via Pietro Cossa 293/4E Torino

Pizzeria - Pub - Cocktail Bar 

Pagina Facebook

Mappa

Foto e info!



Squiseasy - via Cavour 171 Alpignano (Torino) - Tel. 011-9672520 - Cell. 339 - 3093434

Orari. 12-14 19-23. Martedì chiuso. www.squiseasy.it

IL CANTO-ARANCIO: OLYMPIC COLLEGNO IN PRIMA CATEGORIA!

Musso: "Dedicato a mio figlio, alla mia compagna, ad Aloisi e futura moglie"

29 maggio 2016 - Sportovest anche Posta del Cuore. Bello, ci piace. E non è la prima volta...

La dedica di mister Musso: "Dedico questo successo così cercato, voluto e sofferto a mio figlio Paolo, che per alcune vicende di vita ho ritrovato felicemente, alla donna che amo, grazie alla quale ho potuto vivere questa stagione in amore e serenità, e a due ragazzi che sono contentissimo di aver fatto incontrare e che si sposeranno il prossimo 10 luglio. Simone Aloisi dell'Union Susa (ex giocatore di Musso al Pianezza, meglio conosciuto in valle Susa come "FantAloisi", nda), e Federica, una collega. Voglio loro un bene dell'anima. Quando si vince sul campo è sempre una gioia incredibile, una felicità che voglio condividere con gli affetti e gli amici".

Simone Aloisi (Union Susa) e Federica
Simone Aloisi (Union Susa) e Federica

OLYMPIC COLLEGNO-ARDOR TORINO 3-2

Olympic Collegno: Castelli (1' st Richieri), Boi, Cilia, Menardo, Bardella, Caldieri, Carpinelli, Voci, Pace (36' st Bruno), Roma, Valastro (3' st Bellardo). A disp.:  Lamberti, Parla, Guidetti, Petrarota. All.: Musso.

Ardor Torino: Dinicastro, Grobberio, Gallina, Longo, Bonanno (23' st Mihail, 45' st Santoro), Armato, Esposito, Cavallaro (20' st Romano), De Marco, Negrescu, Trombini. A disp.: Praticò, Garino, Bo, Olivo. All.: Negro.

Arbitro: Pellegrino di Nichelino.

Reti: 24' Esposito, 30' Roma, 39' Pace, 46' Esposito, 31' st Voci.

 

29 maggio 2016 - "Prima o poi doveva succedere...", riporta la maglia orange che celebra il successo. Ed eccolo qua il canto arancio: Olympic Collegno in Prima Categoria, questo il verdetto del campo dopo il campionato di Seconda E e dopo i playoffs. Il premio per una squadra che ha vinto 14 volte in casa su 28 partite nel suo bunker di via Tampellini, perdendo curiosamente solo con la neoretrocessa Rocchese in una domenica storta.

E voi credete alle favole? E alle coincidenze? Maggio 2010: sul campo di via Marconi ad Orbassano mister Ivan Musso, lo "zar", vinceva i playoffs contro il Cumiana col suo Pianezza e sale in Promozione. Sei anni dopo: maggio 2016, ancora lo "zar", ancora via Marconi ad Orbassano, ancora festa e tripudio. E in campo con Musso ci sono Valastro, Menardo e Parla, tre reduci del successo del 2010.

 

Questa volta è l'Olympic Collegno a fare baldoria: 3-2 all'Ardor Torino in una partita bellissima, ricca di gol sensazionali (Roma ed Esposito ne sanno qualcosa) e colpi di scena.

Si parte fortissimo: una punizione di Menardo, un destro al volo dell'ottimo Negrescu (numero 10 dell'Ardor davvero talentuoso), un tiro fuori bersaglio del torinese Esposito, sempre vivace in zona gol.

Tutte le strade portano a...Roma: il numero 10 dell'Olympic è scatenato sui palloni aerei, sforna mille sponde e al 22' sfiora il gol di testa. Due minuti dopo doccia gelida per gli orange: Negrescu conquista, spalle alla porta e con esperienza, una punizione dal limite. Esposito la butta dentro. 0-1 Ardor, palo-linea-gol.

L'Olympic non ci sta: Pace (ma è identico a Tiribocchi!) sfiora l'1-1 in scivolata un minuto dopo e al 30' è già parità. Anticipo secco a metà campo di Valastro e siluro terra-aria del solito Roma. Un eurogol da 30 metri sotto la traversa. 1-1 Fantastico!

Gli orange, schierati a metà campo coi bersaglieri Menardo, Voci, Carpinelli e Valastro, insistono: cross di Roma e incornata di Pace-Tiribocchi sull'esterno della rete. Poi ancora Pace in fuga solitaria rallenta e restituisce l'assist al compagno: palla alta.

E' un primo tempo dall'intensità pazzesca. Minuto 39: filtrante al bacio, Pace supera il portiere e insacca di piatto destro da posizione molto defilata. 2-1. L'Olympic non ha neanche tempo di esultare che allo scadere della prima frazione arriva il 2-2 del solito Esposito: altro supergol, un esterno destro dal limite dell'area, a rimorchio, sotto la traversa.

 

Ripresa. Le squadre si calmano. L'Olympic è costretto al cambio Castelli-Richieri tra i pali, Gallina prova l'incursione solitaria al 3', poi Cavallaro disegna una conclusione sopra la traversa. I ritmi sono molto meno alti, ma l'Ardor soffre dietro. E Musso se ne accorge: fuori Valastro, dentro il velocissimo Bellardo, che crea scompiglio (e acido lattico nelle gambe avversarie).

Se il pallone casca nelle zone di Negrescu sono guai: due cross pericolosissimi in area dell'Olympic, indirizzati sempre dalle parti di Esposito. Gli orange, però, convincono di più sul piano del gioco e della tenuta atletica e negli ultimi 25 minuti accendono il turbo: straordinario destro al volo di Roma, ancora lui, e palla all'incrocio dei pali sulla traversa, sù in cielo a campanile e poi giù, fino alla linea di porta dove c'è Pace a fare tap-in ed esultare. Gol annullato, tutto fermo: è fuorigioco, Pace sarebbe partito in outside. Tantissimi dubbi.

Roma (prova eccezionale) trova anche un palo su una punizione a tradimento: tutti si aspettavano il cross, invece arriva un tiro alla Baggio sul primo palo. Bravo Dinicastro.

Al 31', con la difesa dell'Ardor a corto di fiato, ecco la svolta: incursione perentoria di Voci in area di rigore, rimpallo vinto e piattone vincente. Voci alza la voce. E' il gol che vale la Prima Categoria.

Nel finale una serie di fughe nella terra di nessuno per Bellardo, che ha spaccato in due il match, e alcune mischie-disperazione per l'Ardor.

Alle 17.20 parte la festa dell'Olympic: Musso portato in trionfo, magliette celebrative esposte sotto la tribuna, sciarpe e cori da stadio. Per gli orange un titolo meritato: 14 vittorie interne, secondo posto in classifica e tre vittorie pesanti, ai playoffs, contro il Collegno Paradiso (12 vittorie consecutive), contro la macchina da gol del Mappano (91 gol in 27 partite) e contro una bella squadra come l'Ardor. Dopo tutto ciò non poteva che essere Prima. Sì, "Prima o poi doveva succedere"...

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.