Tutti i punti vendita! - Countryshop.it

 

Scopri prodotti e offerte! A Torino (due sedi), Rivoli, Avigliana, Alpignano, Chiusa San Michele, Nichelino, San Mauro, Chieri, Osasco di Pinerolo, San Maurizio C.se.

Sportovest consiglia...

Pizzeria - Pub - Cocktail Bar  / Facebook

via Pietro Cossa 293/4E Torino - Mappa



IL CIT TURIN DI GARAU

L'ATLETICO TORINO DI BERTA


a breve la fotogallery

"STRIPTEASE": CIT-ATLETICO 1-2. CRONACA DI MICHELE RIZZITANO

Manusia alla Del Piero - Striptease e maglia al vento per esultare come si deve
Manusia alla Del Piero - Striptease e maglia al vento per esultare come si deve
Mister Berta e Dalla Guarda (Atletico Torino)
Mister Berta e Dalla Guarda (Atletico Torino)

di Michele Rizzitano

 

15 febbraio 2016 - "La favola continua...". La voce è di Roberto Berta, allenatore dell'Atletico Torino capolista in Promozione D. In classifica guarda tutti dall'alto e siccome la vista non è niente male è successo anche domenica in tribuna: la squalifica ha piazzato il mister in prima fila, accanto a Dalla Guarda, su una gradinata (una sorta di galleria di un teatro) con affaccio aereo sul sintetico del Cit Turin. La miglior postazione per non perdersi lo spettacolo della zona Cesarini.


E proprio i rossoverdi del Cit, in vantaggio 1-0 fino al 41' st grazie al gol dell'ottimo Fornasieri, ed in superiorità numerica dopo il rosso al giocatore ospite Zangrando, ancora non ci credono: fatale uno-due dell'Atletico in cinque minuti. Due schiaffi in un momento tesissimo, di caos assoluto, di gialli sventolati dall'arbitro, di tensione per una prima della classe che voleva disperatamente reagire e di un Cit soffocato dalla sua stessa paura di vincere. Prima l'1-1 di Korreshi, poi allo scadere l'1-2 di Manusia, che ha dato il titolo al finale di partita: "Striptease". Via la maglia per un'esultanza pazzesca.
A mister Berta abbiamo fatto solo una domanda: "Ma quanti attaccanti hai schierato nel finale? Cinque? Sei?". E lui: "Perdere 1-0 o 2-0 per me non faceva alcuna differenza. Volevo almeno un punto. Almeno...Ne sono arrivati tre, siamo davvero tutti molto felici". Citazione particolare per Manusia, che ha gioito con linguaccia alla Del Piero: "Lo abbiamo preso a dicembre. E' stato il migliore in campo e ha preso anche una traversa. In settimana io e lo staff l'avevamo visto bene, così è partito titolare. Si è fatto trovare pronto, è un bell'esempio da seguire per chi gioca meno".

Davanti al Palazzo di Giustizia di corso Vittorio Emanuele a Torino il pubblico assiste ad un colpo di scena finale che ha dell'incredibile. Eppure il match parte in sordina. Cit Turin che schiera Orsini in porta, Moncalvo e D'Addetta centrali, D'Agostino e Baudino esterni bassi, Vargili-Panarese-Fornasieri a macinare gioco (frequenti gli inserimenti di Fornasieri in zona gol), Salis largo a destra, Salvador e bomber Gabella in attacco. L'Atletico Torino (assenti Serta, Maiorana e Dalla Guarda) risponde così: Dazzini tra i pali, Coppola, Rotolo, capitan Piovesani e Puccio in difesa, Aleinikov e Manusia nel cerchio centrale, Di Matteo regista, Vegliato e Korreshi a turno a fare la prima punta su ordine dalla tribuna di Berta, che li inverte.
Primo tiro: conclusione alta di Curto per l'Atletico (10'). Salis spaventa poco dopo la capolista: incursione e gran mancino, Dazzini c'è (13'). Al 16' lo stesso Salis rischia di combinarla grossa: retropassaggio al portiere, si inserisce Di Matteo che spara addosso ad Orsini. Dal successivo corner colpo di testa di Coppola. L'Atletico spinge, ma Berta vuole più ritmo: "Stiamo giocando ai 2 all'ora". Minuto 25: bellissimo destro a giro di Fornasieri, Orsini respinge. Risponde la capolista: tiro carognesco di Aleinikov al 31'. Poi un mancino di Gabella da posizione defilata (40') e la miglior occasione sui piedi di Curto, a tu per tu con Orsini: piattone debole al 43'.

Resiste lo 0-0, ma la ripresa inizia con un'impennata: traversa di Manusia al 2' con un gran destro. L'Atletico vuole il gol (altro tiro di Di Matteo nell'angolino, ottimo Orsini) ma improvvisamente lo subisce: è il 12', mischia infinita in area ospite risolta da Fornasieri. 1-0 Cit Turin.
La risposta di Berta arriva dalla panchina: Zangrando per Vegliato. Ma lo stesso Zangrando si fa espellere in pochi minuti per doppia ammonizione. La frittata sembra fatta e Panarese grazia l'Atletico, tutto solo: niente 2-0. A dieci minuti dal termine succedono due cose: l'Atletico spinge con quattro-cinque attaccanti, creando il panico nella difesa del Cit, ed il portiere ospite Dazzini sale in cattedra. Il primo paratone sul subentrato Bungaro salva l'1-0, poi succede il pandemonio: 1-1 di Korreshi al 41' st, 1-2 di Manusia al 45' st. Mischioni, tiri, rimpalli e contro-rimpalli con i palloni che finiscono sui piedi dei giocatori biancazzurri in area di rigore. Gioia esplosiva.
Ma è finita solo quando Dazzini toglie all'incrocio dei pali una conclusione di Salvador nei minuti di recupero. Cit Turin incredulo. Atletico Torino in estasi: primato solitario e vittoria del cuore.

 

CIT TURIN-ATLETICO TORINO 1-2 - Promozione D - Il tabellino

Cit Turin: Orsini, D'Agostino, Baudino, D'Addetta, Moncalvo, Fornasieri, Salis, Vargili, Gabella, Panarese, Salvador. A disp.: Controverso, Canta, Cernic, Garau, Mascia, Bungaro, Tarzia. All.: Garau.

Atletico Torino: Dazzini, Coppola, Rotolo, Puccio, Piovesani, Manusia, Curto, Aleinikov, Korreshi, Di Matteo, Vegliato. A disp.: Sottocasa, Zanon, Di Francesco, Barbuto, Zangrando, Marmo, Bassoli. All.: Berta

TORNEO BORGARETTO

Calcio a 8 maggio-luglio

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.