via Pietro Cossa 293/4E Torino

Pizzeria - Pub - Cocktail Bar 

Pagina Facebook

Mappa

Foto e info!



Squiseasy - via Cavour 171 Alpignano (Torino) - Tel. 011-9672520 - Cell. 339 - 3093434

Orari. 12-14 19-23. Martedì chiuso. www.squiseasy.it

PAZZA GIOIA NICHELINO HESPERIA: SALVEZZA! POLONIO-GOL AL 115'

Retrocede lo Sporting Cenisia. Sfida infinita Ceppa-Robucci: vince il portiere

22 maggio 2016 - di Michele Rizzitano

 

NICHELINO HESPERIA-SPORTING CENISIA 1-0 dts (0-0 al 90')

Nichelino Hesperia: Ceppa, Agueci, Lolli, Cattaneo, Cadilli, Capone, Grandelli Alessio, Crocetta, Armitano (26' st Lala), Polonio, Grandelli Andrea. A disp.: Bellone, Consalvo, Polegato, Di Matteo, Santafata, Parisi. All.: Blandi, Di Nola.

Sporting Cenisia: Tortia, Zanghi, Scialò, Grippa (1' st Gaudiello), Pace, Faraci, Rubino (31' st Fiorenza), Caragnano, Robucci, Bellinello, Caravello. A disp.: Ciardo, Curiale, Palmieri, Bosco, Morabito. All.: Iodice.

Arbitro: Filipov di Torino.

Rete: 9' sts Polonio.

Espulso: 43' st Crocetta del Nichelino.

 

"Tutti a casa alè, tutti a casa alè". E' il 115' minuto di Nichelino-Sporting Cenisia, la tribuna viene giù. E l'istante del coro da stadio, della liberazione e della gioia, quello in cui scacciare i fantasmi e dimenticare la fatica. E' l'istante dell'ex Borgaretto "Lele" Polonio, numero 10 che (stremato) a cinque minuti dal termine dei supplementari sforna l'ennesima serpentina della sua stagione, l'ennesimo dribbling, l'ennesimo piattone vincente dopo una partita ricca di sacrificio, corsa, botte e falli conquistati. Polonio è l'emblema del cuore del Nichelino Hesperia, perchè segna con le ultime forze rimaste, prima di accasciarsi a metà campo e arrendersi ai crampi, ma non all'avversario. Scene da "Il gladiatore".

 

Nichelino salva la Prima Categoria con un'impresa stupenda. Chapeau. Il gol di Polonio, quattro tuffi decisive del baby Ceppa (portiere in arrivo dalla Juniores), il muro difensivo sorretto da Cattaneo e compagni, le fughe per la vittoria dei due Grandelli (Alessio e Andrea), il peso offensivo di Armitano, la garanzia "Al" Capone. L'ultima ricetta per cucinare lo Sporting.

I ragazzi biancorossi erano penultimi a dicembre in Prima girone E con 10 punti in 15 gare e si risvegliano salvi e tranquilli in una domenica playout di fine maggio dopo una lunga tempesta, dopo uno spunto che proprio all'ultima giornata li ha proiettati al quintultimo posto, messi meglio di Santa Rita, Carrara e appunto Sporting Cenisia. E' questo il capolavoro del duo Blandi-Di Nola, due tecnici carismatici in panchina. 

 

La partita. Chi cercava lo spettacolo ha sbagliato indirizzo. Le gare playout si vincono col cuore, ma soprattutto con la forza dei nervi e la gestione dei momenti. E qui Blandi e Di Nola hanno fatto tanto tenendo sempre alta la tensione, gridando ai giocatori "parlatevi!" nell'intervallo dei supplementari, raschiando dal fondo del barile alla ricerca di quel "quid" in più in termini di concentrazione ed energie. Quelli del Nichelino Hesperia, così, si sono sintonizzati su unico canale: difendersi bene, rischiare zero, ripartire e provare a chiudere il match affidandosi ai più talentuosi del team. Sì, proprio come il genio Polonio.

In avvio il copione è subito chiaro: 4-3-3 per il Nichelino, 4-4-2 che diventerà 4-2-4 per lo Sporting Cenisia. Tanti falli tattici, momenti-spezzatino e poco show. Pochi calcoli. C'è da salvare una stagione.

Il Nichelino chiama con un destro di Armitano e un diagonale di Andrea Grandelli, lo Sporting risponde con un gran destro di Caragnano: tiro meraviglioso e illusione del gol per un pallone che scende e si insacca (ma nell'esterno della rete!) all'incrocio dei pali.

Al 24' Ceppa, in uscita, chiude lo specchio al numero 9 ospite Robucci, il giocatore più pericoloso. E non sarà la prima volta. Poi uno strano cartellino giallo a Polonio, che voleva fermare il gioco per far soccorrere un avversario e che per questo ferma la sfera con le mani (...prima del fischio arbitrale).

Gara chiusa. Si passa alla ripresa e lo Sporting rinforza l'attacco con Gaudiello per Grippa. E' del Nichelino, però, la più importante palla-gol della prima ora di gioco: filtrante di Polonio, fuga di Grandelli e...pallone alto a tu per tu con Tortia. Poi lo Sporting, gestito da Bellinello come ultimo uomo e regista: spettacolare sinistro al volo di Robucci e gran risposta di Ceppa. E due.

Al 30' punizione di Robucci, ma Ceppa dice ancora di no nell'angolino. E tre. Il baby portiere del Nichelino tiene i locali in partita e gli ospiti insistono con forze fresche dalla panchina: dentro Fiorenza per Rubino.

Il finale è mozzafiato e il Nichelino vede i fantasmi quando al 43' st viene espulso per doppia ammonizione Crocetta. Significa andare ai supplementari e restare per mezzora in dieci uomini. Tutto ciò potrebbe non avvenire al 48', all'ultimo secondo: una scena incredibile. Polonio in area di rigore stoppa di petto, scarica un piatto destro debolissimo ad un metro dalla porta e il numero 1 Tortia (già in caduta) para con la suola della scarpa, già sbilanciato. Mani tra i capelli. Qualcuno non vuole crederci. Niente gol.

 

Ai supplementari il Nichelino capisce di dover creare una gabbia attorno a Robucci. E poi "...speriamo bene", dicono in panchina.

Nei primi 15 minuti, tanto per cambiare, c'è la quarta parata di Ceppa in uscita su Robucci, messo sulla strada del gol dal subentrato Fiorenza. Poi si prosegue per inerzia: fioccano i falli tattici, le interruzioni per crampi e le pause-borraccia. La fatica è al top, la spia della benzina è accesa per tutti. Ma il Nichelino tiene, Cattaneo non sbaglia un pallone aereo in difesa e Alessio Grandelli sfiora due volte il gol in contropiede. Lo Sporting non segue più schemi e regole: parte l'assalto finale tra mischie e corner da paura. Fino a quell'istante. Fino al 115', quando il talento sale in cattedra.

Polonio, dopo aver tenuto il pallone tre ore in zona bandierina e aver subìto mille falli, disegna l'incursione vincente in area di rigore, dribbla due difensori e scarica la palla in rete prima di esultare come un pazzo e disegnare con le mani il cuoricino verso la tribuna. Poi, stremato, chiede il cambio. Applausi come se piovesse.

 

E' la fine. Blandi esulta come Tardelli in ginocchio in mezzo al campo, Di Nola abbraccia tutti. Nichelino ancora in Prima classe e per lo Sporting è un "arrivederci"...

FOTOGALLERY

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.