via Pietro Cossa 293/4E Torino

Pizzeria - Pub - Cocktail Bar 

Pagina Facebook

Mappa

Foto e info!



Squiseasy - via Cavour 171 Alpignano (Torino) - Tel. 011-9672520 - Cell. 339 - 3093434

Orari. 12-14 19-23. Martedì chiuso. www.squiseasy.it

ANDREOTTI: "FIORENTINA O BRANDIZZO, VINCERE E' SEMPRE BELLO"

Il 39enne portato in trionfo: "Mi diverto, voglio giocare ancora un anno..."

Andreotti, il trionfo nella Fiorentina
Andreotti, il trionfo nella Fiorentina

12 maggio 2016 - di Michele Rizzitano

 

Lo hanno portato in trionfo, come capitano (ha condiviso la fascia con Carrassi) e come leader dello spogliatoio. Marco Andreotti da Rivoli, centrocampista 39enne, ha giocato dalla serie A in giù in stadi stracolmi e davanti a migliaia di persone. Una cosa, per lui, è certa: "Alla Fiorentina, alla Spal, all'Ivrea o al Brandizzo cambia poco. Vincere è sempre bellissimo. Ogni volta è un'emozione unica e particolare, ogni volta si passa da gioie, ostacoli e stati d'animo completamente diversi...".

Dopo i campionati vinti nella Fiorentina (due, salendo dalla C2 in serie B) e poi con Ivrea, Savona, Spal e Volpiano ecco la settima meraviglia di Andreotti: l'Eccellenza col Brandizzo vincendo il girone di Promozione B, che tradotto in termini burocratici ora significa l'Eccellenza a Rivoli.

 

Vincere, subito. Questo è stato il chiodo fisso del Brandizzo, questo è stato il diktat della società: "E' vero, ma io e i miei compagni, molti dei quali hanno giocato come me in categorie importanti, siamo sempre stati abituati alle pressioni. Vincere è bellissimo, ma non è mai facile, soprattutto se parti per arrivare primo già da agosto. Io e i miei compagni di squadra siamo felicissimi. Siamo partiti salendo su un treno in corsa, con qualche trasferimento dall'Alpignano, giocatori importanti ingaggiati in estate e nuovi giovani. E' stata una grande scommessa vinta da un gruppo fantastico. Siamo saliti in ritiro in montagna e da lì abbiamo solo pensato a come chiudere il campionato davanti a tutti".

Continua il centrocampista: "Dobbiamo fare i complimenti alle nostre rivali, perchè abbiamo vinto un girone difficilissimo. Il Pont squadra molto competitiva, la Rivarolese sorpresa assoluta, il Pavarolo finalista di Coppa, l'Union Susa protagonista di un finale di stagione a senso unico. Se prendiamo queste squadre e le mettiamo in altri gironi non so come va a finire...Noi però complessivamente siamo stati più forti. Ad un certo punto, forse, abbiamo pensato di avere già il titolo in tasca e ci siamo complicati la vita da soli. Eravamo troppo sereni e su questo sicuramente noi giocatori siamo stati responsabili".

Per Andreotti un mese tiratissimo: "Lo ammetto, è stato il mese più difficile da quando gioco a calcio. Ma tra i più esaltanti. Quando ero in panchina, come a Pont, riuscivo a star seduto non più di due minuti...Ci tenevamo davvero tutti a vincere questo campionato". E la dirigenza può festeggiare: "In parecchi anni di calcio ho incontrato tantissime persone, ma poche con la passione, l'ambizione e la voglia di investire nel pallone degli Scozzaro, che sono entrati in questo mondo qualche anno fa con risultati già importantissimi tra Alpignano e Brandizzo. Persone del genere le vorrei incontrare e conoscere tutti i giorni. Sono felice per me e per la squadra, ma anche per loro. Meritano questo successo".

Torniamo alla foto: "I ragazzi hanno stima di me e io di loro. Sono uno che s'incazza poco e che forse si fa amare. Quel gesto di portarmi in trionfo lo ricorderò per sempre, è stato fantastico. Ringrazio tutti". Andreotti, qualche sassolino da togliere? "Forse. Abbiamo letto e sentito di tutto, ma ormai da anni sono abituato a far parlare da fuori chi non conosce le persone e gli ambienti. Le voci non ci hanno mai toccato. Noi siamo stati sempre uniti e non ci sono mai stati problemi particolari nè con Baron, nè con Cellerino. S'è fatto calcio. E quando dico così significa che all'interno di uno spogliatoio ci sta scambiarsi opinioni e punti di vista, o anche arrabbiarsi. Nulla di sensazionale o scandaloso, così tale da scrivere titoloni sui giornali. Abbiamo iniziato con otto vittorie consecutive, ripetendoci nel girone di ritorno e gestendo gli alti e bassi della stagione centrando, alla fine, l'obiettivo. Conta solo questo e la pressione fa parte del gioco. Anche a Firenze, ricordo, si doveva vincere per forza...".

Da Torino ad Avellino, da Pisa a Viterbo, passando per Savona, Ivrea, Valle d'Aosta, Pianezza e Alpignano. Andreotti ha ancora voglia di sfornare il suo talento sulla metà campo: "Mi diverto troppo. Voglio giocare ancora per un anno...".

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.