Country Shop, le migliori marche per i tuoi amici a 4 zampe! 12 punti vendita: Avigliana, Rivoli, Alpignano, Nichelino, Torino (due sedi), San Mauro, Carignano, Chieri, Chiusa San Michele, San Maurizio ed Osasco. Novità: consulenze nutrizionistiche! >>> Scopri di più

via Pietro Cossa 293/4E Torino

Pizzeria - Pub - Cocktail Bar 

Pagina Facebook

Mappa

Foto e info!


DALL'EMILIA CON FURORE: STANGO-GOL, VILLAFRANCA E' IN FINALE

Operazione-capolavoro per mister Caputo: "Un gruppo meraviglioso"

Stangolini (milanista) si è trasferito alcuni anni fa da Ferrara a Torino per vestire la casacca della Juve
Stangolini (milanista) si è trasferito alcuni anni fa da Ferrara a Torino per vestire la casacca della Juve
Il Villafranca di Caputo
Il Villafranca di Caputo

31 marzo 2016 - di Michele Rizzitano

 

Sono le 21.45 di un mercoledì sera (non) qualsiasi. Dopo lo 0-0 dell'andata, ad Asti, su un campo di gioco spelacchiato, Colline Alfieri e Villafranca si stanno giocando il passaggio in finale di Coppa Promozione. Si può alzare un trofeo, tanto per cominciare, e ("piccolo" dettaglio) si può pure salire di categoria, che significa Eccellenza. Mica male.

 

Sono le 21.45, il minuto è il 62': uno-due tra Di Sansa e Allasia, cross basso, a rimorchio c'è Omar Stangolini, dall'Emilia con furore. E' suo il piattone scaricato sotto la traversa. E' suo il gol che fa venir giù la tribuna e il tifo giallorosso.

 

Il gol in trasferta vale anche doppio ed è finale contro il Pavarolo. Non si sa ancora quando e dove si giocherà l'attesissimo match, ma è il "come" che conta: questo Villafranca (16 punti nelle ultime 8 partite in Promo C, ottima media di 2 punti a partita in campionato) sbarca in finale con l'ultra-compattezza di un gruppo elogiato a più riprese dal tecnico Caputo. Così il mister: "Fantastici i miei ragazzi...E' un traguardo meraviglioso. Ce lo meritiamo per come abbiamo lavorato. Adesso gustiamo al massimo il sapore di questo momento magico e ci prepariamo al gran finale. Fin qui si poteva arrivare con i mezzi più comuni, qualità e polmoni, ma c'è una cosa ancora più importante. L'unione del gruppo dei giocatori che alleno. Questo per me è tutto...". A proposito del campo di Asti: "Ho giocato da quelle parti, è un peccato vedere il terreno di gioco in quelle condizioni. So che ci sono particolari situazioni societarie, Asti merita di più".

 

 

Villafranca in estasi. Ha fatto fuori Colline (semifinale), Piscinese Riva (quarti), Revello e Fossano (ottavi a triangolare), Moretta e Castagnole (primo turno a triangolare). Insomma, uno spettacolo. E il sogno continua. Parola al match winner. Omar Stangolini (milanista) è arrivato da Ferrara a Torino per giocare nella Juve. Poi Trino (Berretti e Juniores Nazionale), due anni ad Alessandria, cinque a Pinerolo e poi Cavour, prima di questo primo anno a Villafranca.

 

Così Stango-gol: "Sono felicissimo. Contro il Pavarolo sarà una finale speciale e noi, tra andata e ritorno, contro il Colline abbiamo dimostrato di meritare questa partitissima. Nei primi 90 minuti abbiamo fatto qualcosa in più noi, ieri invece abbiamo gestito la partita con ordine e testa colpendo al momento giusto. Abbiamo giocato meglio altre volte, ma è il risultato che conta. In Coppa bisogna ragionare diversamente, sono partite che vanno vissute nell'arco di 180 o 90 minuti e non bisogna mai perdere il controllo dei nervi. Nel finale, dopo l'espulsione di Nalin (il giustiziere della Piscinese in Coppa salterà la finale, nda) abbiamo poi retto la spinta del Colline. Il segreto? Siamo tutti titolari. Abbiamo una panchina che non è una panchina...Il mister può contare su tutti". Su Nalin: "Mi spiace molto che non possa giocare la finale".

Una domanda per Stangolini: a fine dicembre 2015 avete perso due punti contro l'Usaf pareggiando 2-2 e subendo due gol tra il 95' e il 96'. Poteva essere una mazzata psicologica, invece la reazione è stata fortissima: 2-0 alla Piscinese nei quarti di Coppa. E' scattato qualcosa in quel momento? "Assolutamente sì. Ci siamo resi conto di aver lasciato per strada punti importanti e volevamo dimostrare il nostro vero valore. Da quel momento in campionato siamo andati molto meglio e abbiamo portato avanti, parallelamente, il percorso in Coppa. Dall'arrivo di Caputo in poi è scattato qualcosa, si sono create davvero belle dinamiche. Ora siamo in finale e vogliamo che il sogno diventi realtà".

di Boetto Ivan & C.

Tel. 011-8240169

CANDIOTTO GOMME

Strada Borgaretto 48, ORBASSANO

Il sito - Servizi - Contatti

 

Manutenzione/meccanica

Sostituzione cinghia

Verifica/Sostituzione sospensioni

Verifica/Sostituzione freni

Tagliandi - Servizio Frizione

www.candiottogomme.it

ANIMALI: OFFERTE TOP

CRONACA ONLINE

Val Susa Val Sangone

Cintura Ovest

UN CAFFE' A RIVOLI?

Un must per chi ama il caffè

Il sito - I punti vendita

RELAX IN TOSCANA

Vacanza in Toscana? Casa Milla (Cecina, LI), mare a 3 km. Info.

IL MODULO 3-3-2-2

Breve guida per addetti ai lavori, tecnici, manager di società calcistiche, osservatori, talent scout: i segreti del modulo 3-3-2-2 coniato dai tecnici Delgado e Von Hoffmann.