Country Shop, le migliori marche per i tuoi amici a 4 zampe! 12 punti vendita: Avigliana, Rivoli, Alpignano, Nichelino, Torino (due sedi), San Mauro, Carignano, Chieri, Chiusa San Michele, San Maurizio ed Osasco. Novità: consulenze nutrizionistiche! >>> Scopri di più

via Pietro Cossa 293/4E Torino

Pizzeria - Pub - Cocktail Bar 

Pagina Facebook

Mappa

Foto e info!


ULTIM'ORA: RAPID-CIT TURIN NON SI RIGIOCA. MA C'E' UN MISTERO

Rapid incredulo: "Non abbiamo fatto ricorso per un rigore ribattutto..."

La sentenza del Giudice sportivo che ha fatto infuriare il Rapid Torino. Dalla società il dirigente Claudio Albarano: "Non c'è la risposta alla nostra conclusione, ovvero "l'arbitro ha fischiato per due volte, tra un rigore e l'altro, la fine del primo tempo".

IL GIUDICE SPORTIVO

ESCLUSIVO: IL RICORSO DEL RAPID


Il Cit Turin
Il Cit Turin

30 marzo 2016 - di Michele Rizzitano

 

Non si rigioca. Ecco l'esito del ricorso di Promozione D effettuato dal Rapid Torino in merito alla partita interna contro il Cit Turin, persa 1-3, dove il club allenato da Oppedisano sosteneva che "...il direttore di gara avesse irritualmente disposto la ripetizione di un calcio di rigore (a seguito della segnalazione di un assistente), comportamento individuato dal ricorrente quale errore tecnico". Ma, dice il Giudice sportivo, "...è nozione istituzionale (art.29 comma 3 C.G.S., nonchè regola 5 del gioco del calcio) come le decisioni di natura tecnica non solo risultano devoluti alla discrezionalità dell'arbitro e proprio per tale motivo, si mostrino inappellabili".

 

Resta però un mistero: nella sentenza del Giudice sportivo non si fa mai riferimento alla doppia chiusura di primo tempo e al rigore battuto, secondo i presenti, tra un fine primo tempo e l'altro, per un totale di 4 fischi al 45' nel giro di due minuti. Le squadre, dopo il primo penalty sbagliato dal Cit, si stavano infatti dirigendo negli spogliatoi e si sono riposizionate in area di rigore dopo la chiusura della prima frazione (ufficializzata dal doppio fischio arbitrale) aprendo una sorta di mini-tempo aggiuntivo, anche questo chiuso con doppio fischio. 

In casa Rapid (segreteria) la prendono davvero male: "Non abbiamo fatto ricorso per un rigore ribattuto, cosa che ci può stare tutta la vita nel calcio, ma per una doppia fine del primo tempo. Su questo dov'è la risposta...? Al campo c'era il commissario, volevamo almeno sapere col ricorso se è normale che il primo tempo si chiuda e si riapra due volte". Oppedisano incredulo: "Sono senza parole. Come ad Affari Tuoi dico "chiudo il pacco e vado avanti".

Davide Liut, il portiere del Rapid che ha parato il primo dei due rigori di Gabella, poi espulso per proteste: "Scandaloso. Scandaloso. Se non c'è la risposta nel comunicato io ne ho una. Forse abbiamo fatto ricorso contro la società sbagliata. In Lega non hanno l'interesse di dare questa risposta? E' una domanda che mi faccio...E' una presa in giro per chi è sceso in campo, per le regole del gioco del calcio e per il finale di stagione, perchè oltre il danno abbiamo la beffa. Non solo la mancata risposta nel merito, ma anche una serie di squalifiche (quattro, nda) e la tassa reclamo da pagare. E ripeto, nessuno ci ha detto ancora se è possibile che un arbitro fischi la fine del primo tempo, poi riconvochi tutti per calciare di nuovo un rigore, e infine fischi altre due volte".

Dopo le parole di Liut interviene il presidente del Cit Turin Angelo Frau: "E' giovane, posso capire la sua rabbia ma in campo ha detto di tutto alla terna prima di essere espulso. Il suo comportamento non è stato assolutamente da esempio e questa sua dichiarazione non fa bene al calcio piemontese". Liut sincero: "E' vero, ho preso una giornata e ne meritavo di più. Ma è avvenuta una cosa inspiegabile per le regole del gioco". Ancora Frau: "Voglio abbassare i toni della polemica, almeno io. Siamo nel dilettantismo, ricordiamocelo, ma tutti diamo dei messaggi importanti all'esterno. Dobbiamo prenderci le responsabilità di azioni e parole, in campo e fuori". Sul ricorso: "Noi del Cit siamo fuori da tutto ciò. Siamo stati avvertiti con grande anticipo della presenza al campo del commissario speciale. Il Giudice si basa nel suo scritto su quanto riportato da arbitri e commissario, noi non mettiamo bocca. Posso solo dire che ho visto l'arbitro indicare gli spogliatoi, per poi ripensarci e far ribattere il famoso rigore. Ognuno di noi ha una sua verità, ma conta quella del Giudice sportivo".  Infine, Antonello Maina, preparatore atletico del Rapid: "I giocatori del Cit ci davano ragione, in campo, sul doppio fischio...".

Un caso più unico che raro, che potrebbe fare giurisprudenza. E adesso? Il Rapid non sembra intenzionato a proseguire il ricorso ("E' questo il rispetto per il nostro club?"), ma chissà che non cambi idea...

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.