spogliatoio c'è tutto l'entusiasmo portato dai giovani. I ragazzi che conosco di più sono Ramasotto ed Issoglio, ma ho un buon rapporto con tutti. E poi abbiamo una presidentessa speciale, Consolata Barbero, per noi detta Sconsy. Ci tiene un sacco per la società, si fa in quattro per non far mancare nulla".

C'è un giocatore che segui particolarmente? "Sì, mi piace Yaya Tourè del Manchester City. Peccato che giochi poco ultimamente...".

Oggi ti toccano i pronostici, ma non sul Pinasca: "Bene...Punto su Alpignano, Colline e Saluzzo in Eccellenza, Venaria, Revello e Lucento in Promozione, e anche sulla Piscinese del mio amico Martin. In Prima mi fido del Caselette anche se sarà una gara dura. Hanno dei grandi tifosi, il loro è un campo sempre caldo. E poi credo che vinceranno Atletico Racconigi e Infernotto".

 

I PRONOSTICI DI MOHAMED EL BAHI: 8 PUNTI

 

ECCELLENZA A AYGREVILLE JUVENTUS DOMO X (0-1)
ECCELLENZA A SETTIMO ALPIGNANO 2 (0-2)
ECCELLENZA B COLLINE ALFIERI RIVOLI 1 (0-0)
ECCELLENZA B SALUZZO BONBONASCA 1 (4-0)
PROMOZIONE B VENARIA REALE LASCARIS 1 (0-1)
PROMOZIONE C REVELLO VILLAFRANCA 1 (2-0)
PROMOZIONE C TROFARELLO PISCINESE RIVA 2 (1-2)
PROMOZIONE D SG CHIERI LUCENTO 2 (1-3)
PRIMA D CASELETTE COLLEGNO PAR. 1 (0-0)
PRIMA D SAN MAURO RIVER MOSSO P. 1 (1-0)
PRIMA E ATLETICO SANTENA VIANNEY X (3-2)
PRIMA F ATL. RACCONIGI PRO POLONGHERA 1 (2-1)
PRIMA F INFERNOTTO RACCONIGI 1 (2-0)

BALSAMA', DIESEL BUSSOLENO

3 novembre 2016 - Un'aria tutta nuova in casa Bussoleno, club che oggi disputerebbe i playoffs al 3° posto della classifica di Prima girone D. Ma che bella sorpresa. Non solo l'Union Susa, da quelle parti, sta catturando l'attenzione di appassionati sportivi e addetti ai lavori.

Il portavoce di questo entusiasmo è Giuseppe Balsamà, bomber valsusino al sesto anno a Bussoleno e verso i 50 gol con la maglia neroverde.

L'anno scorso una salvezza all'ultima giornata, quest'anno questa partenza a razzo nonostante le prime due partite "...con la testa ancora in vacanza e 8 reti subite", ammette lo stesso Balsamà.

 

Bomber, come vivete questo momento? "C'è una grande serenità, un bell'ambiente. Quando ci sono i risultati è tutto molto facile...Come mi spiego il terzo posto? Credo sia dovuto a tanti fattori, all'ottimo lavoro di coesione di mister Pisicchio a cominciare dalla scorsa stagione, alla maggiore consapevolezza della squadra e all'inserimento di bravi e forti giocatori come Casse, Andreis, De Rosa, Moia e il portiere Pedicone".

Gli ex Susa (come Balsamà) Degli Esposti, Gioielli, Assetta, Caffo, Fazzari e Moumbtassim completano un organico di tutto rispetto, che si sta distinguendo dietro a San Mauro e Collegno Paradiso. Balsamà: "Pisicchio è bravo soprattutto nel rapporto coi giocatori. Crea gruppo, ha carisma. E' la cosa più importante in Prima Categoria. Senza lo spogliatoio non possono arrivare gioie e soddisfazioni".

Avete segnato e subìto 16 gol: "Sì, ma la metà li abbiamo presi nelle prime due partite. Ora ci siamo messi a posto, subiamo poco e sappiamo trovare anche un briciolo di cinismo quando meritiamo meno, come domenica col Valdruento, una bella squadra. Siamo felici di ciò che stiamo facendo, siamo riusciti a fermare sul 2-2 anche il San Mauro e giochiamo liberi mentalmente".

Ma il livello è più alto o più basso? "Non saprei. L'anno scorso c'erano Nolese, San Mauro, l'ostico Real Leinì, le due squadre di Chivasso, il Cnh molto forte nel girone di ritorno, il Pianezza...Quest'anno è ancora troppo presto per sbilanciarsi. Se invece dovessi paragonare questo girone con quello vinto dal Susa, mia ex squadra, nel 2009/2010 con un punto sul Venaria credo che molto sia cambiato in questi anni".

A proposito di quella stagione: "Sì, in casa del Venaria ho segnato il gol che ricordo oggi più volentieri. Era l'anno di mister Melega, feci gol con una mezza girata, fu uno 0-1 pesantissimo nello scontro tra le battistrada".

Torniamo allo spogliatoio: "Casse è tra i più casinisti...ci vuole sempre un po' di baccano ed è davvero un bell'acquisto. Uno dei giocatori storici è Benarrivato, tra i leader c'è capitan Assetta, ma anche Gioielli e Degli Esposti, che stranamente non ha ancora segnato, hanno un peso fondamentale per gli equilibri in campo e fuori. Tra le belle novità c'è anche Moia, un ragazzo di Biella che studia a Torino. Complessivamente è davvero un bel gruppo".

Ultima domanda: dove può arrivare questo Bussoleno, atteso domenica dalla gara interna col Pianezza? "Vogliamo continuare a divertirci senza pensare ad una classifica di vertice. Il primo passo è sicuramente salvarsi con molto anticipo rispetto allo scorso anno, poi vedremo cosa succederà...".

 

I PRONOSTICI DI GIUSEPPE BALSAMA': 5 punti

 

ECCELLENZA A JUVENTUS DOMO BORGARO 2 (1-0)
ECCELLENZA B RIVOLI CAVOUR 1 (1-0)
ECCELLENZA B COLLINE ALFIERI SALUZZO X (0-0)
PROMOZIONE B NOLESE UNION SUSA 2 (0-2)
PROMOZIONE B LASCARIS VANCHIGLIA 1 (0-0)
PROMOZIONE C DENSO BSR GRUGLIASCO X (0-1)
PROMOZIONE C PANCALIERI C. REVELLO X (2-1)
PROMOZIONE D LUCENTO ASTI 1 (4-1)
PROMOZIONE D NUOVA SCO CENISIA 2 (1-1)
PRIMA D PRO COLLEGNO SAN MAURO X (1-1)
PRIMA D VILLARBASSE COLLEGNO PARADISO 2 (1-3)
PRIMA E CIT TURIN RAPID TORINO 2 (1-0)
PRIMA F BORGARETTO PEROSA 2 (1-1)

PEROSA, UNA COSTANTIN-OPOLI

12 ottobre 2016 - Lo chiameremo "Imperatore": nessuno tranne Preziosi del Collegno Paradiso sta segnando in Prima Categoria tanto quanto Andrea Costantin, gioiello del Perosa.

In Prima girone F (classifica) si accendono i fari sui numeri della capolista, a punteggio pieno con 5 vittorie su 5, 16 gol fatti e 7 subiti. La metà delle reti segnate (8 gol in 5 partite) porta l'autografo proprio di Costantin, al primo anno a Perosa dopo le esperienze nel settore giovanile della Juve, poi Orbassano, Cumiana, Piscinese Riva, Cavour, ancora Cumiana e Villar Perosa. In mezzo anche un "anno sabbatico" tra gli Amatori Cumiana dopo la rottura del crociato. Una categoria che non c'entra niente con le qualità di questo talentuoso giocatore.

 

Andrea, ti aspettavi questo score dopo 5 giornate? "Onestamente no, è una piacevolissima sorpresa per me e i miei compagni di squadra. In estate ho sentito parlare molto di Infernotto e Borgaretto, finora ci siamo messi in luce in un girone un po' misterioso. In alto c'è anche la Pro Polonghera e ci sono le due squadre di Racconigi. E non tutte le formazioni si conoscono bene. Col passare delle giornate capiremo qualcosa in più".

Voi del Perosa siete partiti per vincere? "Ci siamo detti a fine agosto che vogliamo divertirci tutti facendo un bel campionato. In questo momento abbiamo la testa libera, la società è compatta e ci fa lavorare serenamente, senza pressioni di alcun genere. Vedremo strada facendo cosa succederà, di certo vincere è sempre bellissimo in qualunque categoria".

Si dice spesso che Perosa è un campo caldissimo: "Lo confermo. Io gioco qui da questa stagione, ma c'è un grande attaccamento alla squadra e alla maglia da parte del paese. Venire qui a far punti sarà difficile per tutti".

Che gruppo è il Perosa? "Lo spogliatoio è molto unito e questa sta diventando una componente sempre più importante. Ci sono giocatori più esperti come Annichiarico, Cialella, Breuza, Genre, Costa, Barbato e Rossetto e giovani di ottima prospettiva come Amberti, Navone, Martiradonna e Annichiarico. Per quanto mi riguarda il Perosa mi ha dato fiducia dopo un grave infortunio e questo l'ho molto apprezzato. I dirigenti e il mister hanno creduto in me e io spero sempre di ripagarli con gol e buone prestazioni".

Ecco, a proposito del mister: "Stanno diventando famosi i quadrati di Careglio. Si corre tanto, si fa tattica e si provano imbucate in spazi ristretti". Proprio le imbucate che amano ricevere Costantin, Raviol e Barbato..."Sì, abbiamo un gioco aggressivo e offensivo che non dipende da una prima punta fissa. Ci sono tanti giocatori mobili e veloci in grado di creare superiorità numerica soprattutto sugli esterni, questo è un po' il segreto dei nostri numeri fino a qui".

Domenica c'è il Luserna, 15 gol subiti e un punto. Partita semplice? "Assolutamente no. Conosco abbastanza la Prima Categoria per sapere che questi campionati si vincono con le cosiddette piccole, magari solo perchè sono indietro in classifica. Guai a sottovalutare qualunque avversario. Servirà ancora maggiore concentrazione". (guarda la classifica di Prima F)

 

Costantin, juventino, chiude con una citazione per il suo idolo: "Nedved. La Juve ha trovato tanti campioni in questi anni, ma lui è unico. E comunque c'è talmente poco tempo per affezionarsi a un giocatore, che già ha cambiato maglia...". Queste le parole de "l'imperatore". Via coi pronostici!

 

I PRONOSTICI DI ANDREA COSTANTIN (PEROSA): 4 punti

 

ECCELLENZA A AYGREVILLE PONT DONNAZ 1 (1-2)
ECCELLENZA A CITTA' DI BAVENO ALPIGNANO X (2-3)
ECCELLENZA B CORNELIANO ROERO RIVOLI X (0-1)
ECCELLENZA B PRO DRONERO SALUZZO 2 (1-2)
PROMOZIONE A OLEGGIO DORMELLETTO 1 (1-2)
PROMOZIONE B BOLLENGO NOLESE 1 (1-1)
PROMOZIONE B CASELLE UNION SUSA 2 (1-3)
PROMOZIONE C CARMAGNOLA CHISOLA 2 (0-2)
PROMOZIONE C CARIGNANO PISCINESE RIVA 2 (0-1)
PROMOZIONE D SANTOSTEFANESE ARQUATESE 1 (1-1)
PRIMA D COLLEGNO PARADISO PRO COLLEGNO 1 (1-1)
PRIMA E ATLETICO SANTENA FILADELFIA MONC. X (5-1)
PRIMA F ATLETICO RACCONIGI BORGARETTO X (1-3)

SARDINO, 12 ANNI DI QUINCITAVA

30 settembre 2016 - Quarto turno di pronostici! Dopo Giulia Trapani (Juventus Femminile), Pio (Bvs), Fascio (Santostefanese) tocca oggi a Federico Sardino, il leader carismatico del Quincitava.

 

Sardino, genio offensivo dai piedi molto educati residente a Settimo Vittone (vicinissimo al campo) e tifoso juventino, è un'autentica bandiera: questo è il 12esimo anno con la maglia della società giallonera. Il capitano: "Ho giocato una stagione a Santhià quando avevo 18 anni e due anni al Pont, per il resto solo Quincitava. Sono cresciuto assieme ad altri leader come Bonacci e Vernetti, da due stagioni a questa parte sono diventato capitano con molto orgoglio".

 

La prima squadra del Quincitava sta girando forte (classifica Promo B): 7 punti, un solo gol subìto e zero sconfitte a ruota delle grandi Union Susa e Nolese e domenica c'è proprio Quincitava-Susa. Un partitone, ormai un "clasico" del girone B di Promozione.

Sardino sottolinea come "...negli ultimi anni sia stato fatto un grandissimo lavoro in tutte le ramificazioni della società, dal settore giovanile alle varie dirigenze, dal web alla parte logistico-organizzativa. Il merito è del presidente Serra, del Responsabile del Settore Giovanile Vernetti e di tutti i dirigenti e collaboratori. Sono loro ad aver dato continuità alle attività del club dopo la fusione tra Quincinettese e Tavagnasco. Il Quincitava oggi è una società seria, sempre molto attenta alle spese".

La Promozione sta diventando una casetta troppo stretta? "Ad oggi no, perchè è il massimo che si possa fare. Ripeto, qui sanno fare i conti molto bene e anche quando si è presentata la possibilità del ripescaggio in Eccellenza l'iter non è stato portato avanti. Abbiamo sempre navigato tra Prima Categoria e Promozione, un eventuale salto di categoria sul campo penso sia nei sogni di tutti ma per ora bisogna rimanere coi piedi per terra".

Quest'anno non ci sono più Brandizzo, Rivarolese, Pavarolo e...gli storici rivali del Pont Donnaz: "Un po' ci mancano...abbiamo disputato derby agguerriti con loro negli ultimi anni e spesso abbiamo messo ai valdostani il bastone tra le ruote. Ricordo un 1-4 a Pont tre anni fa, su un campo dove non perdevano mai, e un 2-2 l'anno scorso con una mia doppietta. Per colpa di quegli stop si giocarono sempre il titolo...Contro gli orange per noi è "il" derby per antonomasia. Ci siamo sempre trasformati in quelle gare".

Proprio dal Pont è arrivato Menegazzi: "Un acquisto eccezionale. E' il nostro Pirlo, una garanzia a metà campo. E' molto bravo anche bomber Donato, che arriva da stagioni chiuse con 30 gol in Red Devils e Fenis. Poi abbiamo preso Tapparo dal Bollengo, stiamo valorizzando giovani come Cau e Capussela. Ragazzi da tenere d'occhio. Insomma, considerato anche il nostro blocco di giocatori più esperti è una rosa interessante. Siamo cresciuti molto con mister Monetta, che ringrazio a nome della squadra. Ora c'è il nuovo corso targato Vallomy, altro bravo allenatore. Il nostro obiettivo minimo è la salvezza, pur essendo consapevoli di valere una medio-alta classifica. Nelle gare fin qui disputate contro Bollengo, Caselle e Gassino abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti. Adesso vedremo col Susa. Se arrivasse una vittoria non potremo più nasconderci e a quel punto vedremo come si svilupperà la stagione".

Ecco, a proposito dell'Union Susa: "E' una squadra difficile da battere. Mi aveva stupito già l'anno scorso, quando avevamo vinto con fortuna all'andata e poi perso a Susa al ritorno senza mai vedere la palla. L'Union se ho capito bene porta avanti una filosofia societaria simile alla nostra. Vengono effettuati pochi acquisti mirati, c'è un gruppo di amici che gioca lì' da anni e c'è tanta fiducia nei giocatori in arrivo dalla Juniores. Da noi funziona esattamente così. Sarà sicuramente una bella partita".

 

I PRONOSTICI DI FEDERICO SARDINO: 5 punti

 

ECCELLENZA A VDA CHARVENSOD ALPIGNANO 1 (0-0)
ECCELLENZA A BORGARO PONT DONNAZ X (2-1)
ECCELLENZA B CHERASCHESE CORNELIANO ROERO X (1-2)
ECCELLENZA B PRO DRONERO RIVOLI 2 (1-1)
PROMOZIONE A OLEGGIO ARONA 1 (3-2)
PROMOZIONE B VENARIA NOLESE X (0-0)
PROMOZIONE B LASCARIS IVREA BANCHETTE X (2-1)
PROMOZIONE C VILLAR PEROSA CHISOLA 1 (0-2)
PROMOZIONE C DENSO PISCINESE RIVA 1 (2-4)
PROMOZIONE D CASSINE CBS X (0-0)
PRIMA D SAN MAURO PIANEZZA 1 (4-2)
PRIMA E MIRAFIORI POZZOMAINA 2 (1-1)
PRIMA F LESNA GOLD BORGARETTO X (0-0)

NEL GRUPPONE DELLA SANTOSTEFANESE LA NEW ENTRY FASCIO

Andrea Fascio
Andrea Fascio

PRONOSTICI: INTERVISTE E CLASSIFICA

 

22 settembre 2016 - E stavolta siamo in Promozione D! Terzo round di pronostici, il tuffo è nel girone torinese-alessandrino dove curiosamente c'è solo una squadra in provincia di Cuneo, la Santostefanese di Amandola. Oggi il portavoce è Andrea Fascio, una delle poche new entry in un gruppo solidissimo. E che inizio: 3 gol in 2 partite, la firma sull'1-1 con l'Asti e la doppietta al San Giacomo Chieri.

A Santo Stefano Belbo 4000 anime circa nel sud-est del Piemonte: è famosa per la produzione vinicola (veramente consigliato un tour da quelle parti) e per aver dato i natali allo scrittore Cesare Pavese.

 

La prima curiosità del girone è che dopo appena due giornate ci sono ben 7 squadre in testa: la Santostefanese appunto e poi Asti, Canelli, Lucento, Cenisia, Savio Rocchetta e Barcanova.

Domenica i primi scontri diretti: Barcanova-Lucento, con l'incrocio tra i mister Camposeo e Telesca, e Savio Rocchetta-Cenisia, coi locali di Raimondi tra le favorite del girone.

 

Fascio ha giocato un po' dappertutto (Lucento, Sciolze, Atletico Torino, Caselle, Biellese, Pavarolo, Mathi e Asti) e non è nuovo del girone, che però quest'anno presenta tante novità.

Il centrocampista esterno: "E' un raggruppamento molto interessante, con parecchi derby e tante battaglie. Non credo esistano partite facili da portare a casa in questo girone. Sicuramente le squadre più temute sono il Savio Rocchetta, il Lucento e il Canelli, e terrei d'occhio anche il Cassine, ma anche la Santostefanese ha tutto per disputare un campionato di vertice soprattutto perchè lo scorso anno sono state già messe le fondamenta. La società lascia far parlare il campo e lavorare serenamente i giocatori pur senza nascondere le proprie ambizioni, questo mi piace molto".

L'impatto con l'ambiente è ottimo: "Assolutamente sì. Mi sembra di giocare qui da 2-3 anni, sono stato accolto veramente bene. La vera forza di questa squadra è la grande unione del gruppo e dello spogliatoio". E in effetti è con questa arma che Dispenza, Conti, Marchisio, Meda, Garazzino e compagni hanno racimolato ben 35 punti nel girone di ritorno 2015/2016 (meglio aveva fatto solo la BonBonAsca campione) piazzandosi in extremis ai playoffs.

Fascio: "Si riparte proprio da lì, la società vuole dare continuità all'ottimo lavoro dello scorso campionato. I leader? Io sono nuovo e devo ancora conoscere tutti approfonditamente, ma credo ce ne siano molti. Difficile indicarne uno solo, anche se Meda è per antonomasia il leader silenzioso. Molti altri compagni sanno trasmettere il proprio carisma".

Che idea ti sei fatto delle avversarie fin qui incontrate? "L'Asti è una squadra insidiosa, il San Giacomo è una squadra che molti ritengono possa piazzarsi nei primi posti, ma onestamente siamo stati bravi ad annientarla rischiando pochissimo. In queste tre settimane affronteremo il Cassine e il Savio Rocchetta e dopo avremo certamente le idee più chiare. Oggi è ancora troppo presto per valutare le proiezioni della classifica".

 

SAN GIACOMO CHIERI - SANTOSTEFANESE 1-4 (0-3)

San Giacomo Chieri: Chisari, Federici, Tassin, Calzolai (15' st Nano), Gobetti, Benedicenti, Presta (21' st Torta), Pisani (13' st Caponi), Mastroianni, Tucci, Parrino. A disp.: Padovani, Favaro, Anselmi, Vergnano. All.: Melega.

Santostefanese: Amati, Giudice, Marchisio A., Calligaris, Lomanno, Conti, Meda (11' st Scarlino), Rossi, Becolli (22' Formica, 37' st Marchisio F.), Dispenza, Fascio. A disp.: Bodrito, Garazzino, Bertorello, Sellitti. All.: Amandola.

Arbitro: Santiano di Pinerolo.

Reti: 12' e 20' Fascio, 45' Dispenza, 21' st Formica, 39' st Tucci.

 

LA SCHEDINA DI ANDREA FASCIO: 3 punti

 

ECCELLENZA A SETTIMO BORGARO 2 (1-0)
ECCELLENZA A ORIZZONTI UTD PONT DONNAZ 1 (2-2)
ECCELLENZA B CHERASCHESE RIVOLI 2 (4-1)
ECCELLENZA B FOSSANO CORNELIANO R. 2 (0-1)
PROMOZIONE A CITTA' DI COSSATO ROMENTINESE 1 (0-0)
PROMOZIONE B NOLESE VANCHIGLIA X (2-1)
PROMOZIONE B UNION SUSA VENARIA 1 (3-2)
PROMOZIONE C CHISOLA PISCINESE RIVA X (2-1)
PROMOZIONE C REVELLO BSR GRUGLIASCO X (1-0)
PROMOZIONE D BARCANOVA LUCENTO 2 (1-2)
PRIMA D VALDRUENTO SAN MAURO 2 (1-1)
PRIMA E POZZOMAINA ATLETICO SANTENA 1 (0-0)
PRIMA F LESNA GOLD PINASCA X (4-0)

SECONDO ROUND! LA BVS FA PIO-PIO: I PRONOSTICI DEL BOMBER

Pierluigi Pio (Bvs)
Pierluigi Pio (Bvs)
Selfie Bvs
Selfie Bvs

15 settembre 2016 - Secondo giro di pronostici! La calciatrice Giulia Trapani (Juventus Femminile) ha totalizzato 7 punti, un ottimo bottino, la scorsa settimana.

 

Oggi un tuffo in Prima Categoria: cuore e passione, derby e campanilismi. Una categoria che regala tante emozioni e sorprese. Lo sa bene Pierluigi Pio della Bvs, il giustiziere della Pro Collegno (2-1 il finale) nell'esordio in campionato in Prima girone D: "A 36 anni poter festeggiare una doppietta è sempre bellissimo. Il primo gol l'ho segnato in mischia su corner, il secondo sfruttando una spizzata di Notarbartolo". Ecco, Notarbartolo: un altro giocatore dal grande talento, una delle istituzioni del calcio valsusino e della prima cintura (ex Tetti Rivalta, Edelweiss...), un fantasista pupillo di mister Guglielmo, che lo conosce molto bene.

 

A proposito di Guglielmo, il mister di Calabria. Pio: "Ha sempre un'enorme voglia di vincere. La partita la sente già dal giovedì, il suo entusiasmo e la sua foga agonistica sono caratteristiche scritte nel suo dna...".

Il gruppo Bvs è sempre compatto, ma c'è qualche cambiamento: "E' vero, abbiamo perso Venini che è andato al Caselette e Fratello alla Cbs. Siamo una squadra un po' più giovane, che corre parecchio. Fuori ci divertiamo assieme, siamo uniti. Macrì, per esempio, è bravissimo a coinvolgere tanti ragazzi nelle sue varie attività lavorative e sportive, poi c'è il carisma di capitan Marvulli, il genio di Gentile, che rientrerà a breve, i sempre-presenti Blua, Monzo, Visentin, Benna, Senor, il portiere Ramasotto, Baseggio, Schiavello...Tra i nuovi sono rimasto molto colpito dall'ex Rivoli Rosa Cardinale. E' molto bravo negli interventi e negli anticipi, poi è un pacato, molto grintoso, rispettoso ed educato. Per me è un grande acquisto".

 

Pio, ex Borgonese, ha giocato 8 anni al Giaveno, alcuni dei quali anche con mister Guglielmo che ora lo allena. Poi è passato a Chiusa, Sant'Ambrogio, di nuovo al GiavenoCoazze (vinto il campionato di Terza) e al Rubiana, dove giocava in attacco con bomber Pirinei.

Ora vuole togliersi ancora tante soddisfazioni: "Mi diverto ancora a giocare a pallone e alla Bvs ho trovato un bell'ambiente. Quest'anno abbiamo fatto il ritiro a Chiusa, lavorando sodo. Speriamo che questi sacrifici paghino. Come inizio non c'è male, anche se il girone ci proporrà una mina vagante dietro l'altra. Basta pensare che in campionato ora affronteremo River Mosso, Corio, Collegno Paradiso e Caselette. Le due neopromosse Corio e Collegno sono partite in quarta, il River è una squadra insidiosa e col Caselette sarà un bel derby. Una cosa è certa, noi cercheremo di fare il massimo. Vogliamo divertirci insieme".

 

LA SCHEDINA DI PIERLUIGI PIO (BVS): 2 PUNTI

 

ECCELLENZA A PONT DONNAZ ALICESE 1 (1-2)
ECCELLENZA A AYGREVILLE PAVAROLO 2 (3-1)
ECCELLENZA B PRO DRONERO FOSSANO 1 (4-4)
ECCELLENZA B RIVOLI BENARZOLE 1 (1-1)
PROMOZIONE A PONDERANO CITTA' DI COSSATO X (1-2)
PROMOZIONE B VANCHIGLIA UNION SUSA X (0-2)
PROMOZIONE B VENARIA REALE GASSINO SR 1 (2-1)
PROMOZIONE C BSR GRUGLIASCO CARMAGNOLA X (1-0)
PROMOZIONE C DENSO SAN SEBASTIANO 1 (1-0)
PROMOZIONE D SAN GIACOMO CHIERI SANTOSTEFANESE 1 (1-4)
PRIMA D CASELETTE PIANEZZA 1 (0-3)
PRIMA E VILLASTELLONE CAR. RAPID TORINO 1 (1-2)
PRIMA F PINASCA BORGARETTO 1 (5-5)

 

BVS - PRO COLLEGNO 2-1 - La prima in campionato - Prima girone D

Bvs: Ramasotto, Senor, Blua (11' st Pio), Macrì, Marvulli, Rosa Cardinale, Baseggio, Schiavello, Visentin (14' st Guidi Colombi), Notarbartolo, Monzo. A disp.: Davì, Locci. All.: Guglielmo.

Pro Collegno: Bonifai, De Giovanni (30' st Daviduta), Miglio, Bdour, Taverniti, De Rosa, Baldin, (18' st Grillo), Bommaci, Caserio (10' st Gritella), Baba Hay, Terrano. A disp.: Sergi, Vignale, Fiore. All.: Rubino.

Reti: 34' Caserio, 15' st e 26' st Pio.

EDIZIONE 2015: IL SUCCESSO DI BOMBER NARETTO (LA CHIVASSO)

Naretto, miglior scommettitore del calcio dilettantistico: è passato dalla Nolese a La Chivasso
Naretto, miglior scommettitore del calcio dilettantistico: è passato dalla Nolese a La Chivasso

Classifica Pronostici 2015/2016 (archivio interviste)

 

Naretto (Nolese) 11, D'Alessandro (Pavarolo) 8, Laccetta (Lesna Gold) 8, Boscaro (BonBonAsca) 7, Casamassima (Chisola) 7, Napoli (Venaria) 7, Castellino (Boves) 7, Borettaz (Pont Donnaz) 7, Terrano (Pro Collegno) 7, Roano (J. Biellese) 6, Barbero (Pinasca) 6, Schinco (Denso) 6, Melchionda (Pancalieri Castagnole) 6, Mele (Atletico Chivasso) 5, Venini (Bvs) 5, Coccia (Union Susa) 5, Sansone (Borgaro) 4, Bailo (Venaus) 4, Zacchino (Carignano) 4, Beretti (Collegno Paradiso) 4.

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.